Ansia in università.

Inviata da J. D · 21 mar 2019 Ansia

Sono uno studente universitario. I primi anni sono stati molto duri per via del pessimo collegamento tra università e fermata del pullman che mi ha costretto a farmi per anni chilometri a piedi. Arrivato alla fine del mio percorso di studi sono totalmente svuotato e sto facendo fatica a concludere mancandomi cinque esami più la tesi. Il problema vero però è iniziato quando ho intrapreso il tirocinio di tesi dove ho incontrato una responsabile che mi ha sminuito continuamente non dandomi la possibilità di fare pratica e ciò mi ha creato un continuo senso di ansia e inadeguatezza che non riesco più a superare. Ho timore di parlare perché ho paura di compromettere ancora di più il mio percorso bloccandomi definitivamente, cosa che per le condizioni economiche della mia famiglia non mi posso assolutamente permettere. Sto entrando in una sorta di loop dal quale non riesco ad uscire ed ho paura che ciò mi porterà ad abbandonare gli studi, facendo sempre più fatica a trovare la forza mentale e fisica di proseguire. Come posso superare questa situazione?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 22 MAR 2019

Gentile Utente,
l’ansia elevata ostacola il completamento del percorso universitario. Questa responsabile oppositiva non facilita il tutto. Tuttavia lei può apprendere delle strategie per gestire l’ansia potenziando l’autostima che appare poco elevata. Provi a richiedere una consulenza da una psicologa/o
Resto a disposizione
Cari saluti
Dr.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2687 Risposte

2216 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 MAR 2019

Buongiorno J.D.
mi colpisce la sua storia: lei ha dato davvero molto per completare i suoi studi, ed inoltre si sente responsabile anche dal punto di vista economico, non volendo mettere in difficoltà la sua famiglia. Dev'essere davvero faticoso e molto provante.
Dopo tanti sforzi e fatica, immagino che avesse grandi aspettative su questo percorso di tirocinio. Lei racconta di sentirsi sminuito da questa persona, che dovrebbe concretizzare il suo apprendimento, e questa è un'altra situazione molto faticosa, perché impone un grosso carico emotivo: come tirocinante lei, immagino, avrà avuto desiderio di dimostrarsi capace. Lei inoltre è una persona che mi sembra abbia un grosso senso di responsabilità rispetto alle proprie azioni.
Credo sia importante nella sua situazione fare chiarezza su quelle che sono le sue aspettative, quelle che sono concretamente le sue possibilità, quali scelte lei abbia in relazione a questo tirocinio. Alle volte una grande stanchezza ci fa vedere i problemi in modo distorto. Non le sto dicendo che la sua situazione è facile, perché non lo è; invece credo lei possa prendere in esame le sue risorse e fare un lavoro sulla sua immagine di sé, per riconoscersi il grande lavoro che ha fatto finora, le capacità che ha dimostrato, e recuperare autostima ed assertività con le quali affrontare il tirocinio.
Se la persona che la segue è svalutante, non è possibile cambiarla, ma lei può rinforzare la propria autostima e rendersi, così, più resistente al suo atteggiamento sminuente.
Si rivolga ad un collega nella sua zona.
Resto a disposizione per eventuali domande, e le faccio carissimi auguri.
Dott.ssa Valentina Cozzutto

Dottoressa Valentina Cozzutto Psicologo a Monza

43 Risposte

35 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 MAR 2019

Gentile J.D.,
innanzitutto ti suggerisco di non concentrarti per adesso sulla tesi ma di concentrarti, uno per volta, sui cinque esami che ti mancano.
Più in là ti porrai il problema della tesi per il cui tirocinio, se sono previste, non potrai essere escluso dalle esercitazioni pratiche.
Laddove si rendesse poi necessario, potrai ancora verificare la possibilità di cambiare tesi e relativo docente.
In tutto ciò esiste un problema di bassa autostima che dovresti risolvere tramite un percorso di psicoterapia preferibilmente ad orientamento cognitivo-comportamentale.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7083 Risposte

20196 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 MAR 2019

Caro J.D.
Innanzitutto le dico che la sua situazione è più frequente di quanto lei pensi. Ho seguito diversi ragazzi con un blocco negli studi. Spesso esso si presenta nel primo anno oppure a ridosso della fine quindi nell'ultimo anno. Sono tante le dinamiche sottese nelle difficoltà di questi due particolari momenti. Ad un livello superficiale si pensa che sia solo e soltanto un discorso di applicazione agli studi ma spesso il blocco riguarda dinamiche più profonde che senza paura andrebbero esplicitate e affrontate così da poter trovare nuovi stimoli e nuove motivazioni, nuova fiducia in se stesso, nuovi progetti.
Quindi al di là delle tecniche che sicuramente ci sono e sono efficaci per strutturare meglio gli studi, andrebbero sciolti alcuni nodi che hanno portato all'ansia e al blocco.
L consiglio quindi di chiedere un aiuto per questo e vedrai che in breve tempo potrà scegliere.
Un caro saluto
Dott.ssa Lucina Cicioni
Psicoterapeuta/Consulenza Online

Dott.ssa Lucina Cicioni Psicologo a Pescara

4 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 MAR 2019

Buonasera J.D.

Comprendo benissimo il suo disagio.
La fine di un percorso universitario è uno dei momenti più difficili che uno studente possa vivere.
Non molli, tenga duro e si faccia aiutare da un professionista per poter gestire in questi momenti la sua ansia.
Rimango a disposizione.
Dott.ssa Pugliese

Dott.ssa Melania Pugliese Psicologo a Roma

4 Risposte

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 MAR 2019

Gentile j, anche Lei pensa che esistano, e che possiamo darle, risposte semplici, senza conoscere la sua situazione. Se la sua ansia è elevata, sarebbe opportuno depotenziarla con tecniche specifiche come la mindfulness, se invece il suo è più un problema depressivo occorre un intervento ben più ampio. Ma occorre prima una valutazione, che non è stata fatta e che non è possibile qui.
Cordialmente
LT

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

899 Risposte

375 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 MAR 2019

Buonasera J.D

in lei è presente una forte ansia, probabilmente associata da una parte a una voglia personale di finire il percorso e dall'altra il timore di ritardare il percorso, deludendo la famiglia aggravando le spese. Penso sia importante per lei poter intraprendere un percorso e parlare con un professionista. Provi a contattare un ente pubblico della sua città per iniziare un percorso psicologico.
Resto a disposizione per eventuali chiarimenti, se vuole mi può scrivere
Cordiali saluti
Dott.ssa Alice Noseda

Dott.ssa Alice Noseda Psicologo a Lecco

1664 Risposte

1177 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17000

psicologi

domande 24050

domande

Risposte 86700

Risposte