Ansia fortissima

Inviata da Sara. 18 ago 2015 10 Risposte  · Ansia

Sono una ragazza di 22 anni e da circa 4 mesi soffro d'ansia. Premetto che sono ansiosa di mio forse perché ho dei genitori troppo apprensivi e qualsiasi cosa faccia mi mette ansia, come ad esempio la sera quando esco ho l'ansia dell'orario se è troppo tardi, devo ritirarmi e non mi godo il momento! Da quasi 4 mesi l'ansia si fa sentire sempre di più e non mi riconosco più, non mi vivo il momento senza pensare a cose brutte, ho solo pensieri negativi! È iniziato tutto con la paura di avere una brutta malattia per poi passare alla paura di non amare il mio ragazzo e da lì mi sono sentita morire! Lo amo e non voglio perderlo ma ho iniziato a pensare a lui con un'altra e da lì sono iniziate le domande: non mi sono mai fatta così tante domande, e se non lo amassi più? Se avessi paura? Non so cosa fare, mi sono rivolta a uno specialista e mi ha detto che la mia è paura di crescere, ovvero sono cresciuta e non voglio accettarlo e questo non significa dover lasciare il mio ragazzo! Sono stata bene per un po' ma adesso mi sento come prima, non ho più quell’angoscia che mi tormenta o il peso sullo stomaco ma ho pensieri nella mente che mi tormentano e mi condizionano! A volte mi sembra che sia io stessa a voler stare male perché capita che sono felice rido e scherzo e appena sto bene e me ne rendo conto devo per forza ritornare ad avere pensieri negativi. E alterno momenti felici in cui sto bene con il mio ragazzo e altri in cui mi chiudo e non so cosa fare, mi vengono anche le crisi di pianto! Grazie mille

paura , genitori , male , crisi

Miglior risposta

Cara Sara,
indubbiamente il contesto familiare in cui sei cresciuta ( genitori troppo apprensivi ) ha contribuito a creare in te le insicurezze e le ansie che descrivi e che si ripercuotono su tutti gli aspetti della tua vita, dalle ipocondrie alle paure di perdere le tue poche certezze.
Le tue insicurezze sono talmente condizionanti e pervasive che ti senti quasi in colpa quando ti capita di vivere qualche momento felice e tutto ciò contemporaneamente abbassa anche la tua autostima.
E' chiaro che una consultazione singola con uno psicoterapeuta non può darti l'equilibrio di cui hai bisogno.
Devi fare un percorso di psicoterapia di durata adeguata che, per la mia esperienza clinica, non dovrebbe essere inferiore ad almeno un anno con cadenza settimanale.
Cordiali saluti ed auguri.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo,psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio Campagna (Salerno).

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Gentilissima, Sara, dal suo racconto si evince una grossa sofferenza.. Sicuramente l'ansia ha radici profonde e sicuramente dovrebbe fare un percorso terapeutico che l'aiuti a vivere a pieno la sua vita. Ha ragione quando dice che non appena vive momenti felici subito ritornano quei cattivi pensiari quasi che lei non si possa godere appieno questi momenti .. Un aterapia le permetterebbero sicuramente di comprendere non il "perchè" ma il senso di questi pensieri in detterminati momenti.
un cordiale saluto
dott.ssa Ambu Carla

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

20 AGO 2015

Logo Dott.ssa Ambu Carla Dott.ssa Ambu Carla

7 Risposte

1 voto positivo

Gentile sara, da quanto scrive si evince chiaramente la necessità di affrontare alcuni disagi al fine di chiarire in lei molte situazioni. Problematiche di crescita a parte, forse, la cosa che mi sento vivamente di consigliarle è di affiancarsi ad un terapeuta, magari di formazione cognitivo comportamentale, che la aiuti ad affrontare questo momento così' stressante, che come un circolo vizioso la induce ad essere sempre più in allerta e forse anche tanto stanca o tanto spaventata di tutto. Sicuramente una componente di ansia, da quanto scrive, può apparire, ma credo sia necessaria una valutazione approfondita che le spieghi i meccanismi che La inducono rientrare sempre nei suoi pensieri negativi, l'utilità o meglio l'inutilità di questi, e il superamento di quanto lei teme costantemente possa accadere. Purtroppo come Lei avrà sicuramente notato, non basta dirsi "sono problemi di crescita" per superare il tutto. Cordialmente Le auguro buona giornata. Dottoressa Michela Morin

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

20 AGO 2015

Logo Dott.ssa Michela Morin Dott.ssa Michela Morin

9 Risposte

1 voto positivo

Cara Sara,
Leggendo ciò che scrivi mi vengono in mente due cose: i pensieri negativi di cui parli hanno un carattere intrusivo, non dipende dal fatto che non vuoi star bene, è che in un certo qual modo decidono loro quando arrivare. Inoltre non riesco a comprendere se parli di un ansia fatta di sintomi concreti o solo uno stato mentale.
Tornando alla caratteristica dell intrusività, essa è tipica dei pensieri ossessivi ed essi fanno parte dei disturbi dello spettro ansioso, questo per dirti che non sei strana.
Ti consiglio di prendere subito in mano la situazione però, rivolgendoti ad un professionista, a mio avviso preferibilmente ad orientamento cognitivo comportamentale.
Restando in ascolto,
Saluti.

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

20 AGO 2015

Logo Dott.ssa Sabina Marianelli Dott.ssa Sabina Marianelli

122 Risposte

57 voti positivi

Gentile Sara,
i sintomi ansiosi e angosciosi che le persone sentono in momenti particolari della vita solitamente hanno radici "antiche".
Credo che un percorso di psicoterapia serio potrebbe aiutarla a comprendere i motivi sottostanti al suo disagio e alleggerire i sintomi che le impediscono una quotidianità serena. Le consiglio di informarsi riguardo al metodo Emdr che nel suo caso, a mio parere, potrebbe essere molto utile e risolutivo.
Un abbraccio e molti auguri
Dr Luisa Morassi
Psicologa Psicoterapeuta
Udine

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

20 AGO 2015

Logo Dott.ssa Luisa Morassi Dott.ssa Luisa Morassi

25 Risposte

25 voti positivi

Grazie mille delle vostre risposte! Sono pensieri negativi del tipo che ho paura la mia storia sia finita o che non ami più il mio ragazzo. Vivo con il timore di non provare nulla quando sto con lui e invece appena lo vedo e sto con lui sto bene..non riesco più a vivermi il presente come prima!

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

19 AGO 2015

Sara

Cara Sara,
i pensieri negativi che la accompagnano durante la giornata e che non le fanno godere i momenti di serenità andrebbero analizzati meglio. Sarebbe utile sapere che tipo di pensieri sono, verso chi sono rivolti, in quale momento le vengono in mente. Io le consiglio di contattare uno psicologo della sua zona che sappia aiutarla a comprendere meglio il momento che sta attraversando.
Cari saluti

Dott.ssa Carla Francesca Carcione

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

19 AGO 2015

Logo Dott.ssa Carla Francesca Carcione Dott.ssa Carla Francesca Carcione

263 Risposte

403 voti positivi

Carissima Sara,
a volte i percorsi terapeutici hanno bisogno di tempo per produrre effetti a lungo termine.
Continui il percorso, con lo stesso professionista o con uno diverso, vedrà che ne troverà giovamento.
Un caro saluto

Dott.ssa Fornari Daniela

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

19 AGO 2015

Logo Dott.ssa Daniela Fornari Dott.ssa Daniela Fornari

366 Risposte

407 voti positivi

Cara Sara,
è evidente la tua sofferenza e, per questo, mi chiedo se non sarebbe bene che ti rivolgessi allo specialista (psicologo?) a cui ti sei rivolta qualche tempo fa per approfondire l'ansia, le paure, i cambiamenti d'umore.

Nel caso in cui desiderassi cambiare professionista, hai divese possibilità: la asl, un libero professionista della tua zona oppure consulenze online.

In ogni caso, non aiutarti da sola.

Un caro saluto
Dott.ssa Francesca Fontanella

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

19 AGO 2015

Logo Dott.ssa Francesca Fontanella Dott.ssa Francesca Fontanella

1030 Risposte

1989 voti positivi

Gentile Sara,
penso che il consulto con un esperto psicoterapeuta a lei vicino potrà giovarle per affrontare temi importanti come il "voler star male" e il "sorprendersi di star bene".
La invito a farlo vivamente.
I miei auguri di ogni bene.
Dr.ssa Fabiola Santicchio

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

19 AGO 2015

Logo Dott.ssa Fabiola Santicchio Dott.ssa Fabiola Santicchio

18 Risposte

13 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Ansia fortissima, come fare?

12 Risposte, Ultima risposta il 30 Giugno 2017

Ansia fortissima nella relazione

22 Risposte, Ultima risposta il 21 Febbraio 2015

Paura e ansia costante!!!

1 Risposta, Ultima risposta il 05 Settembre 2018

Ansia acuta, credo di avere doc da relazione.

2 Risposte, Ultima risposta il 13 Settembre 2018

Ansia estrema ed immotivata

13 Risposte, Ultima risposta il 02 Novembre 2017

Ansia dell'ansia

1 Risposta, Ultima risposta il 15 Marzo 2018

Ansia improvvisa riguardo la mia relazione... Cosa devo fare?

2 Risposte, Ultima risposta il 08 Aprile 2018

Ansia a tavola

6 Risposte, Ultima risposta il 23 Dicembre 2018

Ansia, apatia

5 Risposte, Ultima risposta il 22 Marzo 2018

Ansia e crisi interiore e relazione

3 Risposte, Ultima risposta il 02 Maggio 2016