Ansia e stress relazione

Inviata da Samanta · 20 feb 2018 Ansia

Premetto che non è la prima volta che soffro di attacchi di panico e ansia.
Ma questa volta mi sta attaccando una cosa a me carissima.
Vi spiego.
Sono fidanzata con un ragazzo da parecchi mesi e sono sicura che sia la persona giusta, se penso a un secondo come starei senza di lui mi vengono le lacrime agli occhi.
Eppure, da due settimane a questa parte, sono completamente in panico. La mia ipotesi è che la fonte d’ansia sia esterna (esami) ma questo continua a farmi stare con l’ansia nel rapporto. Infatti, ci sono momenti in cui non riesco a non pensarci e sono “lucida” e mi rendo conto di quanto amo questo ragazzo e che vorrei passare la mia vita con lui. Altre volte invece mi subentra una sensazione orribile in corpo (molto simile agli attacchi di panico) che mi fa chiedere “Ma lo amo ancora?”
È in questi casi che poi penso a come farei senza di lui, mi dico “Perfetto, se la colpa della tua ansia è lui, allora lascialo” e non riesco nemmeno a immaginare. Persino lui mi ha detto “proviamo a prenderci un periodo di pausa per vedere se stai meglio” e ho iniziato a piangere senza finirla.
È come se fossi bipolare una parte di me, quella conscia sa benissimo che lo vuole, l’altra parte si fa pervadere dalle sensazioni negative e si fa mille domande che non dovrebbe nemmeno farsi.
La nostra relazione è spettacolare, non mi immagino con nessun altro e so perfettamente quanto sia fortunata. Ma nonostante ciò (sempre da una settimana a questa parte) quando vedo una coppia, o penso al matrimonio o a cose de genere. Mi viene l’ansia
E poi piango perché non vorrei avercela e mi viene ancora di più
La mia pura è che arriverei a lasciarlo o a perderlo.
Vi prego ditemi cosa posso fare

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 21 FEB 2018

Cara Samanta, il suo problema, da quello che scrive, non è lei, non è la sua relazione o il suo fidanzato, ma solo ed esclusivamente la sua ansia. L'ansia in situazioni normali è nostra amica, fa parte della natura umana, è assolutamente gestibile e ci è di aiuto in molte situazioni. Ma se l'ansia diviene patologica ha la capacità di renderci aggressivi, sospettosi, incerti. Non è più nostra amica perché prende il sopravvento e non ci aiuta ad essere lucidi nei nostri ragionamenti, nelle nostre decisioni. E' arrivato il momento di per lei di curare seriamente il suo disturbo d'ansia.
Le consiglio una psicoterapia cognitivo comportamentale.
Sono a disposizione per ulteriori chiarimenti.
Dott.ssa Vangelio

Dott.ssa Vangelio Sarah Psicologo a Roma

40 Risposte

40 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 FEB 2018

Gentile Samanta,
La relazione con il proprio ragazzo funziona piuttosto bene, non esistono problemi relazionali.
La sua difficoltà è rappresentata dal rimugino ansiogeno che ciclicamente torna a tormentarla raggiungendo livelli elevati.
Per superare tutto ciò le consiglio una consultazione psicologica per migliorare il suo benessere personale.
I miei migliori auguri
Dott.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2755 Risposte

2238 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 FEB 2018

Cara Samanta, da quello che dici sembra che la tua ansia stia compromettendo la tua relazione, ma non ě chiaro se sia dovuta al fatto che questa relazione sta prendendo una piega piû "seria", o se ě generalizzata ad altri ambiti della tua vita (parli di esami...). In ogni caso, se davvero provi queste cose da due settimane ė ancora presto per dare una connotazione alla situazione: osserva senza paura quello che ti succede, non ti farâ del male. Quando provi quelle sensazioni fisiche lasciale venire e non scappare, perchě se le accogli piano piano se ne andranno. Sarebbe utile affrontare quello che vivi e trovare uno spazio di elaborazione in psicoterapia. Contatta un professionista che a pelle ti ispiri fiducia e inizia a prenderti cura di te. Di riflesso anche la tua relazione ne trarrá profitto. Auguri, dott.ssa Daniela Cannistrâ.

Daniela Cannistrà - Psicologa e Psicoterapeuta Psicologo a Seregno

580 Risposte

257 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 FEB 2018

Cara Samanta, l' ansia che provi è in parte normale poiché è legata alla situazione sentimentale, al suo evolversi verso un rapporto più stabile, ma è continui a cercare di eliminarla dalla tua vita sarà lei ad impossessarsi di te. Ci sono modalità molto efficaci per accogliere quello che provi fino ad arrivare ad annullare l' ansia. Il cambiamento fa paura, ma è l' unica certezza della nostra vita. Tutto cambia, il dolore finisce, la felicità anche, poi ritornano, è un flusso continuo. Se riesci ad accettare questo è a verificarlo tu stessa nella tua vita ( come avrai già constatato) tutto ti apparirà meno importante, meno ansiogeno, poiché tutto si può modificare, nulla è per sempre. Ti lascio un mio contatto.
Alessandra Monticone
Consulenza anche online tramite Skype

Monticone Alessandra Psicologo a Asti

266 Risposte

106 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 FEB 2018

Una sera un signore un pò ubriaco stava rientrando a casa e purtroppo perde le chiavi. Per la sua fortuna passa un poliziotto e lo stesso chiede al signore "cosa sta succedendo? il signore risponde ho forse perso le chiavi di casa. Il poliziotto chiede e dove le ha perse? il signore risponde la laggiù. Ed il poliziotto chiede; ma perche le cerca qua. Il signore risponde perche qua c è più luce.

Dott. Davide Perrone Psicologo a Torino

86 Risposte

18 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

20 FEB 2018

Gentile Samanta,
ho l'impressione che l'ansia e/o il panico siano la conseguenza della consapevolezza che la vostra storia sta diventando importante.
Se la storia è importante cosa può succedere? Può soffrire nel caso vi lasciaste, può diventare naturale iniziare a fare progetti, può doversi separare dai suoi famigliari, può dover fare delle rinunce, etc.
Provi a intuire quali tra queste o altre paure la stanno preoccupando. E' normale avere paura quando ci sono cambiamenti importanti nella propria vita, occorre avere il coraggio di riconoscere queste paure ed affrontarle un passo dopo l'altro. Auguri, dr Katjuscia Manganiello

Dr.ssa Katjuscia Manganiello Psicologo a Pesaro

162 Risposte

167 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24700

domande

Risposte 88200

Risposte