Ansia e paura a stare da sola

Inviata da Kikka il 12 ago 2019 Ansia

Buonasera a tutte/i, scusate il disturbo, ho 22 anni ed ho un problema abbastanza importante, tutte le volte che vado via di casa per più giorni, nel momento in cui si tratta di dormire fuori di casa senza i miei genitori mi sento persa, mi viene la tachicardia, ansia, dolori alle tempie e disturbi intestinali. Dopo qualche giorno, anche se per esempio sono in vacanza, cedo e torno a casa perché mi sento estenuata. Ho la sensazione di aver paura di essere indipendente, oppure della libertà. Mia madre è sempre stata iper protettiva ed ansiosa, non ho con lei un bel rapporto, tuttavia quando mi allontano da lei mi sento male.
Quale potrebbe essere la causa?
Grazie in anticipo.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Kikka, posso solo immaginare quanto possa essere frustrante per lei avere la sensazione di non riuscire a "sganciarsi" da casa. Da un messaggio e senza conoscerla non è possibile darle delle risposte sulle ragioni del suo disagio. Di sicuro però, quando è lontana da casa qualcosa la spaventa e da qualcosa si sente minacciata. Da cosa? Penso che la risposta a questa domanda possa farle fare un bel balzo in avanti. Le suggerisco di farsi aiutare da un professionista (non importa di quale indirizzo, la cosa importante è che abbia i titoli e che lei ci si trovi bene) a rispondere a questa domanda; purtroppo quando siamo dentro alle cose, non sempre riusciamo a vedere da soli quali sono le trappole in cui cadiamo. Un caro saluto. Luisa

Dott.ssa Luisa Fossati Psicologo a Firenze

320 Risposte

372 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve kikka, certo...immagino quanto sia difficile per lei dover rinunciare spesso a quello che fa. Le spiegazioni possono essere tante e possono condurla alla scelta che mette in atto, cioè ritornare indietro e non proseguire rispetto al piano che si era prefissata. Probabilmente lei ha la tendenza ad avere una spinta all autonomia che soccombe di fronte a certi accadimenti.
La terapia la può aiutare ad identificare e superare questi limiti che la mente le pone. Ci pensi... se ha bisogno di ulteriori informazioni può scrivermi.
Saluti
Virginia Valentino

Dott.ssa Virginia Valentino Psicologo a Avellino

70 Risposte

21 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentilissima,
a parte il consiglio di intraprendere una consulenza psicologica anche breve per fobie e paure, le do un consiglio da mettere subito in pratica. Sì chieda quali sono le sue paure, se derivano esattamente da quelle che sua madre le ha instillato quotidianamente e se queste sono paure affrontabili da sola oppure sono terrorizzato relativi ad eventi assolutamente ingestibili. Credo che la maggior parte dei timori di riveleranno superabili da lei sola, senza l' aiuto di nessuno.
La saluto e le ribadisco la necessità di una consulenza online o di persona con un professionista.

Monticone Alessandra Psicologo a Asti

171 Risposte

70 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buon giorno Kikka, indichi Tu stessa la causa delle Tue paure e sofferenze nella relazione con Tua madre. Il problema è che, probabilmente, Tua madre è stata sempre ansiosa e iperprotettiva, sin da quando eri molto piccola. Queste esperienze di relazione, precoci, possono essere elaborate e superate con un percorso psicoterapeutico psicodinamico.
Ti suggerisco quindi di cercare un bravo terapeuta e compiere con lui questo viaggio di liberazione, Perchè, come diceva Freud, chi non ha superato il propio passato, è costretto a ripeterlo.
Un caro saluto.
Dr. Marco Tartari

Dott. Marco Tartari Psicologo a Roatto

689 Risposte

395 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Kikka, condivido in pieno la risposta del Collega dr. Fiore. La relazione con sua madre è ambivalente. Noi parliamo anche di doppio legame, cioè positivo e negativo. Da una parte lei si sente protetta, dall'altra non riesce a trovare la sua indipendenza. E' necessario che proceda a piccoli passi, cioè con allontanamenti via via più frequenti e prolungati. Ma questo le dà ansia, non importa quale sia il disturbo col quale si manifesta. Per gestire e placare questa ansia è necessario l'aiuto di un/a terapeuta qualificati, che le potranno insegnare anche delle tecniche mente-corpo per gestire l'ansia, come la mindfulness. Un cordiale saluto
dr. Leopoldo Tacchini

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

729 Risposte

304 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno,
sembra che la sua vita stia lottando con un limite molto grande che poi le impedisce di vivere come desidera.
Non mi è possibile farle una diagnosi perché le informazioni sono molto poche, le suggerisco invece di rivolgersi a uno psicoterapeuta questo la aiuterà non solo a capire qual è il suo problema, ma anche ad affrontarlo.
In bocca al lupo
Dott.ssa Monia Crimaldi
Psicologa psicoterapeuta
Palermo

Dott.ssa Monia Crimaldi Psicologo a Palermo

153 Risposte

234 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Kikka,
la causa della sua ansia da separazione è quella che lei stessa ha rivelato e cioè il fatto che è stata allevata da una madre iperprotettiva con cui ha instaurato un rapporto di ambivalenza.
La soluzione sta nell'intraprendere un percorso di psicoterapia preferibilmente cognitivo-comportamentale, in presenza oppure online, di durata adeguata.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6464 Risposte

18111 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno Kikka,

comprendo la sua preoccupazione, tuttavia definire la causa da un messaggio non è possibile, per poterla aiutare avrei bisogno di ulteriori elementi, della sua vita e della problematica che pone. Le consiglio di intraprendere un percorso psicologico, online o da un professionista della sua zona.
Resto a disposizione per eventuali chiarimenti, se vuole mi può contattare
Cordiali saluti
Dott.ssa Alice Noseda

Dott.ssa Alice Noseda Psicologo a Lecco

1535 Risposte

1135 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15250

psicologi

domande 19650

domande

Risposte 77200

Risposte