Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Ansia e crisi di coppia

Inviata da SimonaF il 9 mag 2017 Terapia di coppia

Salve Dottori, vi ringrazio anticipatamente per la risposta che riceverò e della disponibilità. È difficile spiegare in poche parole il mio malessere ma cercherò di riassumere quel che posso. Sono una ragazza di 18 anni, fidanzata da quasi tre anni. La mia prima e vera storia d'amore. Sono una ragazza molto particolare, che si fissa particolarmente su questioni a volte di poco conto, sin da piccola, ero ossessionata dalla religione, dal paranormale, dalla sessualità..Non mi fido molto delle persone, anzi sono un tipo chiuso e poco socievole, riflessiva sempre e anche troppo. Quando conobbi il mio ragazzo tre anni fa, ne rimasi colpita dalla genuinità, dal fatto che soltanto guardandolo negli occhi mi diede forza e fiducia. Di lì inizió tutto, e spesso dico che iniziai a vivere, perché diventó in pochissimo tempo il mio mondo. Con lui ho attraversato momenti duri, dettati dalla mia grande gelosia, dal fatto che nonostante sapevo fosse un bravissimo ragazzo, io mi mettevo in paranoia per qualcunque cosa per paura di perdere l'unica persona,oltre alla mia famiglia, a cui Tengo di più. Con il passare degli anni Questa cosa di me si attutì, si arriva a quest'anno in cui io riallaccio i rapporti con le mie amiche, le quali le avevo completamente tralasciate dopo aver conosciuto il mio ragazzo. Arrivo ad una situazione di equilibrio, interno ed esterno alla coppia. Ma già da dicembre mi inizi a domandare..."caspita non facciamo più le stesse cose di prima ed io non sono più gelosa...., restiamo spesso in macchina, a volte è routine " tuttavia gliene parlai, ma non misi MAI in discussione il mio sentimento, perché ad aver messo sempre in discussione ero stata io nei sui confronti. Purtroppo da un po' , fine aprile, inizio a nutrire dei dubbi pesanti , a capire che a volte fossi distratta e disattenta... un pomeriggio sbottai, mi passó per il mio cervello la domanda" e se non lo amassi più? Se in realtà quel che provo non è amore" nel momento in cui lo pensai, glielo dissi, piangendo, cominciai a sudare freddo, entrai in confusione totale ma lui mi tranquillizzó dicendomi " io lo Sento che mi ami, io lo vedo" Questo non bastó, alimentai i miei pensieri, mettendomi alla prova, pensando che a volte non voglio uscire con lui, con nessuno. Vorrei rimanere da sola, con i miei pensieri. Ho paura che tutto ciò che abbiamo costruito possa finire,ho paura che essendo il primo amore sia destinato a finire.( molte coppie della mia età si stanno lasciando, e questo non ha fatto altro che alimentare i miei dubbi). Vorrei donargli tutto l'amore, vorrei renderlo felice sempre in ogni istante. Quando lo guardo penso " ma dove lo trovo io un ragazzo così? Che mi guarda così?" Vorrei avere la sicurezza di averlo per sempre al mio fianco. Di superare tutto, di amarlo sempre, in eterno. Vorrei sconfiggere me stessa, vorrei amarlo liberamente incondizionatamente senza SE e senza MA. Vorrei cancellare questi pensieri, per poter vivere la mia vita con lui senza sentire quell'angoscia e quella voglia di non vivere un domani sapendo che io non possa amarlo più. Mi addormento e mi sveglio con lo stomaco sotto sopra...se dovessi incontrare qualcun altro.Amerei ? Il pensiero mi fa rabbrividire Mi sento ti tradirlo ogni secondo pensando queste cose. Forse non accetto che sia finito tutto? O forse non capisco che l'amore sia superare la crisi ed andare avanti con la forza di volontà ?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Buongiorno, da quanto dice direi che si situa all'interno di un dubbio amletico che costringe il partner ad un’ansia che mina la serenità della coppia stessa.
E’ una forma di ossessione (anche denominato Disturbo Ossessivo di Relazione) in cui il sofferente sperimenta pensieri intrusivi, indesiderati e angoscianti sulla forza, la qualità e la "vera natura" del proprio amore per il partner. L’ansia include preoccupazione per l'appropriatezza del partner come compagno, il livello di attrazione, desiderabilità sessuale o compatibilità a lungo termine.
Queste idee o immagini mentali, che un individuo sperimenta come intrusivi, indesiderati o inappropriati, si concentrano su questioni di dubbio e intenso disagio nei confronti di una caratteristica: l'incertezza.
Nella stragrande maggioranza dei casi, la base si concentra su un’ossessionante domanda ansiogena:
"E se non amassi davvero il mio partner?".
L'individuo è afflitto da dubbi sul fatto che il proprio partner sia "l'unico" o se è veramente innamorato del proprio partner.
Queste ossessioni spesso portano il sofferente a chiedere irrealisticamente una certezza assoluta: il 100% di sicurezza - nella propria mente - riguardo ai loro sentimenti per il partner.
Le ossessioni possono essere particolarmente intense quando il partner si trova in prossimità dell’altro partner o se sorgono ipotesi di impegno a lungo termine, come l'esclusività della relazione, l'incontro con la famiglia, la convivenza o l'eventuale matrimonio.
Ossessioni comuni sono rappresentate da:
• Fissazione su difetti o aspetti negativi dell'aspetto o del carattere di un partner.
• Fissazione sulla compatibilità e/o sulla fattibilità a lungo termine della relazione.
Pertanto consiglierei un intervento psicoterapico per superare il problema lamentato.
Cordialmente
Dr. Massimo Botti

Dott. Massimo Botti Psicologo a Genova

51 Risposte

23 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno,
fare chiarezza nel bosco fitto della nostra mente è necessario prima di prendere decisioni. L'ansia non si può superare con la volontà, purtroppo, occorrono tecniche specifiche e sperimentate che la aiuteranno in breve tempo a riacquistare serenità. Quello che le chiedo ora è di smettere di pensare e lasciare alla sua mente lo spazio di attesa, una pausa di apertura, senza sforzarsi di trovare ad ogni costo una soluzione. Spero in queste pochissime righe di esserle stata utile. Buona mattina, Dorttt.ssa Alessandra Monticone

Monticone Alessandra Psicologo a Asti

179 Risposte

72 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15550

psicologi

domande 19400

domande

Risposte 78450

Risposte