Ansia e blocco da esame

Inviata da Nickname · 28 ago 2020

Buongiorno,
Sono una studentessa di infermieristica sono al secondo anno e ho affrontato l’esame più importante (quello che permette l’accesso o meno all’anno successivo) da pochi giorni; dove sebbene mi sia preparata, una volta seduta davanti alla commissione sono andata in “black-out” non totalmente come spesso mi succede agli esami orali (questo dalle superiori a causa credo di una professoressa), ma era come se non riuscissi a recuperare i pensieri e le conoscenze che avevo studiato dalla mia testa.
Il linguaggio che utilizzavo era a dir poco imbarazzante, nulla di meno scientifico e preciso, tant’è che un docente della commissione mi ha detto che troverà difficilmente un’altra persona che parla in quel modo (ogni volta che ci ripenso attualmente mi viene una crisi di pianto, ma al momento ho solo detto che ne ero consapevole e che è un mio problema). Ed era come se quando parlavo non collegavo realmente ciò che dicevo a ciò che pensavo, perché di base non pensavo, non so come spiegarlo.
I giorni precedenti all’esame ero relativamente tranquilla, una volta entrata nell’aula il cervello è andato in blocco totale.
Questo non è successo nella procedura pratica, ma credo sia dovuto al fatto che sono andata in automatico nella parte pratica, se mi venivano fatte domande che sfuggivano da quello che pensavo al momento andavo in black-out (arrivata a casa in doccia ho pensato a una delle tante domande e ho trovato la risposta, ma ovviamente non sul momento).
Ho il terrore di fare brutta figura davanti alla gente (che ho fatto) e del giudizio altrui, ho il terrore di dover ripetere l’anno perché ho 23 anni (ho lavorato 2 anni prima di intraprendere il percorso universitario) e non ho tempo di rifare un anno a causa dell’incapacità di svolgere quell’esame come si deve, guardo gli altri che vanno avanti e hanno soddisfazioni e mi demoralizzo perché non capisco cos’ho di sbagliato io.
Dopo l’esame mi sono messa subito a studiare con calma, attualmente non faccio altro che piangere ad ogni concetto che non riesco a memorizzare e ad ogni frase che non riesco a dire con un linguaggio adeguato.
Mi piace quello che faccio ma mi viene il dubbio che non sia quello che è destinato per me visto che non sono in grado di svolgere questo esame con le conoscenze apprese.
Non so che fare e come riuscire a studiare e superare in parte questo blocco per il prossimo appello (settembre)... sono davvero disperata perché vorrei superare l’anno con un bel voto ma per come sono agli esame non sarà mai così.
Attendo consigli,
Cordiali saluti.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 29 AGO 2020

Gentilissima, quello che la blocca, come ha detto lei stessa, è la paura del giudizio altrui. Ciò sicuramente deriva da una sua insicurezza personale le cui cause potrebbero essere approfondite e comprese attraverso un percorso psicoterapeutico. Non credo assolutamente che lei non sia adeguata al corso di studi che ha intrapreso, anzi ritengo che lei potrà essere un'ottima infermiera, dal momento che è molto coinvolta verso tale professione. Può capitare, in sede di esame, di non riuscire ad esprimere i concetti in maniera chiara, o di utilizzare un linguaggio "improbabile" perché si è troppo emozionati e finiamo per perdere il controllo. Cerchi di non essere troppo severa con sé stessa e consideri quell'episodio come un'opportunità per cercare magari, come le ho suggerito, di farsi aiutare a superare le sue paure e la sua insicurezza. Le faccio tantissimi auguri e rimango a disposizione per suggerimenti e consigli.

Dottoressa Noccioli Daniela Psicologo a Cascina

141 Risposte

75 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 AGO 2020

Buongiorno,
se ho capito bene è la prima volta che Le succede di non passare un esame. Racconta dell’ansia da quando frequentava le superiori ma, se calcolo correttamente, non è mai stata bocciata e anche gli esami universitari li ha sempre passati. Per cui non generalizzerei che non è in grado, è successo una volta e non è un’esperienza così rara tra gli studenti.
Prova molta ansia e non crede in se stessa. Con molta chiarezza ha steso l’elenco dei fattori che mantengono questa ansia; il terrore di fare brutta figura, la paura del giudizio, il ritenersi incapace di svolgere l’esame, il paragonarsi con gli altri, la convinzione di avere qualcosa di sbagliato e di non essere all’altezza. Avrebbe bisogno di lavorare su questi aspetti per poter gestire l’ansia, per imparare a credere in se stessa e affrontare quindi gli esami con maggiore serenità.
Purtroppo non ci sono consigli risolutivi da elencare in questo spazio.
Ottimo che abbia cominciato a studiare con calma. Si ricordi che è normale non comprendere qualche concetto o il termine scientifico mentre si studia, infatti sta imparando.
In bocca al lupo!
Dott.ssa Katarina Faggionato

Dr.ssa Katarina Faggionato Psicologo a Vicenza

239 Risposte

121 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24800 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24800

domande

Risposte 88400

Risposte