Ansia e attacchi di panico

Inviata da Ida Nifo · 3 apr 2020 Attacchi di panico

Salve,
sono una ragazza di 23 anni. A fine gennaio scorso ho avuto il mio primo attacco di panico. Improvvisamente ho iniziato a sentire il cuore in gola e ho avuto paura di stare per morire in quel momento. Non sapevo fosse un attacco di panico, non ne ho mai avuti prima e forse ciò ha contribuito ad accrescere il mio terrore. Pensavo si trattasse di un episodio isolato, dovuto allo stress, essendo in sessione d'esami (frequento il secondo anno di laurea magistrale e sono fuori sede). Due giorni dopo ho avuto un nuovo attacco di panico, seppur più lieve, per cui ho deciso di andare in pronto soccorso pensando di avere problemi al cuore. Mi hanno fatto ECG, prelievo arterioso e prelievo venoso, incluso esami della tiroide. Da lì è emerso che non ho alcun problema fisico, tutti gli esami erano nella norma e mi hanno prescritto delle gocce ansiolitiche. Sono ormai passati due mesi, la frequenza degli attacchi di panico è nettamente diminuita, ma quasi quotidianamente, ci sono dei momenti in cui improvvisamente inizio a provare ansia immotivata, un senso di angoscia, una paura paralizzante che mi stia per accadere qualcosa, che stia per morire. Inizialmente c'erano anche giorni in cui mi sentivo spossata, mi girava la testa, sentivo formicolii. Ora non più, ma le sensazioni angoscianti non smettono di farmi visita. Se può essere d'aiuto nell'inquadrare la mia situazione, sono sotto stress da ben 5 anni per via dell'università, mi ammazzo di studio trascurando il resto. Da quasi due anni a questa parte vivo in un'altra città, molto lontano da casa, per motivo di studio e sento molto la mancanza dei miei, di figure protettive. E sempre negli ultimi 3-4 anni ho vissuto diversi lutti, di cui, il più grave circa 1 anno e mezzo fa, a due settimane dalla mia laurea triennale. Inoltre vivo una situazione di costante tensione con le mie coinquiline, non abbiamo la stessa visione delle cose e non si può parlare tranquillamente con loro, per cui tendo a chiudermi più di quanto non lo faccia già di mia natura. Sono infatti molto riservata, ho una bassissima autostima e mi sento sempre inferiore agli altri. Spero in una vostra consulenza, non so più a cosa pensare. Vi ringrazio.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 9 MAG 2020

Cara Ida Nifo, comprendo l'ansia e la paura che derivano da queste sensazioni che Lei sperimenta come improvvise ed estranee a sè stessa. Avendo fugato i dubbi di una possibile condizione organica alla base della sintomatologia, è corretto pensare che si tratti di ansia. Quando accade, Lei sta probabilmente vivendo un'esperienza che coglie solo parzialmente: quello che non riesce a fare proprio, o a significare, viene esplicitato a livello fisico. Il circolo vizioso dell'ansia e della paura peggiora il tutto, e La mette in forte difficoltà. Per comprendere cosa stia succedendo serve però una consulenza ben più personalizzata, approfondita e riservata. Ha valutato di contattare uno psicoterapeuta? Potrebbe valerne la pena, data la sofferenza che riporta. Può cominciare un percorso online: stiamo ricevendo feedback positivi su questa modalità. In bocca al lupo! Cordialità, DP

Dott. Daniel Michael Portolani Psicologo a Brescia

1000 Risposte

1019 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Attacchi di panico

Vedere più psicologi specializzati in Attacchi di panico

Altre domande su Attacchi di panico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27800 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18050

psicologi

domande 27800

domande

Risposte 95850

Risposte