Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Ansia durante i rapporti sessuali e quando siamo lontani

Inviata da Stefano il 23 giu 2018 Ansia

Salve
Premetto dicendo che sono un soggetto particolarmente predisposto a stati ansiosi e di forte stress.
Da qualche mese ho iniziato una relazione con la mia attuale ragazza. Per i primi due mesi tutto è andato bene (a parte qualche discussione che mi ha agitato un po', ma niente di eccessivo); poi dopo una lite abbastanza intensa e relativa ansia connessa mi è capitato, la sera in cui ci siamo visti per chiarire, di perdere l'erezione durante il rapporto sessuale. L'evento si è verificato altre volte, dovuto però in questi casi al fatto che già mi aspettavo il fallimento dopo le esperienze negative avvenute, e la sua reazione era quella di allontanarsi sempre più perché si sentiva non desiderata, fino ad arrivare più volte al litigio. Successivamente a questi eventi ne parlavamo, ma io sentivo comunque il peso della situazione. Pian piano e affrontando insieme la situazione sembrava che il problema si stesse risolvendo fino ad una settimana fa, in cui è riaccaduto e abbiamo avuto una feroce discussione.
Ora abbiamo chiarito,ma mi senti distante da lei perché le sue parole mi hanno ferito molto e non so cosa fare. Più volte in questi mesi ho pensato di chiudere la relazione, ma caratterialmente stiamo molto bene insieme e c'è molta complicità, quindi non vorrei chiudere.
Oltre questo c'è però il fatto che molte altre situazioni oltre i rapporti sessuali mi generano ansia, a volte mi sento possessivo e ho difficoltà ad accettare che vada in vacanza con le amiche o che vada in discoteca. Mi fido ciecamente di lei, ma nell'ultimo periodo non riesco ad essere sereno quando non siamo insieme, sono pervaso da un senso di ansia e agitazione quasi perenne che spesso porta a scontrarci e ad essere freddo nei suoi confronti.
Parliamo molto di questa cosa, ma ultimamente ciò la sta facendo allontanare quindi non mi sento più di condividere ogni pensiero negativo con lei.
Vorrei qualche consiglio su come affrontare la situazione, se nonostante io la ami, dovrei chiudere la relazione o trovare un modo per stare meglio insieme.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Stefano sei molto giovane, ma é molto utile capire chi sei per scegliere di diventare chi vuoi diventare. Avere consapevolezza di quelle che sono le tue fragilità e le tue paure per far crescere delle sicurezze. Inoltre sono terapeuta EMDR tecnica utile per sciogliere alcune paure specifiche. Sono a disposizione per informazioni. Buona giornata

Dott. Davide Milanese Psicologo a Tortona

172 Risposte

53 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Stefano, la tua ansia probabilmente ti sta giocando dei brutti scherzi sia a livello sessuale che nella tua relazione in generale. Per questo, credo sia importante per te fermarti un attimo prima di prendere qualsiasi decisione sulla tua coppia e iniziare un percorso psicologico. Potrebbe esserti utile per lavorare sulla tua ansia e, di riflesso, fare chiarezza in merito alla tua relazione e ai tuoi sentimenti.
Auguri di cuore per la tua vita, Dott.ssa Daniela Cannistrà.

Daniela Cannistrà - Psicologa e Psicoterapeuta Psicologo a Seregno

580 Risposte

225 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Stefano buongiorno,
nella sua mail affronta molti argomenti: perdita dell'erezione, ansia generalizzata, ansia da relazione, difficoltà di coppia. Evidentemente tutte queste cose interagiscono ma non è detto che non siano almeno in parte indipendenti. Mi dispiace doverle dire che né io né altri miei colleghi potremmo mai darle indicazioni concrete riguardo al restare insieme alla sua ragazza o meno, è una decisione che compete solo a lei. Vista però la vasta gamma di situazioni che le generano ansia e le conseguenti difficoltà nel chiarire e perseguire i suoi obiettivi di vita, penso che se entro un po' di tempo le cose non migliorassero spontaneamente e grazie alla sua motivazione (e certamente può succedere!) potrebbe esserle di grande giovamento una consulenza con uno psicologo, psicoterapeuta, dal vivo, in modo che possiate conoscervi meglio che si possano approfondire le manifestazioni d'ansia, la ragione di tali manifestazioni, e come fronteggiare la situazione.
Cordiali saluti,

Dott. Paolo Zandomeneghi

Dott. Paolo Zandomeneghi Psicologo a Rovereto

51 Risposte

26 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15500

psicologi

domande 19050

domande

Risposte 77950

Risposte