Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Ansia di tratto

Inviata da Nuvola · 16 mag 2018 Ansia

Buongiorno, mi hanno diagnosticato durante un concorso un'ansia da tratto. Il problema è che se fossi così ansiosa lo saprei!!!!!!!!!!!!! Sono profondamente incazzata. Non ho sintomi psicosomatici; non soffro di cervicale o di insonnia o di mal di testa; niente fibrillazione; niente sudorazione; niente rossore; nessun stato d'allarme. Gli unici sintomi che ho è che sono goffa! E alcune volte ho tic, ma poi basta!!!!! E sufficiente per una diagnosi così grave????? Considerando i miei studi, e il lavoro che andró a fare, questa diagnosi se risulta da qualche parte potrebbe rovinarmi! Io non ho parole. Mi rode sapere che da qualche parte c'è una diagnosi con scritto che sono una fifona caga sotto. Mi rode molto, anche perché non è vero!!! E anche i fatti mi danno ragione!! Se fossi così ansiosa non avrei raggiunto le mete che ho raggiunto! E poi sono pure impulsiva! Che ho l'opposto di fifona. Che schifo!!! Mi hanno detto che è uscito dai test! E che si sono incazzati perché dal colloquio non hanno individuato tali segnali. Assurdo! Stupido test! E idioti loro!!! Oltretutto non è uscito fuori che sono impulsiva, e altre caratteristiche; quindi questo fa capire quanto sono idioti. Come ha fatto ad uscire che ho tratti d'ansia se ho mentito al 60% del test???? Non c'era una sorta di scala della manipolazione???? Funziona bene, vedo...semmai me la dovevano annullare...io pensavo fosse l'unico rischio, non pensavo che uscisse un profilo coerente di qualcosa....oltretutto tutti abbiamo mentito al 60% del test. Tutti!

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 22 MAG 2018

Gentile Nuvola incazzata, non capisco a quale valutazione psicodiagnostica si sia sottoposta, semprerebbe una selezione aziendale. Non è quello il contesto in cui fare una diagnosi clinica. E comunque un'ansia di tratto non è una diagnosi, semmai la diagnosi psichiatrica di riferimento è Distubo da Ansia Generalizzato. Che non vuol dire essere una cagasotto ma semplicemente la presenza stabilizzata di sintomi e strategie relazionali improntate alla paura e all'evitamento di situazioni pericolose. Se vuole approfondire la conoscenza di sé vada in un contesto clinico con un bravo psicoterapeuta e riveda con lui questa brutta esperienza. Buon cammino!

Dr. Paolo Ciotti Psicologo a Carate Brianza

57 Risposte

50 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 MAG 2018

gentile Nuvola,
il risultato di un test e chissà quale test,frutto del 60% di menzogne non può essere una diagnosi clinica e non può avere alcun significato. A volte certe organizzazioni utilizzano batterie di test per fare una prima scrematura dei candidati e non fidandosi delle capacità dei propri intervistatori si illudono di avere dati " cosiddetti obiettivi", in più quei test sovente sono somministrati da persone non sufficientemente qualificate.
Ritengo che non dovrebbe dare alcuna importanza al "risultato" che le è stato comunicato. Penserei invece al suo modo di reagire a quanto le è stato detto e cercherei un professionista qualificarto (da scegliere fra gli iscritti all'albo degli psicologi dela sua regione, magari privilegiando chi offre il primo colloquio gratuito) per approfondire sia quanto successo sia per capire meglio se stessa.
Augurandole ogni bene, la saluto.
Susanna Bertini Torino

Dott.ssa Susanna Bertini Psicologo a Torino

49 Risposte

7 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 MAG 2018

Salve Nuvola, comprendo il fastidio per una cosa che non si sente vera, ma la invito a non allarmarsi più di tanto. In primo luogo, lei stessa dice di aver dato risposte non del tutto veritiere quindi il test (che non sapendo quale sia non so se abbia delle scale che ne misurino l'atteggiamento difensivo e/o manipolazione) potrebbe non essere del tutto coerente con il suo profilo reale. In ogni caso, l'ansia di tratto non è una patologia, indica soltanto un tratto caratteriale, nulla di più. Questo non vuol dire nulla, e non per forza è legato o meno al suo modo di rispondere agli eventi. Del resto, se ci fa caso, si sta preoccupando e innervosendo per il risultato di un test....anche questo potrebbe essere un tratto ansioso! Questo, ribadisco, non significa soffrire di un disturbo d'ansia o simili. Stia serena, non credo che chi la giudica si farà influenzare da questo risultato.
Cordialmente, Dott.ssa Daniela Cannistrà.

Daniela Cannistrà - Psicologa e Psicoterapeuta Psicologo a Seregno

580 Risposte

245 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22500 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16400

psicologi

domande 22500

domande

Risposte 83650

Risposte