Ansia di perderlo e necessità di piacere agli altri uomini

Inviata da xilayale · 10 ott 2018 Terapia di coppia

Buongiorno,
ho già scritto in questo forum e il validissimo supporto del vostro team di psicologi mi è stato di grande aiuto.
Dalla terapia separata che ho affrontato fino a qualche tempo fa, è emerso che sono una persona ansiosa, con aspetti del carattere ossessivi che mi portano spesso a rimuginare sulle cose, avendo, di conseguenza, un giudizio molto severo di me stessa. Tutto ciò si è "aggravato" stando con il mio attuale ragazzo, la cui conquista, per riuscire a stare insieme, è stata molto travagliata, per motivi simili da entrambe le parti. Lo amo così tanto che è come se gli avessi attribuito un'importanza tale che le paranoie che mi si sviluppano (ovviamente tutte incentrate su di lui) svaniscono se e solo se gli "confesso"quello che mi desta tanta ansia e preoccupazione, a tal punto da avere la sensazione di averlo tradito, con un forte senso di colpa. Non riesco a ragionare da sola per capire che non ho commesso nulla e che non sono una persona sbagliata.

Nello specifico, il mio timore, per non dire terrore, di aver commesso qualcosa, si rifà al fatto che, credo come la maggior parte delle donne, mi piaccia mettermi in mostra e ricevere apprezzamenti. Con questo non voglio alludere al fare chissà che cosa, o che mi stia riferendo ad atteggiamenti "pesanti" da vera gattamorta, ecco. Parlo di sorrisi, battute, pose, pensieri del tipo "mi metto in questo modo così magari mi osservano" o " magari,essendo girata di spalle mi guardano il fondoschiena".. E, anche in questo caso, non parlo di chissà poi quali atteggiamenti, spesso e volentieri, sono normalissima, ma è come se con il pensiero le movenze di tutti i giorni venissero fatte solo per lo scopo di essere guardata.

Domando, è normale che mi senta in colpa per questo aspetto a tal punto da ammettere la mia "colpa" al mio ragazzo come se lo avessi tradito?
Con lui ne ho parlato perchè ovviamente la cosa non mi dà pace dal momento in cui mi rendo conto di mettere in atto questo atteggiamento, appunto, involontario perchè appartenente all'indole femminile, all'ego, alla vanità dell'essere donna che, a mio avviso, elude dall'amore che si prova per il proprio partner. Lui non l'ha presa molto bene, non riesce a concepire il fatto che la propria donna cerchi approvazione, ammirazione o si metta addirittura in mostra appositamente per altri. Ho cercato di spiegargli che fa parte delle donne e che nulla ha a che vedere con il desiderare altro, ma lui non ci vede molto chiaro, o meglio, fa fatica ad accettare questo lato nostro, che sa esistere e, amandomi molto, gli causa un po' di dolore il sapere che anch'io sono così.

Personalmente sono sempre stata una bambina/ragazza e ora donna timida ed introversa, ma che, al contempo si sentiva carica dell'approvazione, ammirazione altrui, perchè anche molto insicura forse? Sono sempre stata, tutt'ora pure, alla ricerca della perfezione, sia a livello fisico che non. Sono carina di aspetto e dolce nei modi,stando a quello che mi dice la gente, e per questo mi sono resa conto che basta veramente poco per far scaturire negli altri, soprattutto uomini, questa ammirazione di cui mi "nutro" e mi sento "sopraelevata" al momento.
Parlandone con altre donne, amiche e colleghe, pure loro hanno "ammesso" di avere questa caratteristica/essere così, piacere mettersi in mostra, talvolta facendolo appositamente e non per far sì di essere notate, guardate, soprattutto agli occhi di coloro a cui sanno di piacere e che, assolutamente, al contrario di me, non la vedono come un tradimento nei confronti del proprio partner, tantomeno una cosa da confessare, sbagliata, per cui sentirsi in colpa nei suoi confronti... è veramente così? e se sì, perchè io allora mi sento come se avessi commesso un crimine e doverglielo confessare? cosa mi suggerite?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 11 OTT 2018

Gentile Jaia,
anche dalla precedente mail che ha inviato, è chiaro che il suo atteggiamento deriva da una profonda intrinseca insicurezza che le causa ansia e che richiede di essere sedata dal ricercare e ricevere l'attenzione degli altri.
E' poi questa stessa fragilità e insicurezza che la fa sentire in colpa nei confronti del suo fidanzato, tanto da non poter fare a meno di confessargli questi suoi atteggiamenti pseudo-seduttivi che risultano rassicuranti per l'ammirazione che ne riceve.
Dice di averne parlato col suo fidanzato ma poichè non si tratta solo di fantasie bensì di atteggiamenti concreti finalizzati alla ricerca di attenzioni, la questione è un pò diversa ed è comprensibile che il suo ragazzo possa esserne infastidito tanto più che la cosa comporta interferenze negative anche alla vostra intimità.
Quanto al fatto che anche alle altre donne piacerebbe mettersi in mostra, mi sembra una sua generalizzazione.
In ogni caso la soluzione del problema è nel risolvere a monte la causa prima che è la sua insicurezza e il conseguente eccessivo bisogno di rassicurazioni con apprezzamento e ammirazione attraverso un ulteriore step di psicoterapia.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6918 Risposte

19228 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16550

psicologi

domande 22900

domande

Risposte 84150

Risposte