Non puoi recarti in nessun centro?
Trova uno psicologo online
Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Ansia da prestazione sessuale femminile

Inviata da Michela Barini il 27 dic 2018 Ansia

Buongiorno a tutti, sono una ragazza di 27 anni e come da titolo ho questo problema.
Ho avuto una storia di due anni con un mio coetaneo, ormai finita da oltre due anni, per la prima volta avevo trovato quel qualcosa in più, mi sentivo protetta, considerata, aveva sempre quel pensiero speciale tutto per me, sono riuscita ad aprirmi veramente, ero me stessa, si era creata una complicità pazzesca, vedevo un futuro con una persona, avevo avuto storie prima di lui ed anche dopo. Io stavo portando avanti una terapia con una psicologa per miei problemi personali,dovuti alla pressione della mia famiglia, mi è stato vicino in ogni momento. Il problema molto importante è che non avevamo rapporti sessuali, per tutti e due gli anni, non mi cercava e negava ci fosse un problema, i pochi approcci sono stati solo con masturbazione reciproca, quando tentavamo la penetrazione nulla, finche non ho deciso di lasciarlo. Successivamente alla nostra rottura, lui mi aveva confidato di aver avuto il coraggio di iniziare un percorso terapeutico e medico, infatti gli è stata diagnosticata una patologia, senza risolverla non avrebbe potuto avere rapporti sessuali, una volta risolta la questione medica, con un sostegno psicologico è riuscito ad andare avanti pure lui, in un certo senso ero quasi sollevata, sapere che il problema non fossi io ma una malattia, razionalmente avevamo deciso di riprovarci ma si sa, in questi casi la razionalità conta poco, il mio corpo non dava stimoli nei suoi confronti, non accettavo i suoi inviti a casa, scappavo dalle situazioni compromettenti, quindi ho deciso comunque di non andare oltre. Mi ha chiesto di lasciarci andare, altrimenti le nostre nuove storie non ce le saremmo godute nella maniera migliore e così abbiamo fatto, lui provava ancora un sentimento, me lo ha detto chiaramente, ma si sarebbe distrutto in questa situazione. Non ci siamo mai più visti e sentiti per un anno, abbiamo avuto entrambi altre esperienze, finche non ci siamo incontrati in un locale casualmente, abbiamo cominciato a sentirci e siamo usciti a bere una cosa da soli pochi giorni fa. Siamo due persone completamente differenti rispetto a prima, entrambi abbiamo concluso le terapie ormai da diversi mesi, siamo cresciuti, non siamo più due ragazzini ma un uomo ed una donna, con relative responsabilità e consapevolezze lo percepisco. Tra di noi ci sarà sempre quel qualcosa di diverso, in queste settimane, ho piacere quando ci sentiamo, ho dato un esame ed è stata la prima persona alla quale ho comunicato il voto, a volte la sera gli scrivo per sentire come sta, mi è mancato e capisco che ancora oggi, la naturalezza con la quale mi riesco a relazionare con lui è profonda. Di contro, sento che fisicamente ho paura, ovvero, se domani mi saltasse addosso, o mi invitasse a casa, mi irrigidirei (quando ero in terapia, la psicologa riteneva che fosse ansia da prestazione, dovuta ai due anni di zero intimità con lui) , raccontavo come ci fosse un conflitto dentro di me, perché con altri ragazzi mi capitava l’esatto opposto, mi diceva che per una coppia della nostra età dovrebbe venire naturale fare l’amore, non essendo una coppia di 40enni rodata, era inutile sforzarsi a risolvere un problema ma di passare oltre, essendo una terapeuta mi sono sforzata a seguire il sentiero del “non sentirlo passerà “ . Oltre sono andata, ho avuto due storie, sia quando ancora mi sentivo con lui, sia in questo anno di silenzio, la mia attività sessuale è soddisfacente, ma appunto se sono qua è perché mi accorgo che come mi sento con lui (che magari per me non prova più nulla, questo non lo so, magari sono solo miei film e lui a casa sua non mi inviterà più) , con gli altri proprio non mi sento. Riesce a capirmi, sa di cosa ho bisogno e sa come comunicarmelo, ci mette sempre quel pizzico di originalità che si vede che gli viene spontanea e dal cuore, gli altri sembrano sempre la solita minestra, cambia nome ma il succo è sempre lo stesso. Sono felice a letto con un ragazzo ? Bene, ma quella felicità finisce dopo qualche ora, quando mi da un consiglio o una frase che mi darebbe chiunque altro. Sono felice a svegliarmi abbracciata ad un ragazzo ? Bene, ma quando mi alzo per andare in bagno, cerco di trattenermi dal fare rumori naturali che lui possa sentire, oppure aspetto con la finestra aperta finche il cattivo odore non passa, questo non è essere me stessa e ci sarebbero altri mille esempi. Ero me stessa quando il mio ex poteva entrare in bagno per passarmi la carta igienica che avevo dimenticato, ero me stessa quando parlavo di tutto ed apprezzavo quell’ opinione in più, quella frase in più, buttata lì per me e solo per me e questo è successo dal primo all’ ultimo giorno di storia, non era una questione di confidenza acquisita con il tempo, ho avuto storie anche più lunghe prima di lui. Fisicamente mi piace molto, anche di più, lo conoscessi oggi per la prima volta, non esiterei a dargli una possibilità, ma è ovvio che abbiamo un passato ed il cervello non può essere resettato, ha ricominciato con l'attività sportiva lo trovo veramente bello ed energico, ma ripeto chiudendo gli occhi dovrei fantasticare, non provare disagio ad immaginarmi in intimità .Ringrazio chiunque voglia spendere una parola per aiutarmi. Buona serata

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Michela,
attualmente sembra che lei sia la sola a farsi dei problemi dal momento che la relazione col suo coetaneo (con la defficoltà sessuale per cui è stato in cura) è finita e lui non le ha più rivolto inviti allo scopo di riavvicinarsi.
Pertanto solo lei può risolversi i dubbi se è ancora interessata a lui cercando delle verifiche.
Tuttavia, personalmente ho l'impressione che lei sia alquanto in confusione per cui le suggerisco una consultazione psicologica dal vivo.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuita a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6771 Risposte

18937 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara MIchela,
dal suo lungo messaggio si evince come questo ragazzo in teoria rappresenti la perfezione. Perché c'è stata un'intesa perfetta, non riscontrabile con altri partner. A parte dal punto di vista sessuale. C'è da chiedersi perché a questa perfezione non si sia aggiunta una soddisfacente intesa anche sul piano sessuale.
Le consiglio di riflettere sul da farsi. Se occorra esplorare i sentimenti di questo ragazzo, se ha ancora del desiderio nei suoi confronti, se riprovarci, se pensa che questa volta le cose dal punto di vista dell'intimità possano andare in modo diverso.
Vista l'importanza che ha questa persona per lei le consiglio, se vuole, di farsi aiutare da un professionista, magari solo per qualche seduta. Può contattare uno psicologo della sua zona o lontano ma che usi Skype.
MI faccia pure delle domande se ne ha bisogno!

Dott. Angelo Feggi - Psicoanalista Genova

Dott. Angelo Feggi Psicologo a Genova

473 Risposte

716 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Carissima,
dalla sua lunga lettera si evince, soprattutto alla fine, come con questa persona, escluso il sesso, ci sia stata un'intesa perfetta. La situazione attuale è ingarbugliata perché lei dice di provare attrazione fisica e sentimentale nei suoi confronti, ma non sa lui cosa provi. Le consiglio di indagare su questo aspetto, magari di provarci visto quanto è presa. Per quanto riguarda le eventuali difficoltà sessuali le consiglio di esplorare a fondo, nel mondo dell'inconscio, le resistenze a un rapporto un po' più intimo con lui rivolgendosi ad uno psicologo della sua zona o lontano ma che usi Skype.
Mi faccia pure delle domande se ne ha bisogno!

Dott. Angelo Feggi - Psicoanalista Genova

Dott. Angelo Feggi Psicologo a Genova

473 Risposte

716 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16000

psicologi

domande 20650

domande

Risposte 80300

Risposte