Ansia da prestazione con emotività

Inviata da lucia · 22 nov 2017 Ansia

Buongiorno, ho problemi di ansia e emotività. Vorrei superarli. Mi fa rabbia avere sempre tutto questo timore e ansia. Se sono in compagnia, trovo la scusa per andare in bagno spesso per rimanere un po' sola. Esco in compagnia, ma quando arrivo a casa tiro un respiro di sollievo per essere arrivata viva e indenne. In tutte le prove che ho affrontato, alla fine sono riuscita, anche ottenendo risultati sorprendenti, e sopra la media, ma sempre quell'ansia da prestazione tremenda. Arrivo da un passato burrascoso datto di bullismo, abusi fisici da parte di coetanei e minacce di bocciature di maestre e professori solo per problemi relazionali. In passato ho avuto molte persone che mi hanno usata e derisa e si sono finte amiche...io dipendevo molto da loro e in pratica le veneravo. Ora sono l'opposto: mi sento speciale, ma anche una sopravissuta. Mi sembra di dover lottare tutti i giorni per avere il mio posticino del mondo, e ritengo di esssere molto in gamba, perché nonostante tutto vado avanti. Esco in compagnia e anche con uomini e spasimanti. Le mie capacità relazionali sono aumentate tantissimo, ma ora non mi lego più a nessuno. Per me conta solo la carriera, i soldi e il potere. Non considero nessuno mio amico; né amo qualcuno. Mi piace vivere così: divertendomi; prendendo il meglio....ma senza legami. Diciamo che la poesia di cecco angiolieri mi rapprenta molto: se fossi foco arderei il mondo; se fossi vento lo tempesterei...ma visto che sono solo io con crisi emotive e ansia da prstazione a manetta, me la spasso e basta e tiro a sopravvivere e ad arrivare al potere se mi riesce. Consigli su come togliermi tutta quest'ansia??? Faccio fatica pure a letto perché mi parte l'ansia da prestazione anche lì.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 23 NOV 2017

Buongiorno, da quanto lei descrive appare probabile che il fatto che lei abbia subito delle umiliazioni, soprusi e vessazioni le abbiano causato come risposta una forte ansia. Per tal motivo le consiglio una psicoterapia con l'ausilio dell'EMDR. Cordialmente

Dott. Davide Perrone Psicologo a Torino

86 Risposte

18 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 NOV 2017

Buongiorno Lucia, nella sua lettera ad un certo punto parla di soprusi vessazioni. Tutto questo e non solo possono averle causato dei traumi non del tutti risolti, in quanto ancora oggi viventi magari nel suo inconscio. In tal fatto le consiglio di iniziare una psicoterapia con l'EMDR, in quanto tecnica specifica per elaborare tali problemi che lei descrive minuziosamente, anche grazie alle poesie di persone a lei vicine. Cordialmente

Dott. Davide Perrone Psicologo a Torino

86 Risposte

18 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 NOV 2017

Cara Lucia, sarebbe bello se ci fosse una ricetta rapida ed efficace per stare bene....e invece la storia ė piû complicata. Dal tuo racconto arriva insoddisfazione e ansia, insieme alla sensazione di essere o "sotto giudizio" o in perenne pericolo. Sicuramente ciò che hai vissuto non ti ha aiutato, anzi ha contribuito forse a costruirti una spessa "corazza" grazie alla quale sopravvivi nel mondo. Ma, ti chiedo, a che prezzo? Non conosco nulla di te e non posso dirti altro....anzi posso dirti che tanto piû vuoi eliminare questo tuo malessere tanto piû questo busserá alla tua porta. Facci amicizia, conoscilo perché ė un "segno" che ti arriva da te stessa e ti vuole dire qualcosa. Una psicoterapia potrebbe davvero esserti utile per non fare questo "sporco lavoro" da sola. Resto a disposizione per altri chiarimenti, e sono sicura che renderai la tua vita degna di essere vissuta. Auguri!

Daniela Cannistrà - Psicologa e Psicoterapeuta Psicologo a Seregno

580 Risposte

252 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 NOV 2017

L'ansia è un campanello di allarme che annuncia un pericolo imminente presunto o reale.
Chiedere di far cessare l'ansia è un po' come voler staccare l'allarme che suona, senza curarsi che non ci siano ladri in casa. E' vero che a volte il campanello di allarme (ansia) si attiva per pericoli solo immaginari, tuttavia, spesso accade che ciò avvenga per il fatto che qualcosa ci sta sfuggendo di mano e l'organismo semplicemente ci avverte affinchè si attivino dei cambiamenti necessari in modo da ripristinare un equilibrio con la realtà che stiamo vivendo, più opportuno e funzionale.
Credo che, in virtù del tuo trascorso così drammatico e toccante, tu tu abbia impostato la tua vita seguendo dei parametri che fino adesso hanno funzionato, ovvero dedicandoti alla carriera e alla posizione sociale.
Forse adesso il tuo organismo ti sta suggerendo che devi portare dei cambiamenti di prospettiva e di veduta, rivalutare la possibilità che forse non tutto è riducibile in termini di prestazione e che anche la vita affettiva ha il suo peso in termini di benessere e di adattamento.
Prova ad accogliere quest'ansia e a capirne la natura, magari anche con l'aiuto di uno specialista.
Ti auguro una buona giornata.

Dott. Andrea Guerrini Psicologo a Empoli

29 Risposte

11 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 NOV 2017

Gentile Lucia,
leggo che la sua vita per certi le versi le piace anche se allo stesso tempo sembra essere una condotta di fuga da ciò che l'ha segnata, ferita, da ciò che ritiene che le è stato tolto. La sua esperienza mi sembra profondamente segnata dagli eventi a cui ha accennato quindi credo che un percorso di terapia potrebbe permetterle di sentirsi più in pace col passato e sostenerla anche rispetto all'ansia. Mi viene da dirle che se lei ha strutturato la sua vita anche in reazione a ciò che è stato è normale che sviluppi ansia da prestazione, tutto il suo presente è legato a ciò che fa e la rende forte agli occhi degli altri. Se non vuole intraprendere un percorso di terapia credo sia comunque importante arginare il processo ansioso in corso visto che sembra prepotente da come lo descrive. Chieda almeno qualche consulenza. Per il resto ciò che intanto può fare è ad esempio sport o camminate che aiutano a produrre endorfine, stoppare i pensieri ansiosi ( se ci riesce) senza concentrarsi su di essi, prendersi cura di se e comrpendere che cosa, volendo può farla passare da " tiro a sopravvivere" a " vivo a pieno la mia vita". Un caro saluto e in bocca al lupo.

Dott.ssa Gilda Di Nardo Psicologo a Roma

70 Risposte

30 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16900

psicologi

domande 23750

domande

Risposte 85850

Risposte