ansia basta farmaci

Inviata da laura · 28 feb 2017 Ansia

Vorrei sapere se posso combattere l ansia sensa farmaci in quale modo visto che sta distruggendo la mia vita

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 4 MAR 2017

Gentile Laura,
L’ansia è innata e fa parte della natura umana. È la normale risposta del nostro organismo che si prepara ad affrontare ciò che avverte come un pericolo. Può diventare un problema reale quando è eccessiva rispetto alla situazione che ci troviamo a fronteggiare o dura troppo a lungo, al punto che fare la cosa più semplice può diventare uno sforzo enorme (parlare in pubblico, andare ad un appuntamento o ad una festa…). Il trattamento cognitivo-comportamentale è una terapia che, lavorando sulla ristrutturazione dei pensieri e dei comportamenti che alimentano l’ansia  è altamente indicata per questo disturbo e sono state pubblicate numerose ricerche al riguardo. L’obiettivo iniziale del trattamento è  quello di rendere consapevole il soggetto di tipi dei pensieri controproducenti che genera costantemente e rendere più concrete le preoccupazioni che altrimenti resterebbero confuse e astratte.

Distinti saluti
Dott.ssa Milica Vasic psicologa-psicoterapeuta

Dott.ssa Milica Vasic Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Udine

6 Risposte

18 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 MAR 2017

Buon giorno Laura,
l'ansia è una risposta allo stress. E'importante indagare la sua vita personale, lavorativa e i suoi momento di sfago. I farmaci cronicizzano il problema e non aiutano la persona a riflettere quali potrebbero essere i fattori scatenanti della sua ansia.
Ci sono diverse tecniche ed interventi che possono aiutarla a scalare i farmaci e favorire più sicurezza in lei.
Lo sport è un buon inizio.
Contatti, inoltre uno psicoterapeuta.
un caro saluto
Stefania Stocchino
Psicologa Psicoterapeuta

Anonimo-125911 Psicologo a Villastellone

6 Risposte

2 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 MAR 2017

Buongiorno laura,
L'ansia è' un importante campanello d'allarme, è l'equivalente del dolore fisico. Quando ci fa male una gamba non ci preoccupiamo solo di far passare il dolore, ma ci preoccupiamo di capire anche perché ci fa male, perche è rotta? Perché c'è uno strappo muscolare? Perché abbiamo preso una botta? Il dolore ci aiuta a fermarci e a prenderci cura del nostro corpo. Lo stesso vale per l'ansia, dovrebbe aiutarci a fermarci e a prenderci cura del nostro cuore. Come per il corpo di fronte al dolore ci fermiamo e andiamo dal medico per farci fare una diagnosi, stessa cosa dovremmo fare con il dolore del cuore, dovremmo cercare di capire, aiutati da un professionista cosa non va nel nostro modo di funzionare emotivamente. Dalla diagnosi poi segue la cura ( psicoterapia).
Prendere ansiolitici per curare l'ansia è come prendere antidolorifici per curare un arto rotto. Capisce che nel lungo periodo non serve, anzi risulta dannoso.
Sperando di essere stata chiara, le porgo i più cordiali saluti
Da.ssa Mazzini monica

Studio di Psicologia Franciacorta - Monica Mazzini Psicologo a Provaglio d'Iseo

12 Risposte

8 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 MAR 2017

Buongiorno Laura,
ci sono diverse tecniche per trattare l'ansia senza farmaci.
La scelta del trattamento più adeguato dipende da alcune variabili:
da quanto tempo ha questo problema;
quanto è intensa l'ansia e come si manifesta;
se essa è correlata a situazioni specifiche o è generalizzata.
se oltre l'utilizzo di farmaci, ha adottato altri tentativi per combatterla;
Infine, una domanda: in accordo col suo medico, ha provato a ridurre gradualmente i farmaci fino ad eliminarli?
Alcune delle tecniche indicate per l'ansia possono essere apprese in poche sessioni di consulenza on-line.
Un saluto
Dott.ssa Maria Giovanna Zocco

Dr.ssa Maria Giovanna Zocco Psicologo a Modica

162 Risposte

280 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 MAR 2017

Gentile Laura, l’ansia è innata e fa parte della natura umana. È la normale risposta del nostro organismo che si prepara ad affrontare ciò che avverte come un pericolo. Può diventare un problema reale quando è eccessiva rispetto alla situazione che ci troviamo a fronteggiare o dura troppo a lungo, al punto che fare la cosa più semplice può diventare uno sforzo enorme (parlare in pubblico, andare ad un appuntamento o ad una festa…). Il trattamento cognitivo-comportamentale è una terapia che, lavorando sulla ristrutturazione dei pensieri e dei comportamenti che alimentano l’ansia  è altamente indicata per questo disturbo e sono state pubblicate numerose ricerche al riguardo. L’obiettivo iniziale del trattamento è  quello di rendere consapevole il soggetto di tipi dei pensieri controproducenti che genera costantemente e rendere più concrete le preoccupazioni che altrimenti resterebbero confuse e astratte.
 Distinti saluti
Dott.ssa Milica Vasic psicologa-psicoterapeuta

Dott.ssa Milica Vasic Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Udine

6 Risposte

18 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 MAR 2017

Cara Laura, la risposta è telegrafica: con la psicoterapia !
Pensaci.
Con cordialità. Dr. Marco Tartari, Asti

Dott. Marco Tartari Psicologo a Roatto

746 Risposte

453 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 MAR 2017

Buonasera Laura,
da quanto lei scrive si comprende che assume dei farmaci per "curare" la sua ansia e vorrebbe interrompere questo trattamento farmacologico. A riguardo posso dirle che i farmaci ansiolitici creano spesso dipendenza nel paziente e che qualora lei decida di interrompere questo trattamento potrà farlo gradualmente con l'aiuto del suo medico e potrà decidere di intraprendere un percorso di psicoterapia, preferibilmente ad indirizzo cognitivo-comportamentale, che, come dimostrano gli studi scientifici, ha una efficacia maggiore nel trattamento dei disturbi d'ansia rispetto agli altri tipi di trattamento.
Cordiali saluti,
Dott.ssa Annalisa Settanni
Psicoterapeuta cognitivo-comportamentale - Triggiano (Bari)

Settanni Annalisa Psicologo a Triggiano

21 Risposte

20 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 MAR 2017

Gentile Laura,
l'ansia si può superare molto bene senza l'impiego di farmaci mediante un percorso di psicoterapia preferibilmente cognitivo-comportamentale.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7280 Risposte

20576 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 MAR 2017

Gentile Laura,
L'utilizzo dei farmaci può essere utile o necessario a seconda dei casi, è anche importante che sia assunto per un periodo limitato, poichè non guarisce dall'ansia ma silenzia solamente i sintomi. La psicoterapia è sempre opportuna sia quando è temporaneamente supportata dalla trerapia farmacologica, sia quando ci sono le condizioni per essere effettuata in via esclusiva.
La sua situazione va vista maggiormente nel dettaglio per capire se la sua ansia può essere combattuta senza il ricorso agli psicofarmaci. In generale posso risponderle di si che questo è assolutamente possibile, ma il generale lascia il tempo che trova se non ci si confronta con la situazione concreta e specifica.
In ogni caso ci tengo a dirle con con la psicoterapia si ottengono ottimi risultati e anche duraturi perchè basati sulla capacità di imparare a gestire in autonomia le situazioni più difficili anche quando la terapia sarà conclusa.
Le consiglio di iniziare un percorso di terapia dove valutare assieme se il ricorso agli psicofarmaci è necessario oppure no.

Un saluto
dott.ssa Lucia Rinaldi
Roma

Lucia Rinaldi Psicologo a Roma

94 Risposte

161 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 MAR 2017

Gentile Laura, difficile darle un consiglio di così grande portata senza conoscere veramente il suo caso... Ci sono casi in cui l'ansia può essere gestita bene con un percorso psicoterapeutico senza i farmaci, altri in cui non lo è e altri ancora in cui è consigliabile assumerli almeno nella fase iniziale per abbassare i livelli d'ansia e poi proseguire in un percorso psicoterapeutico. Il mio consiglio è pertanto quello del buon senso e cioè di consultare uno specialista. Dott.ssa Caccavale Carmela Afragola (NA).

Dott.ssa Caccavale Carmela Psicologo a Afragola

81 Risposte

151 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 MAR 2017

Carissima, l'ansia viene combattuta anche su altri fronti e con ben altri metodi. Se è interessata possiamo provarci. Io utilizzo la terapia cognitivo - comportamentale, che dovrebbe essere abbastanza efficace. Niente farmaci. Sono a sua disposizione qual'ora lo volesse.
Cordiali saluti.
Dott.ssa Barbara De Luca

Dott.ssa Barbara De Luca Psicologo a Catanzaro

564 Risposte

279 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 MAR 2017

Gentile Laura, sicuramente un percorso di psicoterapia può aiutarla a snocciolare il problema all'origine: il farmaco infatti non rimuove la "causa" del suo malessere, bensì il sintomo solamente. La sensazione che il farmaco funzioni o meno dipende dal tipo, posologia, dalla persona stessa che lo assume; di certo tuttavia sarebbe da intendere al massimo come una "stampella" che possa aiutare la persona a riprendere poco alla volta il suo cammino, ma che proprio per la sua funzione "stampella" andrebbe progressivamente abbandonata. Resto a disposizione per ulteriori chiarimenti!
Un caro saluto
Dottoressa Azzali Psicologa a Parma

Azzali Sara Psicologa Psicoterapeuta dell'Infanzia e dell'Adolescenza Psicologo a Parma

20 Risposte

16 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 MAR 2017

Cara Laura, i farmaci servono a poco se non si scava un po' in profondità per cercare di individuare la causa o le cause scatenanti, reali o presunte. Hai ragione, l'ansia paralizza e non fa vivere! Ti consiglio perciò di rivolgerti subito alla Asl più vicina e chiedere di intraprendere un percorso terapeutico. Auguri dr, Annalisa Lo Mknaco

Dott.ssa Annalisa Lo Monaco Psicologo a Roma

551 Risposte

816 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 MAR 2017

Cara Laura, un percorso di psicoterapia potrebbe certamente aiutarla ad affrontare l'ansia.
Rimango a disposizione.
Un saluto.

Dott.ssa La Carbonara Laura Psicologo a Pavia

39 Risposte

23 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27300 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17850

psicologi

domande 27300

domande

Risposte 94200

Risposte