Ansia assurda e panico

Inviata da Carmen. 15 giu 2013 7 Risposte

Salve, soffro di ansia, mancanza di pazienza fino ad arrivare ad attacchi di panico. Non vivo più come prima perchè mi sento sopraffatta ma cerco cmq di fare tutto. Mi domandavo fa bene farle lo stesso le cose anche se cè questo stato di ansia che si accentua con l arrivo del ciclo mestruale?
Cordiali Saluti

Argomenti simili

7 Risposte

  • Miglior risposta

    certo è imporante e segno di coraggio riuscire a portare avanti le cose quotidiane quando ci sentiamo sopraffatti da ansia e panico; tuttavia la sintomatologia non va trascurata; le consiglio di intraprendere una terapia cognitivo-comportamentale che in breve tempo le consentirò di potergestire la sintomatologia ansioso-panicosa

    Pubblicato il 24 Giugno 2013

    Logo Dott. Dario Calossi - Psicologo - Studio Di Psicologia Grosseto

    7 Risposte

    6 Valutazioni positive

Spiega il tuo problema alla nostra comunità di psicologi!

Qual è la tua domanda? Psicologi esperti in materia risolveranno i tuoi dubbi.
Controlla se esistono domande simili a cui si è già risposto:
    • Scrivi correttamente: evita errori ortografici e non scrivere tutto in maiuscolo
    • Esprimiti in maniera chiara: usa un linguaggio diretto e con esempi concreti
    • Sii rispettoso: non utilizzare un linguaggio inadeguato e mantieni le buone maniere
    • Evita lo SPAM: non inserire dati di contatto (telefono, e-mail, etc.) né pubblicità

    Se desideri ricevere una consulenza clicca qui
    Come desideri inviare la tua domanda?
    Rimuovere
    Nome (sarà pubblicato)
    Indirizzo email dove desideri ricevere la risposta
    Perchè possano attenderti telefonicamente
    Per selezionare gli esperti della tua zona
    Per selezionare gli esperti gli esperti più adatti
    • 12050 Psicologi a tua disposizione
    • 12650 Domande inviate
    • 60150 Risposte date
    • Cara Carmen
      Convivere con qualcosa che non ci piace è veramente complicato, è un bene che lei continui a fare tutte le sue cose, ma le consiglio di consultare uno psicologo possibilmente ad indirizzo cognitivo comportamentale .

      Pubblicato il 18 Giugno 2013

      Logo Dott.ssa Petrini Consuelo
      Dott.ssa Petrini Consuelo Porto San Giorgio

      30 Risposte

      9 Valutazioni positive

    • Cara Carmen, sicuramente è importante non smettere di fare le cose a causa dell'ansia. Per questo non posso che sostenerla in questo cammino controcorrente e in direzione opposta alla sua ansia. La riflessione che volevo suggerirle è però relativa alla sua qualità della vita con una quota di ansia importante e con una lotta continua contro di essa. Non sarebbe meglio cercare di affrontare il problema estirpandolo alla radice? Si rivolga ad uno specialista psicologo fico terapeuta per risolvere un suo problema una volta per tutte.

      Pubblicato il 18 Giugno 2013

      Logo Dott.ssa Maria Luisa Abbinante

      8 Risposte

      1 Valutazione positiva

    • Cara Carmen,
      forse sarebbe importante rivolgersi a uno psicologo per approfondire meglio la sua storia. L'ansia di per sé è funzionale, ma se supera una certa soglia crea disagio. Alcuni terapeuti usano delle tecniche di rilassamento e l'EMDR per intervenire su questo tipo di difficoltà.

      Cordiali saluti.

      Dr. Antonio Cisternino

      Pubblicato il 17 Giugno 2013

      Logo Dottor Antonio Cisternino MDPAC

      481 Risposte

      565 Valutazioni positive

    • Gentile Carmen,
      il problema non è fare o non fare le cose, bensì trattare lo stato d'ansia che mi sembra stia diventando pervasivo ed invalidante. Le consiglio di rivolgersi in tempi brevi ad un professionista.
      Cordialmente
      dott.ssa Cristina Mencacci

      Pubblicato il 17 Giugno 2013

      Logo Dott.ssa Cristina Mencacci - Psicologa

      366 Risposte

      139 Valutazioni positive

    • Cara Carmen,
      perchè dovrebbe continuare a convivere con questo stato ansioso?
      L’ansia è un messaggio del nostro corpo che va ascoltato ed affrontato.
      Per contrastare questo spiacevole stato e sciogliere quell'intreccio paradossale che ha prodotto il sintomo, è necessario ascoltarsi .
      La invito a rivolgersi ad uno specialista nella sua zona ed affrontare la problematica.
      Il Benessere è una nostra scelta!
      Cordialmente,
      Dtt.ssa Raffaella Orlando

      Pubblicato il 17 Giugno 2013

      Logo Dott.ssa  Raffaella Orlando

      202 Risposte

      77 Valutazioni positive

    • Gentile Carmen, quando parla di attacchi di panico a cosa si riferisce? le sono stati diagnosticati? e cosa intende quando chiede se va bene comunque fare tutto? Può accadere nella vita di una persona un momento nel quale il proprio corpo manifesta dei sintomi quali l'ansia e gli attacchi di panico e ha senso allora fermarsi e approfondire che cosa questi sintomi le vogliano dire. Se smettere di fare le cose significa evitare situazioni varie e rinchiudersi in casa si tratta di una soluzione temporanea che col tempo può diventare più pericolosa del sintomo stesso, se intende altro le chiederei la cortesia di spiegarmi di cosa si tratta per poterle fornire un parere in merito. Il fatto che con l'arrivo del ciclo la questione si accentui è naturale e molto frequente.
      Cordiali saluti dott.ssa Elena Lugato

      Pubblicato il 17 Giugno 2013

      Logo Dott.ssa Elena Lugato

      17 Risposte

      15 Valutazioni positive

    Domande simili: Vedi tutte le domande