Ansia, apatia

Inviata da sara · 21 mar 2018 Ansia

salve,
volevo parlarvi di un problema che ormai mi trascino dietro da un anno.
Tutto è cominciato quando ho chiuso con degli amici, che per me rappresentavano il divertimento e la compagnia, senza una vera e propria litigata ma solo con un ''volta spalle'' per via che un membro del gruppo, dopo un tira e molla di qualche mese, decise di lasciarmi definitivamente portandosi questi amici dalla propria parte. Mesi dopo mi trasferì in un altro quartiere e in una casa dove abitavano prima i miei nonni attualmente defunti.
da quel momento è cominciato tutto.
Ho cominciato ad avere attacchi di panico sotto la metro perché mi sentivo mancare l'aria; mi usciva il sangue dal naso la notte; avevo paura che i miei smettessero di respirare durante la notte e questo mi portava ad alzarmi dal letto ogni volta per vedere se stavano bene. In tutto ciò i miei amici, dell'ormai, ex quartiere non sono mai venuti a trovarmi (se non due amiche) nonostante casa nuova si trovi vicino al loro quartiere.
L'unica ''ancora'' di salvezza era una persona molto idealizzata con cui ho avuto un tira e molla per 5 anni. Nonostante questa persona stesse all'estero per un po' di mesi, volevo sentirla per aggrapparmi all'ultimo punto di riferimento che mi rimaneva. Ma anche lui un giorno mi dice che si trova bene con me ma non tanto da avere una relazione. e da lì mi è crollato il mondo addosso. In quel momento mi era venuta la fissazione di aver inseguito per anni una persona solo perché forse ero lesbica.Notte e giorno pensavo a questa cosa. fino a quando non ho conosciuto il mio attuale fidanzato.una persona meravigliosa sia dentro che fuori che da subito mi ha ''rapito'' il cuore. Solamente che non ci siamo visti per nulla durante l'estate (se non per poche settimane) ed ecco che l'ansia di essere lesbica era tornata insieme al pensiero se questa persona mi piaceva o meno. [Questa angoscia quotidiana mi ha poi fatto avere il pensiero (sciocco e insulso) di buttarmi dal balcone, chiaramente allarmata da questo pensiero ho evitato di uscire dal balcone e di rimanere a casa da sola per un bel po' di tempo. Ma mi sentivo ed ero fisicamente sola] Chiaramente quando riuscivamo a vederci era pura gioia e lì per lì non ci pensavo. quando però ad ottobre tutto tornò alla normalità e potevamo quindi vivere questa storia in armonia, il pensiero di amarlo o meno non mi abbandonò. All'inizio questi pensieri mi procuravano un'angoscia fortissima, ora le cose vanno un po' meglio ma sono comunque triste e in ansia quando sto con lui: triste soprattutto perche vorrei solo godermi questa storia e in ansia perché ho il terrore che mi stia ingannando e che in realtà non lo amo.
Non so più cosa fare per risolvere questa cosa, e ora l'ansia di non amare il mio ragazzo mi sta torturando

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 21 MAR 2018

Gentile Sara,
Mi dispiace per quello che sta passando.
Credo che per stare meglio lei debba rivolgersi ad uno psicologo ed intraprendere un percorso. Riuscirà a capire meglio ciò che prova e a trovare strategie per stare meglio con se stessa e nelle relazioni.
Resto a disposizione,
Dott.ssa Daniela Vinci
Psicologa e Consulente Sessuale
Arluno (MI)

Dott.ssa Daniela Vinci Psicologo a Arluno

316 Risposte

667 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 MAR 2018

Sapere chi sei é la cosa più importante. Occorrerebbe lavorare su questo aspetto di te. Perché le tue paure sono date in primis dalla scarsa conoscenza di te stessa. Una volta capiti i tuoi timori e la costruzione emotiva delle tue paure lavorarci per trasformare il tutto. Sono a disposizione per eventuali chiarimenti Sara

Dott. Davide Milanese Psicologo a Tortona

212 Risposte

65 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 MAR 2018

Ciao Sara momenti di confusione possono capitare a tutti, ma tu parli di un malessere più profondo che ti accompagna da parecchio tempo, hai gestito fin ora tutto da sola ma nella vita non ci si può sorreggere sempre da soli a volte bisogna sapere chiedere aiuto ed anche questo saper fare una parte del proprio percorso di vita lasciandosi aiutare rappresenta FORZA e CRESCITA quindi io ti inviterei a consultare una psicoterapeuta che possa fare con te chiarezza nei tuoi sentimenti ma anche aiutarti ad affrontare le ossessioni che da tempo ti accompagnano.
Dott.ssa Silvia Rotondi

Dott.ssa Silvia Rotondi Psicologa - Psicoterapeuta Psicologo a Roma

125 Risposte

46 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 MAR 2018

Salve,
Comprendo la sua situazione è le consiglio di rivolgersi prontamente ad un collega nella sua zona: mi sentirei di specificare che sarebbe opportuno un intervento di tipo cognitivo comportamentale, a mio avviso efficace nel trattamento dei pensieri ossessivi e dell' ansia ad essi correlata.
Resto volentieri in ascolto e la saluto.

Dott.ssa Sabina Marianelli Psicologo a Roma

122 Risposte

63 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 MAR 2018

Cara Sara, vivere nell'ansia non è affatto semplice, vero? Ogni cosa sembra tremenda e insormontabile ed i dubbi ci assalgono in tutte le circostanze ed ambiti della vita.Come sarebbe la tua vita senza l'ansia e senza il dubbio? è forse questa a impedirti di pensare e agire in piena consapevolezza e libertà?
Io credo che il primo step sia proprio questo: riuscire a liberarsi di questo pesante fardello per poi sistemare passo passo tutti gli altri ambiti. Ti posso solo consigliare di rivolgerti ad un professionista esperto che in tempi brevi possa aiutarti

Dott.ssa Chiara Illiano Psicologo a Roma

20 Risposte

6 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 25700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17450

psicologi

domande 25700

domande

Risposte 90450

Risposte