Ansia, agorafobia, paralisi totale della mia vita

Inviata da virginia · 31 ott 2016 Ansia

Sono una ragazza di 26 anni che ormai da 6 anni convive con ansia generalizzata che in alcuni periodi sfocia in attacchi di panico. Periodi neri ne ho avuti due e uno é quello che sto passando ora..sono mesi ormai che sono rientrata nel baratro degli attacchi di panico con agorafobia,e questo ovviamente mi porta anche a depressione. Mi mancano tre esami per laurearmi ma mi sono bloccata.tutto il mio percorso universitario é stato caratterizzato da ansia, motivo per cui sono fuori corso..ora ,faticosamente sono andata avanti e mi mancano questi benedetti tre esami,ma la mia vita è come paralizzata.esco pochissimo perché ho paura di sentirmi male e non trovo motivazioni per uscire,mi sono isolata ormai da tanto tempo,ho pochissimi amici e in famiglia non capiscono realmente come mi sento.ho fatto terapia per tre anni,mi ha fatto bene,ma ora che sono ricaduta nel baratro non credo neanche più alla terapia.quello che dovevo capire l'ho capito,ma non tutto si può modificare della propria vita. Ho un compagno che mi ama molto,é l'unico che mi sta vicino ma non posso approfittare del suo amore e della sua pazienza.devo uscire da questo stato catatonico... Mi sento male,ho sempre l'ansia,a volte mi sembra quasi di impazzire..non so cosa fare,a chi affidarmi,che tipo di terapia intraprendere( perché so che devo ricominciarla anche se non mi va). Potete darmi un consiglio su una terapia efficace per dap e agorafobia? Grazie

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 2 NOV 2016

Gentile Virginia,
mi pare evidente che lei abbia bisogno di riprendere una psicoterapia, non è chiaro però di quale tipologia sia stato il suo precedente percorso di cura psicologica e come mai ne sia stata così delusa. Ciò che ritengo importante è che se dovesse riprendere un nuovo percorso , dovrà valutare il livello di fiducia che il nuovo/a terapeuta le ispirerà. Si accerti di essere ascoltata con interesse e non solo istruita in merito ad eventuali strategie ed esercizi da eseguire. L'ansia rappresenta sempre uno stimolo segnale e quando si presenta in modo così pervasivo e senza gravi motivi reali, è necessaria una analisi ed elaborazione accurata dei conflitti che la sottendono, oltre all'apprendimento di tecniche che inducano il corpo e la mente ad allenarsi al rilassamento, che agiscano riportando l'organismo ad un livello ottimale di equilibrio, come ad esempio il training autogeno, che personalmente ritengo metodo elettivo a supporto della terapia verbale.Sono d'accordo con lei,quando afferma che non basta venire a conoscenza dei possibili motivi che stanno alla base di una sofferenza psicologica, infatti i fattori che più incidono sul cambiamento terapeutico, risiedono nella relazione psicologo-paziente, che deve basarsi sulla creazione di una forte "alleanza terapeutica"( una relazione basata sulla fiducia , rispetto e condivisione di obbiettivi ), condizione che si acquisisce in genere solo in tempi più o meno lunghi. Può darsi che questi elementi non fossero presenti nel precedente percorso di cura. Esistono due fondamentali tipi di psicoterapia: quelli che agiscono solo sui moti coscienti e sono le terapie cognitivo -comportamentali , comprese le "strategico brevi"che agiscono direttamente sul sintomo per ridurlo o eliminarlo e che prevedono un n. limitato di sedute per raggiungere un buon risultato e, Psicoterapie del profondo , quelle cioè di tipo psicoanalitico , le quali ritengono il sintomo , solo la punta di un iceberg sotto cui si agitano conflitti inconsci e coinvolge quindi l'intera personalità del paziente ed è a quella , che l'analista rivolge la propria attenzione. Questo è certamente un approccio più complesso che scava più in profondità e mira a scardinare alla radice i motivi della sofferenza della persona. Metaforicamente parlando per questa seconda corrente di pensiero,curare solo il sintomo sarebbe come curare un ascesso dentale lavorando sul dente , cercando di calmare il dolore con strategie varie ma senza andare alla radice del problema. Sta quindi a lei valutare cosa possa fare meglio al caso suo.

rimango a disposizione per ulteriori approfondimenti.
Cordialmente

Dott.ssa Giuseppina Cantarelli
Psicologa-Psicoterapeuta
Psicoanalista Junghiana
Parma

c

Dott.ssa Giuseppina Cantarelli Psicologo a Parma

191 Risposte

651 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 NOV 2016

Buongiorno Virginia, non so che tipo di terapia Tua abbia seguito.
Le terapie, psicoanalisi compresa, sono strumenti che vanno utilizzati a seconda dei casi. Vi possono essere situazioni che richiedono un impegno maggiore. Faccio un esempio: possiamo immaginare la psiche come una cipolla, la forma della cipolla è determinata dalla forma del suo nucleo. Spesso certe psicoterapie lavorano su strati non sufficientemente profondi. La psicoanalisi, ben condotta, lavora sul nucleo. Quando il nucleo ritorna alla sua forma regolare anche gli strati superficiali si distendono e vanno ea posto. Allora non sono le psicoterapie che non funzionano ma forse, nel Tuo caso, hai bisogno di una lavoro psicoterapeutico più intenso. Io Ti suggerirei la terapia micropsicoanalitica ( puoi saperne di più su internet ). Si differenzia dalla tradizionale psicoanalisi per l'intensità, la durata, e la frequenza delle sedute. Certo è più impegnativa di una o due ore a settimana, ma, a questo punto, Ti suggerirei questa soluzione.
E poi non si tratta di capire, capire non serve a molto. Si tratta di qualcosa di più profondo che và al di là delle parole. Esattamente come ciò che è contenuto nell'inconscio e che causa le sofferenze e i disturbi che Ti affliggono.
Io resto a Tua disposizione e Ti saluto amichevolmente
Dr. Marco Tartari, Asti

Dott. Marco Tartari Psicologo a Roatto

738 Risposte

441 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 NOV 2016

Cara Virginia,
Lei ha effettuato un percorso di psicoterapia che l'ha aiutata a conoscersi meglio e a diventare più consapevole dei suoi stati interiori e questo è stato un importante traguardo raggiunto da cui ripartire per completare il lavoro su se stessa. A mio avviso l'ansia e il panico possono sempre ripresentarsi nella vita in concomitanza di tappe e cambiamenti importanti, come nel suo caso l'approssimarsi della laurea. Una terapia che utilizzi delle tecniche studiate ad hoc per i disturbi d'ansia di cui soffre potrebbe esserLe di aiuto mettendoLa in grado di imparare a gestirli anzichè subirli.
Direi che potrebbero bastare poche sessioni di terapia breve strategica per riappropriarsi delle risorse interiori necessarie a fronteggiare e superare gli stati ansiosi di cui soffre, facendole riconquistare serenità e benessere in tempi brevi.

A disposizione per ulteriori chiarimenti e un caro saluto.

Dott.ssa Angela Fortini Terapia Breve Strategica a Perugia

Dott.ssa Angela Fortini Psicologo a Perugia

14 Risposte

6 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 NOV 2016

Gentile Virginia, da quello che leggo sembra essere giovane e con molte risorse nella sua vita, tra le quali la prospettiva di laurearsi. A volte però proprio perchè siamo di fronte a certi traguardi importanti, qualcosa dentro di noi si blocca e come conseguenza sviluppiamo sintomi che ci fanno star male. Credo che sia proprio la prospettiva della laurea a rendere questo momento della sua vita così complesso, bisognerebbe comprendere cosa significa per lei questo traguardo e da qui pian piano iniziare un percorso di conoscenza interiore em una relazione terapeutica che solo la psicoterapia psicodinamica può darle, in modo tale da superare questo impasse nel quale si trova attualmente. La psicoterapia psicodinamica cura in profondità proprio perchè si fonda non su tecniche o compiti dati a casa, bensì perchè mette al primo posto l'individualità della persona e riscrive la sua storia attraverso il colloquio e gli affetti che con esso vengono ad emergere. Cordiali saluti
Dott.ssa Antonietta Di Renzo (VR)

Dott.ssa Antonietta di Renzo Psicologo a Verona

38 Risposte

14 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 NOV 2016

Cara Virginia,
In questo momento così difficile è importante che chieda un aiuto. Sicuramente è necessario inquadrare meglio la sua sintomatologia, verificando se effettivamente i suoi disagi sono inquadrabili nelle tichette diagnostiche che ha scritto. Se così fosse, le linee guida NICE (National Institute of Health and Care Excellence) hanno dimostrato l'efficacia della terapia cognitivo comportamentale designandola terapia d'eccellenza per i disturbi d'ansia e per la depressione. Per questo mi sento caldamente di consigliarle un collega che segua tale approccio.
Rimango a disposizione per ulteriori informazioni.
Un saluto.

Dott.ssa Sara Spagnolo
Psicologa

Dott.ssa Sara Spagnolo Psicologo a Sommacampagna

12 Risposte

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 OTT 2016

Buongiorno Virginia, prima di tutto bisognerebbe verificare se il suo effettivamente è un problema caratterizzato da attacchi di panico con agorafobia, perché lei accenna a tante cose che bisognerebbe approfondire per essere precisi.
Per il trattamento degli attacchi di panico e dell'agorafobia la terapia breve strategica è tra le più efficaci e rapide.

Dott.ssa Erica Tinelli Psicologo a Orte

234 Risposte

309 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24150 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17050

psicologi

domande 24150

domande

Risposte 86900

Risposte