Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Ansia acuta, credo di avere doc da relazione.

Inviata da Federica il 10 set 2018 Ansia

Salve, sono Federica ed ho 21 anni. Da 5 anni sono fidanzata con G., abbiamo 9 anni di differenza ma questo per noi non è mai stato un problema ma anzi un punto di forza. Lui è un ragazzo molto riservato e socievole, non mi ha mai fatto mancare nulla, purtroppo però quando perde la pazienza ha dei problemi a gestire la rabbia e a volte dice cose un po’ pesanti (rabbia che “sfoga” principalmente con me e con la madre, purtroppo dovuta a varie vicissitudini del padre che è poi morto quando il mio ragazzo era molto giovane). Quando capita che litighiamo magari stiamo a non sentirci per un paio di giorni, ma poi tutto passa.. da un mese e mezzo circa però mi è sorta un’ansia profonda che mi blocca sotto tutti gli aspetti della mia vita. Il fattore scatenante è stato il fatto che una sera ad una cena organizzata dai miei genitori non si sia presentato per dei discorsi che non si sono capiti, lui si è arrabbiato molto ed abbiamo litigato al solito, ma dopo qualche giorno come sempre abbiamo fatto pace. La sera in cui abbiamo fatto pace siamo stati bene, abbiamo fatto l’amore, poi tornata a casa una domanda si è insinuata nella mia mente:”e se non provassi più gli stessi sentimenti che ho sempre provato?” Da lì comincia il mio calvario. Ansia terribile, nottate interminabili passate a rimuginare, cercare sempre di capire se lo amo no, se è la persona giusta o no, cerco continue rassicurazioni nella mia mente, cerco sempre il contatto con lui è il pensiero che la nostra storia possa finire mi fa troppo male. Ne ho subito parlato con lui, che è molto dispiaciuto dalla situazione e che non sa come aiutarmi, gli ho chiesto di andare dallo psicologo per risolvere j suoi problemi di rabbia, ma lui non ne vuole sapere e sinceramente credo che comunque questo non possa risolvere i problemi. Siamo stati 5 giorni senza sentirci ne vederci e sono stati dei giorni terribili, sono stata malissimo, i dubbi ancora mi hanno attanagliato la mente ma il fatto di non vederlo ne sentirlo mi ha fatto stare malissimo.. poi per caso un giorno ci siamo scontrati ed io ho cominciato a tremare fortissimo perché avrei solo voluto fermarmi ed abbracciarlo fortissimo. Ovviamente ci siamo rivisti e stiamo ancora insieme, quando sono con lui non nego che i dubbi siano sempre nella mia mente, ma quasi scompaiono perché so che sono con lui e sto bene. Ho cominciato a leggere del doc da relazione e ho constatato di avere quasi tutti i “sintomi”, il fatto di chiedermi se lo amo o meno, se mi sto disinnamorando, il fatto di aver bisogno di continue rassicurazioni sotto ogni punto di vista, sul futuro, sugli aspetti lavorativi e tanto altro. Ho fatto una seduta da una psicologa che mi ha detto che secondo lei la mia ansia mi ha portata ad un bivio ovvero voglio stare con lui o no? E mi ha detto anche che cosa ci sto a fare con una persona che nel momento del litigio mi tratta male. A me il solo pensiero di dovermi separare da lui mi distrugge, ci starei troppo male e anche lui. Non so più che fare, cerco di non pensarci ma è molto difficile, a volte vorrei solo scomparire e vorrei che tutto questo non fosse accaduto a me..

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Federica,
il problema della gestione della rabbia del tuo ragazzo è serio e va adeguatamente trattato.
D'altra parte, anche la tua insicurezza che si ripercuote soprattutto sugli aspetti lavorativi e sulla tua relazione sentimentale richiede un opportuno trattamento per essere debellata.
Pertanto, non basta una seduta singola ma occorre un percorso di psicoterapia di coppia o anche individuale.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6600 Risposte

18483 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buonasera Federica,

Non deve essere semplice gestire la situazione ed è normale che lei provi ansia.
Probabilmente non si tratta solo di una questione di sentimenti :"lo amo ancora ?", forse non accetta più, perché satura, i suoi comportamenti. Forse prima lo giustificava, lo capiva e lo perdonava, ora fa molta più fatica ed ha ragione. Ha fatto bene a dire al suo ragazzo di intraprendere un percorso ed è stata anche matura ad iniziarlo lei .
Condivida con la professionista ciò che prova
Resto a disposizione per eventuali chiarimenti, mi scriva
Cordiali saluti
Dott.ssa Alice Noseda

Dott.ssa Alice Noseda Psicologo a Lecco

1546 Risposte

1139 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Altre domande su Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19250 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15550

psicologi

domande 19250

domande

Risposte 78250

Risposte