Ansi per la tesi. Mancanza di autostima e senso di fallimento

Inviata da luca barbieri · 10 set 2021

Salve a tutti,

Sono uno studente universitario di 24 anni e frequento l'ultimo anno di Ingegneria. Ho finalmente finito di dare tutti gli esami, arrivando anche ad avere una media che mi permette un buon voto di partenza (102/103). Ora mi ritrovo a dover trovare un relatore e cominciare il lavoro di tesi. Sono completamente in ansia perché devo prendere per forza 29/30 per poter avere un voto di base di 102 per poter puntare al 110, altrimenti avrei 101.

Mi sono preso una pausa di una settimana, dato che non ho fatto nemmeno vacanze per preparare l'ultimo esame e mi sento in colpa perchè penso che non avrei dovuto smettere di studiare questa settimana ma dovevo continuare a studiare, a cercare subito il relatore.

Oltre all'ansia per quanto riguarda l'ambito accademico, questa si estende a tutta la mia vita in generale come l'ansia generata dalla paura di non riuscire a combinare niente nella mia vita, di non essere in grado di trovare lavoro dopo, di non avere uno straccio di esperienza in ambito lavorativo, l'ansia di finire fuoricorso, di non riuscire a scrivere la tesi, di non essere in grado di trovare un argomento o relatore, di non essermi goduto forse i migliori anni della mia vita.

Anche il fatto di non sapere che tesi scegliere, avere paura di propormi alle aziende per stage per paura di non essere preso, mi sta facendo impazzire : ci penso continuamente e questo non fa altro che continuare a distrarmi e farmi sentire sempre inferiore agli altri, specialmente in ambito "competitivo" come ricerca di lavoro, stage, università in generale. Come se gli altri sapessero tutti più di me, fossero tutti più preparati, fossero sempre migliori di me (anche se magari gente diciamo "al mio livello" o con cui mi confronto quotidianamente, prepariamo esami insieme etcc riesce in tutto). Questo in ogni aspetto della vita e con qualsiasi persona.



Questo senso di fallimento, sentirsi inadatto in tutto e inutile, inferiore a tutti si riflette anche nella mia vita privata, sia con familiari, amici e possibili frequentazioni con ragazze. Sono sempre stato un tipo molto timido e introverso sin da quando ero bambino: poche amicizie ,soprattutto con le ragazze. Ciò mi ha impedito da adolescente di fare tutte le classiche esperienze che si fanno a quell'età. Ho un sacco di interessi che mi piacerebbe sviluppare ( tipo imparare una seconda lingua diversa dall'inglese, leggere con frequenza ecc) ma non riesco a mettere in pratica niente perchè penso che devo solo studiare, prendere il massimo e non perdere tempo con altro. Vedo gente che fa mille cose e che va bene e io non riesco neanche a cominciarne una per paura già di fallire, di non riuscire a reggere il ritmo e tutto il resto. Prima del covid avevo cominciato ad andare in palestra e mi trovavo bene anche coi tempi, infatti sono riuscito a perdere più di 10 chili che avevo accumulato in questi anni di università, ma adesso ho paura di non essere più in grado di fare nemmeno quello nonostante praticamente mi rimanga solo la tesi da fare.



Scusate per la lunghezza del messaggio e se ci sono errori di battitura ma ho scritto da telefono.

Grazie mille per aver letto e risposto.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 13 SET 2021

Buongiorno Luca,
penso che in questo momento le potrebbe essere di grande aiuto iniziare un percorso psicologico per fare chiarezza circa le difficoltà che ha descritto.
Un saluto,
Dott. Alessandro D'Agostini, Centro Meta

Centro Meta Psicologo a Roma

44 Risposte

46 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 SET 2021

Buona sera Luca, quello che lei racconta e scrive sembra essere il frutto di un'ansia generalizzata che sta annebbiando la sua capacità di osservare i suoi traguardi, il buon lavoro fatto fino adesso e le risorse interne che ha a disposizione. Potrebbe essere utile per Lei intraprendere un percorso che le permetta di capire da dove nascono queste rigide convinzioni sul suo esser inadatto ed inferiore agli altri ma anche che le permetta di guardarsi da un'altra prospettiva e narrarsi con parole più "equilibrate" e meno "pesanti".

Un caro saluto,
Dr.ssa Arianna Buttafuoco

Dr.ssa Arianna Buttafuoco Psicologo a Perugia

33 Risposte

12 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 SET 2021

Gentile Luca,
perchè pensa di non riuscire a combinare niente se è già alle soglie della laurea?
E' evidente che questo è un pensiero distorto dettato dall'ansia anticipatoria e dalla bassa autostima con ripercussioni negative a 360 gradi negli altri settori della sua vita oltre che nello studio.
Come le hanno suggerito le mie Colleghe, è tempo di intraprendere un percorso di psicoterapia per acquisire più sicurezza, autostima e ottimismo.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7615 Risposte

21281 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 SET 2021

Caro Luca,
ti consiglierei di intraprendere un percorso psicologico per cercare di gestire al meglio questa situazione.
Cordiali saluti.

Dott.ssa Margherita Romeo

Dott.ssa Margherita Romeo Psicologo a Roma

1119 Risposte

325 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 SET 2021

Gentile Luca, l'avvicinarsi della fine di un percorso di studi può sollecitare ansia in quanto si tratta di un traguardo importante che allo stesso tempo apre ad un "dopo" non ancora conosciuto.
Sembra inoltre che tu ti confronti eccessivamente con gli altri perdendo di vista il fatto che ognuno è diverso e può avere tempi differenti. La continua critica verso te stesso aumenta il tuo senso di inadeguatezza, anche perché sembri avere ideali di perfezione che sacrificano molti altri aspetti del tuo sé. Ciò è alla base della tua continua ansia da prestazione.
Una psicoterapia potrebbe aiutarti molto nel riequilibrare questi aspetti di te stesso, allargare la tua esperienza di vita e aumentare la tua sicurezza interna.

Resto a disposizione

Cordiali saluti
Dott.ssa Valeria Mavilia

Dott.ssa Valeria Mavilia Psicologo a Spadafora

128 Risposte

86 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 SET 2021

Salve, mi dispiace per il disagio espresso. Valuti la possibilità di trovare uno spazio d’ascolto, avviando un percorso psicologico nel quale poter riflettere sull’origine e le cause delle difficoltà riportate e che la aiuti nell’elaborazione dei suoi vissuti, oltre che essere di supporto nel riconoscere le risorse a sua disposizione e trovare delle strategie utili per fronteggiare le situazioni problematiche.

Un saluto
Dott.ssa FM

Dott.ssa Francesca Moscetta Psicologo a Roma

182 Risposte

56 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 SET 2021

Caro Luca,
l’ansia che riporti fa vivere in un loop di “se e ma” che anticipano eventi che ancora non sono successi e che potrebbero non accadere mai, rubando energie mentali importanti. Inoltre fai riferimento ad incertezze, insicurezze, senso di inadeguatezza, un confronto con gli altri improduttivo, timori e perplessità sul futuro, ecc. Tutti elementi connessi ad autostima e convinzioni di base da approfondire. Ti suggerisco di iniziare un percorso così da comprendere, elaborare e lavorare su tutto ciò che ti fa soffrire, in modo proattivo, e per imparare a gestire l’ansia e portarla a scemare.
Ti auguro di riuscire presto a vivere con serenità.
Buona giornata,
Dr.ssa Annalisa Signorelli (ricevo anche online)

Dott.ssa Annalisa Signorelli Psicologo a Belvedere Marittimo

471 Risposte

673 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 SET 2021

Buongiorno Luca,
L’ansia è generata da pensieri anticipatori e che sono disfunzionali. Ogni giorno abbiamo l’energia per vivere quel giorno, non per precorrere quelli a venire. Saper vivere il qui e ora di ogni giorno è la strada più corretta. Più che lottare con i pensieri sul futuro si faccia catturare da ciò che ogni momento le presenta davanti.
Posso aiutarla volentieri trasmettendole alcune tecniche che poi si porterà per tutta la sua vita.
Resto a disposizione e le auguro il meglio
Dott.ssa Oriana Parisi

Dott.ssa Oriana Parisi Psicologo a Bari

682 Risposte

410 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30550 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 19000

psicologi

domande 30550

domande

Risposte 104800

Risposte