Anni di profonda difficoltà

Inviata da Michi · 30 gen 2019

Buonasera. Sono una ragazza di 27anni,nell'ultimo periodo sto vivendo un momento davvero troppo difficile.
Sono stata una bambina abbastanza difficile, non volevo andare a scuola, piangevo sempre e imploravo mia madre di tenermi a casa. Nei momenti liberi, ero sempre con mio nonno materno e mia zia disabile,perche mia madre mi scaricava sempre quando poteva... Mio padre è sempre stato uno problematico,(non ha mai avuto dei genitori ed è stato chiuso in collegio, bugiardo patologico, non ha quasi mai lavorato, è sempre stato nei bar a giocare a carte e non si è mai assunto nessuna responsabilità) l'ho visto piu volte picchiare mia madre sempre nel periodo dell'infanzia, episodi che poi per fortuna sono spariti. I miei hanno avuto poi altri tre figli(il primo quando avevo 13anni e gli altri 2quando ne avevo 15). Da quel momento mia madre è totalmente esaurita, già prima non era una persona del tutto normale, ma dopo la nascita degli ultimi due fratelli, è impazzita. Ha assunto una baby sitter perché lei non era in grado di curare i bambini, non cucinava, spesso ero io a portare i miei fratelli a scuola, alle visite, li curavo se erano ammalati, ho fatto un po' da madre anche io ai miei fratelli.. Nel frattempo i miei non hanno mai avuto un buon rapporto, scaricavano sempre il nervosismo su noi figli, con insulti, urla continue... Di punto in bianco mia madre ha deciso di trasferirsi da Milano a Cesenatico circa 4anni fa. Io non ero assolutamente d'accordo, avevo23anni, il mio lavoro, le mie amicizie, fidanzato, stavo benissimo dov'ero ma non potevo mantenermi da sola, cosi l'ho dovuta seguire. I primi tempi sono stati difficilissimi per tutti, i miei fratelli erano emotivamente distrutti, tutti pensavamo alla nostra vita prima e stavamo male. Mio padre non lavora, lei é l'unica a lavorare e con noi vive la sorella disabile di mia madre che aiuta in casa con la sua pensione per fortuna, almeno i miei fratelli possono avere una vita un po' dignitosa. Ho litigato spesso con mia madre per tutti questi motivi, sono arrivata a vivere in macchina per più mesi perché non ne potevo più...Sopporto i problemi di tutti, dei miei fratelli dei miei.. Mio padre non ha manco la patente, sono sempre io a dover andare a prendere i miei fratelli, a fare la spesa, accompagnare anche mia zia disabile in giro qualche volta, aiutare i fratelli nei compiti.. Mi sento di aver fatto da mamma ai bambini e anche di aver svolto più volte il ruolo di mio padre che non ha mai fatto nulla. Sin da adolescente sono stata caricata di responsabilità..
Mia madre ha iniziato a chiudersi ogni giorno in cucina con la musica a tutto volume (anche di sera tardi), esce ogni tanto con delle sue amiche, ha sempre il telefono in mano, si fa foto come i ragazzini e ignora tutti gli altri della famiglia, se qualcuno osa avvicinarsi o dirle qualcosa inizia ad urlare e sbraitare con tutti, trattandoci come stracci. Mio padre da quando siamo qui non ha mai lavorato ed è sempre buttato sul divano a dormire (ha63anni ormai) Nessuno segue i miei fratelli con la scuola, sono problematici, 2su 3sono stati bocciati, l'altro invece prende sempre note, è un bulletto. Sono ragazzini senza educazione. Io nel frattempo vivo chiusa in camera, non ho amici, non ho lavoro.. Da quando sono qui, ho smesso di uscire, faccio fatica a relazionarmi con gli altri, evito le persone , alterno momenti di digiuno a momenti di abbuffate, non riesco a riprendermi. Ho un fidanzato con cui va tutto male, probabilmente a causa della mia situazione e non so più come gestire le cose. Non riesco a trovare un lavoro (prima di tutto perché vivo in un paese sperduto e con poche possibilità) proprio perché non voglio vedere nessuno, nei pochi colloqui fatti avevo una forte ansia, facevo quasi fatica a parlare, mi sono chiusa molto in me stessa. L'unica cosa che mi dava un po' di serenità era il mio fidanzato, con cui uscivo, mi spronava a vivere, a ricominciare uscendo, cercando lavoro... ma poi è venuto a vivere a casa mia insieme alla mia famiglia, ha iniziato a raccontarmi delle piccole bugie e le cose là sono precipitate... Litighiamo sempre io e lui e lo attacco spesso dicendo che non mi aiuta, che non fa nulla per me, anche se in cuor mio so bene che il problema ce l'ho io e lui non c'entra... Non so come fare e a chi rivolgermi. Mi sento estraniata dal mondo.. Non sono piu la persona che ero e questo tutto dal momento del trasferimento.. Non sono mai riuscita a superarlo e mi sento di aver perso 4anni della mia vita. Ho continui sbalzi di umore, ansia, brutti pensieri.. Vorrei allontanarmi da questa casa per sempre, lasciarmi alle spalle tutto e ricominciare ma in questo stato d'animo mi è tutto più difficile ed è un circolo.. Mi sento intrappolata in questa vita che non ho scelto.
Ho già 27anni e vorrei davvero uscire da tutto questo... La forte difficoltà economica che si vive in casa mia non mi permette di poter andare da uno specialista anche se è quello che vorrei di più visto come soffro in questa situazione è vorrei uscirne il prima possibile.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 30 GEN 2019

Cara Michi, per quel che può servire vorrei farti i miei complimenti, sei stata bravissima! Sei riuscita a mantenere un buon equilibrio in una situazione che avrebbe distrutto quasi tutti, ha fatto la tua vita, hai un fidanzato, ed hai anche aiutato i tuoi fratelli! Meglio di così impossibile. Ovvio che nessuno possa essere felice in una situazione come la tua. Personalmente sarei pronto a seguirti gratuitamente. Purtroppo al telefono non funziona bene come vedersi di persona. L' unica raccomandazione che posso farti è di trovare una qualche forma di sostentamento che ti renda più indipendente, e di rivolgerti al medico di famiglia per avere un aiuto terapeutico presso la ASL. Comunque se lo desideri puoi chiamarmi. Abbi cura di te!
Leopoldo Tacchini

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

889 Risposte

367 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16550

psicologi

domande 22900

domande

Risposte 84150

Risposte