Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

andare avanti dopo il tradimento di mia moglie

Inviata da in cerca di aiuto il 2 ott 2019 Terapia di coppia

Salve,
5 mesi fa ho scoperto che mia moglie tra febbraio e marzo si scambiava video e foto porno/erotiche con un ragazzo di 10 anni meno di lei e ad aprile mi ha tradito con un uomo di 10 anni più anziano conosciuto in un gruppo facebook di torino ed incontrato a bologna con il quale si sentiva tutti i giorni
Io ho 38 anni, lei 36 ed abbiamo 2 figli di 5 e 2 anni.
Siamo insieme da 7 anni di cui 6 di matrimonio
Dopo averlo scoperto è iniziato un periodo buio per entrambi.
Nella prima settimana mi ha detto che voleva stare con me, che mi amava, faceva l'amore con me, diceva che non ci pensava più ed ho scoperto alla fine che nel frattempo si risentiva con quell'uomo
Mi ha detto che era finita per 4 volte, che si era innamorata dell'altro e per 4 volte è tornata sui suoi passi.
Da quel punto sono iniziato 3 mesi nei quali era in collera con il mondo, l'avrebbe distrutto se avesse potuto.
Rabbia, urli, crisi isteriche, mi ha trattato come peggio non si potesse accusandomi di ogni cosa possibile immaginabile.
Io dal mio canto, dopo l' iniziale disperazione, ho iniziato ad essere sicuramente oppressivo, volevo sapere tutto, gli controllavo il telefono, la svegliavo in piena notte quando scoprivo qualcosa di nuovo su questo passato.
Poi ho iniziato a pensare al perchè, mi sono fatto autocritica, ho capito che nei mesi precedenti ero cambiato anche io.
Non riesco a giustificarla con questo, perchè si poteva fare altro sicuramente, ma ho cercato di capire i miei errori
Ho subito...subito tutto quello che mi diceva, tutto l'odio che aveva ma le ho sempre detto che le sarei stato accanto ugualmente
Ho cercato di riconquistarla come da fidanzati
Le infastidiva addirittura che l'abbracciassi.
Lei era la mia base, la mia sicurezza, era per me inimmaginabile questa cosa.
Non le ho mai negato di uscire con le sue amiche, mai negato nulla e mai controllato nulla...
Una sera è tornata a casa da una serata con le amiche e le cose hanno iniziato ad andare meglio.
Solo che ora mi sento come se tutta la disperazione stia scoppiando in me.
Lei è ancora sui social, la vedo sempre on line su whatsup....
Le trovo migliaia di frasi su amori impossibili che lei posta più volte al giorno.
Quando le chiedo spiegazioni dice che sono solo frasi belle oppure che le ha dedicate a me, ma non riesco a crederci.
Mi ha mentito dicendo le stesse cose prima che scoprissi tutto, guardandomi negli occhi, cancellando ogni cosa che scriveva costantemente ( ho scoperto tutto da un messaggio inviato dall'altro mentre stavamo guardando una cosa assieme )
Lei si dimostra infastidita da questa mia crisi, dice che rivive i momenti in cui la controllavo.
Io le chiedo di aiutarmi, di capire come posso stare e di dimostrarmi il suo amore.
Lei mi ripete che non c'è nessun altro, che ha sbagliato ma ora ci sono solo io.
Non so perchè dopo questo tempo mi sia tornata questa crisi, ma so che la mia mente non si ferma, non si placa.
I dubbi
Vorrei andare avanti, ho paura di allontanarla perchè mi sembra che lei non capisca oppure che non riusca a sopportare il dolore che mi ha fatto e trovi la maniera di puntarmi sempre il dito, in modo da sentirsi più forte( " sì, ho sbagliato, ma anche tu .." )
Tra 20 giorni andrà a milano ad incontrare un suo amico che non vede da anni trasferitosi la.
Questo amico è stato il suo confidente per tutto questo tempo ( era nella sua stessa situazione, ma lui si è separato )
Non posso dirgli che non voglio, sarebbe l'inferno, ma all'idea mi scoppia la testa.
Abbiamo provato da un terapeuta di coppia, ma dopo 2 sedute si è rifiutata di andarci perchè per lei era una cavolata....
Non so come placare il mio dolore.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Buongiorno
Sopravvivere come coppia dopo tutto questo non è certo semplice. Immagino la tensione ogni volta che lei esce o sta sui social.
La fiducia in un rapporto lo rende solido e permette alle persone di vivere con serenità ciò che l'altro fa o dice. Quando si vive un tradimento la fiducia cessa di essere qualcosa di scontato e deve essere completamente ricostruita, ma non è un lavoro semplice perchè come un vaso rotto rimettere i cocci insieme non cancella la frattura ed è un processo lento e laborioso.
Se sua moglie ritiene la terapia inutile eviti di forzarla ma trovi lei uno spazio per portare la sua sofferenza e le sue difficoltà.
In tal modo potrà trovare la forza e l'energia per affrontare ciò che viene e scegliere anche il meglio per sè ed i suoi figli.
A volte bisogna prima prendersi cura di sè e solo dopo si è pronti a vivere ciò che ci circonda.
Laura Gaido

Dott.ssa Laura Gaido Psicologo a Grugliasco

62 Risposte

42 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gent.mo, come prima cosa posso solo dirle che mi dispiace per tutto il dolore che la sta accompagnando e che comunque accompagna anche sua moglie .
Come lei stesso ha compreso in questi mesi, la verità non è mai una sola e in una coppia si è sempre in due a cocreare la relazione . L'arrivo di un terzo rappresenta poi l'imprevisto che scombina ogni cosa ,che rimette in discussione fino alla radice e apre a nuovi scenari di rapporto. E qui sta il punto su cui riflettere visto che come lei scrive dopo aver accusato "l 'altro" ci si osserva e ci si chiede quali errori sono stati fatti non tanto dall'altra parte quanto dalla propria . Anche se mi piacerebbe non mi è possibile in una risposta dare una ricetta per superare il momento di dolore e disperazione, di avvilimento, di senso di frustrazione di perdita di fiducia nell'altro e in sè stessi... ciò che posso suggerire visto il rifiuto di sua moglie nel voler proseguire con gli incontri di coppia è di cercare lei un aiuto e un sostegno per iniziare ad elaborare questo lutto per cercare di capirsi e affrontare questo momento difficile in modo da trasformarlo in una possibilità di crescita.
Mi permetto anche di suggerire particolare attenzione con i vostri bambini facendo in modo che non assistano ai vostri conflitti e momenti di tensione. Mai dimenticarsi di essere genitori a prescinder da come poi vanno le cose di coppia.
Dott.ssa Patrizia Adamoli

Dott.ssa Patrizia Adamoli Psicologo a Cernusco Lombardone

9 Risposte

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

ciao. da quello che riferisci mi sembra di avere capito che hai ricevuto, in ambito sentimentale, numerose ferite che ti hanno fatto mettere in dubbio la tua amabilita' nei confronti degli altri. per non sentire questo dubbio di essere amato dagli altri, cerchi di aggrapparti il più possibile a chi ti potrebbe amare, alimentando così però il tuo dubbio di essere amato veramente, dubbio che quindi, in questo modo, non si disconferma mai. il fatto di stare lontani per un Po secondo me non è negativo, anzi, potrebbe essere un modo, per ciascuno, per ritrovare se stesso e chiarirsi le idee. probabilmente ha solo bisogno di un Po di tempo per chiarirsi le idee, non necessariamente da qui deve scaturire una separazione, anzi, può essere una sorta di reset che poi vi può consentire, se lo vorrete, in futuro, di ripartire col piede giusto e con una maggiore spinta motivazionale.

Dott.ssa Laura Lupi Psicologo a Firenze

49 Risposte

10 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno, forse è giunto per lei il momento di comprendere il suo comportamento e non quello di sua moglie al quale lei può farci ben poco.
Rimango a sua disposizione se necessita di consulenze o chiarimenti. Dott.re Claudio Lorenzetto psicologo psicoterapeuta

Dott.re Lorenzetto Claudio Psicologo a Ferrara

225 Risposte

73 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile utente,
Ciò che mi arriva leggendo le sue parole é un’enorme frustrazione, forse un misto di rabbia per qualcosa che sta fuori dal suo controllo, come le emozioni, i pensieri e i comportamenti di sua moglie e al contempo una profonda tristezza e dolore per un rapporto coniugale nel quale ha investito e sul quale continua a investire.
Le auguro di potersi prendere cura di sé all’interno di una terapia personale, nella quale possa da una parte esprimere e ascoltare il dolore provato e dall’altra dare senso all’esperienza che sta vivendo, così da individuare i suoi bisogni e dargli voce.
In bocca al lupo
Dottoressa Gabriella Meloni

Dott.ssa Gabriella Meloni Psicologo a Sassari

5 Risposte

4 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile utente,

La difficoltà che sta attraversando è legata al l'impossibilità di tenere insieme un'Alterità significativa sulla quale si è co-percepito per anni con l'esperienza di tradimento che ha fatto. Questo comporta dubbio e controllo su qualcosa che evidentemente non è in suo potere controllare, ovvero, l'affettività e il comportamento di Sua moglie. È una reazione normale ma fonte di innegabile sofferenza e pertanto va affrontata. In questo caso, a fronte del rifiuto di Sua moglie che evidentemente non percepisce una domanda, il consiglio è una terapia individuale nella quale esplorare i vissuti ambivalenti e le esperienze che non riconfigura secondo identità. Questo le permetterà di dare un significato più coerente a quanto sta vivendo e risolvere l'ambiguità, prendendo una direzione risolutiva - nell'uno o nell'altro senso.

In bocca al lupo
Cordialmente

DMP

Dott. Daniel Michael Portolani Psicologo a Brescia

132 Risposte

68 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20200 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15850

psicologi

domande 20200

domande

Risposte 80000

Risposte