Amore, fiducia e negatività

Inviata da Giovanni il 2 gen 2017 Crisi esistenziale

Buongiorno a tutti e grazie anticipatamente per le risposte che mi fornirete.
Sono un ragazzo omosessuale di 19 anni, alle prese con la sua prima relazione seria. Nel corso dell'adolescenza ho frequentato diversi ragazzi, ma mai prima d'ora mi era capitato di vivere una relazione come quella che sto vivendo attualmente. Una relazione "normale", in cui si conoscono i genitori del partner, in cui si viaggia assieme, in cui si pensa alla possibilità di costruire un ipotetico futuro assieme. In tutto questo c'è solo un problema: la mia incapacità di fidarmi completamente della persona con cui ho a che fare. E questo non perché non me ne dia motivo, ma per una mia perenne paura di essere tradito o rimpiazzato con qualcuno di "migliore". Questo ovviamente mi porta a rattristarmi per ogni minima mancanza o dimenticanza, e credo che, a lungo andare, possa compromettere l'equilibrio di coppia. Inoltre, non riesco ad essere tranquillo quando il mio partner esce con i propri amici forse perché sono invidioso del fatto che potrebbe divertirsi più di quando sta con me. Infine, nonostante se ne parli spesso, non riesco ad essere ottimista nei confronti del nostro futuro: le realtà universitarie diverse, la fine delle superiori (per lui) e l'estate che verrà temo ci faranno allontanare. Spesso penso a come starei se le cose finissero, e veramente non so darmi risposta. E' la prima volta che mi capita di innamorarmi in questo modo e di vivere una relazione "classica", quindi mi trovo piuttosto spiazzato.
C'è qualche rimedio a tutta questa negatività?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Giovanni,
quando si tiene molto a una persona e al rapporto con lei e soprattutto se si tratta di un'esperienza che avviene per la prima volta come nel tuo caso, non è raro che ci sia il timore di perdere la persona amata.
Se finora le cose con il tuo fidanzato sono andate bene, non hai motivo di preoccuparti. Inoltre anche se lui esce con altri suoi amici, rimani sempre tu il suo fidanzato e credo che per lui tu sia una persona importante, visto che ti ha anche presentato i genitori.
Quando ti capita di sentire questa negativitá e questi timori, ripensa ai momenti belli che hai vissuto con lui e alle cose che avete fatto insieme che denotano il suo amore: queste ultime rappresentano le disconferme ai tuoi timori.
Se questo non bastasse, fai questo piccolo esercizio: ogni mattina scrivi in modo dettagliato tutte le possibili cose negative che potrebbero succedere tra te e lui quel giorno e che potrebbero portare alla fine immediata della vostra relazione. A fine giornata, rileggi quello che hai scritto alla mattina e valuta cosa di quello che temevi si è verificato e cosa no. Fai questo esercizio tutti i giorni finché ti senti piú tranquillo.
Potrebbe esserti utile parlare della situazione con uno/a psicologo/a della tua zona.
Vi auguro tutto il meglio.

Cordiali saluti,

dott.ssa Elisa Canossa, psicologa psicoterapeuta a Padova e Sustinente (MN)

Dott.ssa Elisa Canossa - Studio di psicologia e psicoterapia Psicologo a Sustinente

712 Risposte

2119 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Giovanni,
penso che ogni relazione sia unica e ci permetta di elaborare alcune cose, e molto dipende anche dal nostro investimento. E' chiaro che questa relazione è molto importante per lei, e la paura di perdere la persona amata è un'emozione abbastanza frequente. Diversa invece è la gelosia, che può portare in un circolo vizioso entrambi i partner poichè alimenta la paura e la sensazione di non essere liberi. Il fatto di essere consapevole che non è "colpa" dell'altra persona o di ciò che fa è già una sana molla per voler modificare questa emozione negativa, come dice lei; aggiungo che se una relazione è soddisfacente e dinamica non c'è bisogno di cercare altro. Buon proseguimento!

Villani Valentina Psicologo a Montegrotto Terme

17 Risposte

5 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Carissimo,

Lo hai detto tu: È la prima volta in cui ti senti innamorato. Come potresti non avere paura e sentirti anche insicuro. Cerca di concentrarti sul presente e vivere la relazione, concediti il tempo per rassicurarti. Credo anche che sia opportuno per te effettuare qualche colloquio direttamente con un terapeuta della tua zona per leggere in maniera completa quello che stai vivendo dentro e fuori dalla tua relazione.

Buona vita

Dott. Edoardo Guerrieri Psicologo a Empoli

13 Risposte

17 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Vedere più psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Altre domande su Crisi esistenziale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15250

psicologi

domande 19650

domande

Risposte 77200

Risposte