Amore e Paura

Inviata da Silvia P · 2 nov 2020

Salve, da quasi due anni sto con un uomo molto in gamba.
Ha tante abilita, ma alla veneranda età di 38 anni, dopo una relazione che lo ha fatto soffrire, si definisce incapace di innamorarsi nuovamente.
Questo lo porta a chiudere relazioni nonostante con la persona stia bene, perché a suo avviso non è innamorato.
Io dentro questo atteggiamento vedo tanta paura di credere nuovamente all'Amore, di affidarsi ad una persona.
Come stargli vicino? Come affrontare questa paura?
Preciso che ad oggi è in appoggio ad uno psicoterapeuta da tanti anni, ma con la quale non ha raggiunto gran risultati.
Vi chiedo una mano, da compagna innamorata.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 3 NOV 2020

Buongiorno Silvia.
Dalla sua presentazione mi sembra che sia molto centrata su come far stare meglio l’Altro, mentre invece rivela poco di come stia lei, con l’Altro. Immagino che quel che può fare di buono per il suo compagno, lo stia già facendo. Ovvero stargli accanto, dargli fiducia, prendersi cura di lui non giudicandolo. Dalle poche righe che ha scritto è comunque chiaro l’affetto che prova per lui e il suo desiderio e bisogno di non perderlo, e di farlo sentire “comodo” e sicuro all’interno della vostra relazione. Ma mi chiedo se ci si senta lei, comoda e sicura, nella vostra relazione. Se non può cambiare il vissuto o il pensiero dell’altro, può concentrarsi sui suoi per capire ciò di cui realmente ha bisogno e che è buono per lei. Una via privilegiata per una relazione efficace è sempre e comunque una buona comunicazione e condivisione dei vostri vissuti, che possono comprendere sia gioie e fiducia, che paure e dubbi.

Le auguro il meglio,
Dott.ssa Caterina Berti

Dott.ssa Caterina Berti Psicologo a Torino

132 Risposte

120 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 NOV 2020

Gent.ma,
da cosa percepisce lei stessa che il suo compagno non è innamorato? Quali segnalie hanno procurato questo dubbio? A parte le parole, sono le azioni che dimostrano l'amore. Quindi dopo questa riflessione la invito a considerare se lei in prima persona si sente soddisfatta da questo rapporto oppure le manca qualcosa. In questo modo aiuterà molto il suo compagno a capire come procedere.
Un cordiale saluto

Monticone Alessandra Psicologo a Asti

317 Risposte

126 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 NOV 2020

Gentile Silvia, comprendo molto bene il suo disagio, ma come è noto, il ruolo di una compagna non è quello di una psicoterapeuta. Tra l'altro lei riferisce che il suo compagno si sta già facendo aiutare, dunque stia tranquilla. Se poi, come lei scrive, da questo percorso non trae alcun giovamento, sarà lui a decidere di rivolgersi ad un altro professionista. Le faccio tanti auguri e rimango a disposizione per ulteriori suggerimenti.

Dottoressa Daniela Noccioli Psicologo a Cascina

275 Risposte

136 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 NOV 2020

Gentile Silvia,
sicuramente la reazione di questa persona è esito di qualche paura o timore profondo, tuttavia il cambiamento o comunque la scelta di stare o meno in relazione spetta al soggetto come diritto fondamentale.
Se la paura è incontrollata o piuttosto intensa, rappresenta un blocco emozionale importante che può limitare la vita ed ostacolare il cambiamento. Ognuno è responsabile del proprio destino...
L'aiuto importante che può dare all'altro è la serenità in generale, indipendentemente da ciò che lui decide. Se desidera aiutare troppo l'altro, vuol dire che non ha completa fiducia e toglie responsabilità all'adulto.
Dopo aver cercato di aiutarlo facendo un'azione orientata al cambiamento ma indifferente al risultato, si prenda cura di se!
Cordialmente
Dr.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2756 Risposte

2289 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 NOV 2020

Cara Silvia,
parla di lui e delle sue abilità ma dice che non sa stare in una relazione affettiva e questo la riguarda e come!
Quello che mi sento di dirle è questo: sta con una persona che non vuole stare con lei!?
Cosa ne pensa di questa mia riflessione?
Se crede possiamo partire da lì per un inizio di riflessione insieme.
Cordiali saluti Dott.ssa Sonia Forte

Dott.ssa Sonia Forte Psicologo a Mestre

5 Risposte

1 voto positivo

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 NOV 2020

Cara Silvia, una soluzione potrebbe essere quella di restare accanto al Suo compagno, vivendo la relazione insieme, passo dopo passo, senza lasciarsi sopraffare dal timore di poter essere abbandonata. Quello è un rischio che corriamo tutti quando decidiamo di farci presenza per qualcuno.
Sicuramente, le esperienze passate hanno portato il Suo compagno ad essere più cinico, ma si ricordi che l'amore più che con le parole, si dimostra con i fatti, con le dimostrazioni concrete. Quindi si concentri su ciò che di concreto Le dà il Suo compagno, senza pensare al resto.
Un consiglio per quanto riguarda la terapia: se non dà i benefici auspicati, è bene parlarne con il terapeuta per capire come mai. E se è il caso, bisognerebbe valutare di riferirsi ad un altro.
Buona fortuna.
Dr.ssa Amanda D'Ambra.

Dr.ssa Amanda D'Ambra Psicologo a Torino

1568 Risposte

845 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18200

psicologi

domande 28400

domande

Risposte 97500

Risposte