Amore, distanza e silenzi

Inviata da Sara. 11 lug 2018 1 Risposta  · Terapia di coppia

Sto affrontando un periodo davvero difficile, che mi sta impedendo di vivere serenamente. Sono delusa, arrabbiata, amareggiata e sento che ogni progetto che stavo facendo si sta sempre più sgretolando. Sarebbe un romanzo raccontare tutta la vicenda, con tutti i dettagli. Cercherò di esporre più o meno la questione.
Da quasi due anni ho una relazione a grande distanza. Io in Italia, lui in Inghilterra. Ci conoscevamo già da molti anni, eravamo amici, perché lui ha vissuto un periodo nella mia città. Poi all'improvviso, tra un messaggio e l'altro, abbiamo capito di provare qualcosa l'uno per l'altra. Io premetto che ho avuto grandi difficoltà a fidarmi di nuovo di un uomo, visto che in passato ho avuto delle delusioni terribili, una situazione in particolare in cui ho scoperto che il lui in questione a me diceva una cosa mentre in realtà si è fidanzato senza darmi alcuna spiegazione. Ho deciso comunque di provare a ri fidarmi di qualcuno, proprio perché so che tipo di ragazzo è, profondo, sensibile, rispettoso e credo onestamente di averlo amato dal primo momento che l'ho visto. Lui ha sempre creduto in me e io in lui, ho affrontato grazie a lui le mie paure, soprattutto, quando abbiamo deciso di rivederci, quella di affrontare un viaggio da sola: ben consapevole che stavamo per rivederci dopo molti anni, sono comunque partita per l'Inghilterra, non me ne sono pentita e non è stato l'unico viaggio. Ho conosciuto la sua famiglia, la sua terra d'origine, ho sentito davvero un legame ancora più speciale di quello che pensavo, abbiamo iniziato a pensare a una vita insieme, ho inziato a vedere possibilità di lavoro li nel mio campo...
Qual è il problema? Che lui sparisce per dei periodi. Mi spiego. È capitato durante questi quasi due anni, che non visualizzasse i miei messaggi e non mi scrivesse per 5-6 giorni. In Inghilterra ha una vita solitaria e frenetica, quindi io non l'ho mai assillato, ho (forse sbagliando?) accettato che avesse questi periodi di solitudine, che, conoscendolo, riesco anche a comprendere. Non pretendo che ci scriviamo ogni istante, però sono sempre stata dell'idea che almeno un buongiorno ci potrebbe essere. Vabbè, io ho comunque capito che quando ha i suoi problemi vuole staccare dai social. Adesso sono ben 2 settimane che non lo sento, che no visualizza su nessun social. Io mi sento perduta. Perché ho paura che sparisca dalla mia vita, così facilmente e senza darmi alcuna spiegazione. È proprio sparito da un giorno all'altro, non abbiamo litigato, non abbiamo discusso. Anzi, una delle ultime discussioni è stata che, nonostante le molte differenze tra noi, ce la faremo. E io ne sono sicura, però non merito un trattamento del genere. E io vorrei ben dirglelo, se solo vedesse i miei messaggi. Mi sembra di vivere un incubo, avevamo programmato che io lo avrei raggiunto per alcuni giorni, poi saremmo andati insieme nella sua terra, sempre per vacanza. Ora, mi aveva detto che luglio sarebbe stato un mese difficile a causa del suo lavoro, però non so che pensare, se non che voglia evitarmi. E allora io penso, mi ha abbandonata? Si è preso gioco di me? Lui, su cui avrei messo la mano sul fuoco che fosse rispettoso delle persone e che non mi avrebbe fatto una cosa del genere? Che male ho fatto? Cosa ho di sbagliato? Una cosa ho capito. Che la felicità ha sempre un gran prezzo da pagare. Ho 31 anni, dall'ultima delusione ci ho messo una vita per uscirne fuori, da questa, in cui ho messo in gioco me stessa, progetti di vita, amore, e ho aperto il mio cuore, non so. Non so se potrò mai fidarmi di qualcun altro, perché sembra che nella società moderna sia una gara a chi è più egoista e a chi spezza il cuore più facilmente. Se potete darmi un consiglio, vi ringrazio.

Miglior risposta

Cara Sara,
le relazioni a distanza espongono senza dubbio a difficoltà ulteriori per la coppia, soprattutto come nel suo caso, per quando riguarda la comunicazione. È importante tuttavia che lei possa prendersi cura della sua persona e rispettarsi, comprendendo realmente cosa si aspetta da questa relazione e a cosa non può rinunciare per stare bene. Se le assenze prolungate del suo partner la fanno star male è bene che lei possa manifestarlo senza subire passivamente. In ogni caso, dalla sua storia emergono anche degli aspetti legati ad esperienze passate, che avrebbero sicuramente bisogno di poter essere meglio comprese ed elaborate. A tal fine, quello che mi sento di consigliarle è di rivolgersi ad uno Psicoterapeuta della sua zona per poter intraprendere un importante lavoro di consapevolezza sulla sua persona, che la aiuti a chiarirsi le idee e comprendere cosa è meglio per il suo bene.

Cordialmente,
Dott. Colamonico Damiano

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Amore virtuale a distanza? Posso avere fiducia in lui?

7 Risposte, Ultima risposta il 31 Ottobre 2017

amore nn sempre porta amore

2 Risposte, Ultima risposta il 28 Settembre 2017

conoscenza a distanza, possibile?

10 Risposte, Ultima risposta il 18 Febbraio 2013

RELAZIONE A DISTANZA. VUOLE ME?

2 Risposte, Ultima risposta il 14 Giugno 2017

La depressione in una storia d'amore a distanza, come affrontarla?

3 Risposte, Ultima risposta il 22 Aprile 2017

Ansia e calo desiderio in relazione a distanza

3 Risposte, Ultima risposta il 13 Dicembre 2014

Depressione a distanza

2 Risposte, Ultima risposta il 21 Novembre 2016

Malinconia da distanza

2 Risposte, Ultima risposta il 11 Marzo 2018

Nuovo lavoro del partner e prospettiva di un rapporto a distanza

1 Risposta, Ultima risposta il 14 Febbraio 2017