Amo ancora il mio ex? Dovrei riprovare?

Inviata da cali1999 · 9 ott 2020

Salve, ho 20 anni e sono stata fidanzata per due anni e mezzo.
La nostra storia è cominciata per caso: dopo quattro anni di amicizia, lui ha manifestato un interesse sentimentale nei miei confronti. Ne abbiamo discusso e poi abbiamo deciso di provarci. Lui si è innamorato subito, dopo un mese mi ha detto "ti amo". Io sono stata più lenta in questo. Nonostante ciò, la nostra relazione procede a gonfie vele per un anno e mezzo, fino a quando pesantissimi tempi di stress per entrambi non mi fanno più sentire felice con lui. Ci "lasciamo" per mia volontà per una settimana, per poi tornare insieme. Subito dopo questa pausa sembrava andare finalmente tutto bene. Durante il lockdown non ci siamo mai visti. Nonostante mi mancasse, ho provato in questo periodo senso di libertà e leggerezza. È qui che cominciano i primi dubbi. Dopo la quarantena abbiamo ricominciato a vederci con la stessa frequenza di prima. Però non avverto più il senso di serenità e pace. Lui vive una situazione davvero difficile in famiglia, che lo porta ad essere sempre stressato e ansioso (per questo è in cura da uno psicologo da più di un anno) ed io provo sempre ad aiutarlo. Decido di mettere fine alla nostra storia proprio per questo senso di angoscia che mi portava la sua compagnia. Gli ho detto la verità, sentivo di non amarlo più, di non essere più felice con lui. Sembrava di stare non con un ragazzo, ma con un anziano con diversi problemi e con poco da fare nella vita. La sua compagnia mi manca tantissimo, ma davvero non so se sia il caso di riprovarci per la terza volta e per gli stessi motivi. Lo amo davvero? È meglio lasciare passare altro tempo? Darci il tempo di crescere da soli? Non so davvero che fare. Ho paura di ferirlo un'altra volta, e so che sarà per sempre questa volta. È l'unica persona in questo mondo a capirmi in tutto, sostenermi SEMPRE, ad amarmi incondizionatamente. Cosa dovrei fare?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 12 OTT 2020

Buongiorno. Lei è molto brava a cogliere che, in questi casi, è l'esperienza che ci guida nel comprendere i modi di essere affettivamente situati e, di conseguenza, le scelte rispetto alla progettualità personale (affettiva, in questo caso). In altri momenti, invece, il senso di proprietà dell'esperienza sembra sfuggire (come quando sono "i tempi di stress" a causare la fine della relazione). Questo viene complicato dal fatto che questo ragazzo oggi è per Lei unica fonte di co-percezione e Alterità su cui mantiene il senso di sè, cosa comprensibile dato che ha 20 anni e siete stati assieme per più di 2. Questo naturalmente giustifica la Sua tensione verso di lui, ancora, nonostante Lei abbia ben colto che non stava bene nella relazione. Lei ha esplicitato che non lo ama, ma che sente il vuoto legato alla sua mancanza - e ai modi di sentir-si che la presenza comporta: la risposta alla Sua domanda è già nel Suo testo. Naturalmente Lei è l'unica che può prendere una decisione e che sa cosa prova. Un professionista può aiutarLa, piuttosto, a riposizionarsi e ritrovare una nuova fonte di co-percezione. Lasci passare qualche tempo, investa sulla Sua vita. Se c'è tanta sofferenza valuti un accompagnamento professionale per i primi tempi. Cordialità, DP

Dott. Daniel Michael Portolani Psicologo a Brescia

998 Risposte

1024 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 OTT 2020

Cara Cali1999,
la risposta a queste domande può arrivare soltanto da un'attenta analisi di ciò che senti. Per capire cosa sarebbe meglio fare è necessario prendere in considerazione alcuni fattori molto importanti, quali, per esempio, il provare ancora un coinvolgimento emotivo per questo ragazzo o il piacere di affrontare insieme le sfide della vita. Utile è anche capire se la mancanza che senti è di questa persona nelle vesti di un fidanzato o di un amico (ruolo che ha svolto per un tempo significativo).
In bocca al lupo!
Dott.ssa Federica Beglini

Dott.ssa Federica Beglini Psicologo a Milano

76 Risposte

57 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 OTT 2020

Cara cali1999 leggendo le sue righe sembra che lei si trovi ad un bivio molto importante per la sua vita: tornare verso il passato, da quello che racconta non sereno, ma rassicurante, conosciuto e perciò prevedibile, oppure orientarsi verso il futuro, sicuramente incerto, ma stimolante e da costruire giorno per giorno.
Una parte di lei sembra abbia già preso questa decisione, adesso c'è da trovare il coraggio per attuarla.
Un colloquio clinico potrebbe aiutarla a fare maggiore chiarezza.
Un caro saluto

Dott.ssa Sara Nepi Psicologo a Prato

99 Risposte

97 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 OTT 2020

Cara Cali1999, é importante per Lei tenere a mente il modo in cui stava in questa relazione. Se questa storia Le ha portato disagio e malessere ha fatto una cosa giusta decidendo di porne fine, anche nel rispetto dell'altra persona. Non sarebbe giusto ingannare il Suo ex compagno suoi Suoi sentimenti. Mi sembra anche di capire che non riesce a staccarsi da lui perché é "l'unica persona in grado di capirLa". Questo potrebbe evidenziare una Sua difficoltà rispetto alle separazioni, fallendo nella ridefinizione di se stessa rispetto all'assenza dell'altro. É davvero l'unica persona che potrebbe capirLa? O potrebbe sopraggiungere qualcun altro sul Suo cammino che possa capirLa altrettanto? Potrebbe esserLe utile chiedere un supporto psicologico che Le consenta di guardare alla situazione con piú lucidità e consapevolezza, per meglio definire le Sue scelte e se stessa, con l'obiettivo di raggiungere il proprio benessere, anche nel relazionarsi al mondo esterno.
Buona fortuna.
Dr.ssa Amanda D'Ambra.

Dr.ssa Amanda D'Ambra Psicologo a Torino

1615 Risposte

873 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18850

psicologi

domande 30050

domande

Risposte 102450

Risposte