Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Amicizie sbagliate, paura e pensieri negativi

Inviata da Ilaria il 21 nov 2019

Salve a tutti, sono una studentessa universitaria e da qualche settimana non sto attraversando un bel periodo.
Vi comunico già che sono andata da uno psicologo, l’incontro non mi ha soddisfatto anche perché i dubbi mi si sono accentuati, perciò volevo sapere un parere da più esperti.
Frequento l’università, ho 20 anni e mi definisco una persona responsabile che cerca di portare sempre (o quasi) a termine i propri obiettivi; essendo anche fuori sede e lontana dalla mia famiglia, cerco di vivere in modo tranquillo ed evitare qualsiasi cosa possa essermi nociva.
Sono una persona a cui non importa dei successi altrui, soprattutto all’università; nel mio corso siamo davvero in pochi, circa 30 e questo ha creato una sorta di clima simile a quello che vi è in una classe delle superiori. Dal primo anno, mi sono avvicinata ad un gruppo di persone che da qualche tempo a questa parte mi stanno provocando solo ansie e paure.
Il tutto è sfociato, qualche giorno fa, in un brusco “litigio” con uno dei membri del gruppo, litigio nato per un qualcosa di estremamente stupido perché la persona in questione si sentiva “non rispettata” da me che resto a casa a studiare anziché venire a seguire le lezioni. Inoltre, questa persona è andata a dire ad altri membri dell’università di non passarmi gli appunti perché “sono irrispettosa se non vengo a lezione ma passo gli esami”.
Mi rendo conto che questa situazione sia totalmente esilarante e non capisco come certa gente si appigli a cose del genere, ma credo che dietro le affermazioni di questa persone ci siano tante paure, ansie e problemi dovute al percorso universitario, che quasi sempre non soddisfa lo studente.
Ma il punto è: perché prendersela con me? E soprattutto: perché molta gente le ha dato ragione?
Mi reputo una persona molto autocritica e sempre aperta al discorso civile, qualità che non riesco spesso a trovare in generale con le persone di questo gruppo che puntualmente preferiscono attaccare, offendere e sbraitare anziché ragionare e aprirsi ad un discorso calmo ed educato.
Tutto ciò mi sta portando così tanta ansia che se penso “oddio, domani devo andare all’università e li vedrò” mi viene il batticuore e mi si abbassa l’umore.
Cosa dovrei fare? Era già da un po’ che pensavo di abbandonare questo gruppo, perché penso che possano portarmi su una cattiva strada che potrebbe interrompere il mio percorso universitario; spesso poi, mi trovo in imbarazzo con loro, come se non ci fossi perché mi rendo conto di avere interessi diversi dai loro; inoltre sto conoscendo altre persone che sento essere più affini a me e con cui mi trovo benissimo. Ma nonostante ciò, mi turba sapere che li vedrò in università, nella nostra piccola aula e che non potrò fare finta di niente, inoltre so che mi criticano e che continueranno a farlo.
Il tutto è imbarazzante perché a 20 anni certe cose non dovrebbero neanche essere pensate, non siamo all’asilo.
Cosa dovrei fare? Come posso tornare ad essere tranquilla e a studiare senza brutti pensieri per la testa? Come posso far finta di nulla?
Spero di ricevere al più presto delle risposte, vi pongo distinti saluti.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15700

psicologi

domande 19850

domande

Risposte 79250

Risposte