Amante geloso ossessivo

Inviata da Cd1975 · 15 lug 2020

Ho 45 anni, sono sposata da 20 anni dopo un fidanzamento di 9 anni. Non avrei dovuto sposarmi perché non ero più tanto innamorata di mio marito, ma visto il coinvolgimento ormai delle famiglie, non ho avuto la forza di interrompere la relazione. Qualche mese prima di sposarmi ho conosciuto in chat un ragazzo con cui ho intrapreso una relazione virtuale anche sessuale che ho portato avanti sporadicamente per cinque anni ma che per me non aveva nessuna importanza, era solo un evadere dalla mia realtà dove mio marito era sempre concentrato sul lavoro e i suoi hobby e non mi era molto accanto. Nel frattempo ho avuto Due bambini ora di 18 e 14 anni. Nel 2004 ho conosciuto sempre in chat un uomo Di un altro paese, a un’ora dal mio, di cui mi sono innamorata follemente. Da allora abbiamo una relazione vera e propria con alti e bassi. L’errore che abbiamo fatto è stato implicare le nostre famiglie facendole conoscere attraverso dei canali in comune in modo da poterci ritagliare dei momenti da vivere insieme “ufficialmente “, perché non avendo entrambi il coraggio di lasciare le nostre famiglie, speravamo così di colmare le mancanze che il nostro rapporto clandestino ci imponevano. Da subito gli ho raccontato tutto di me, della mia vita del mio matrimonio e di quell’altro ragazzo. Per gran parte della storia quest’uomo era molto meno preso da me. Spesso si allontanava per tornare dalla moglie per i sensi di colpa mentre io ero molto in crisi con mio marito e riversavo tutte le mie attenzioni su di lui. Qualche anno fa, dopo un suo ennesimo allontanamento da me, ho deciso di prendere in mano la mia vita e non dipendere più emotivamente da nessun uomo. Ho iniziato ad avere nuovi interessi, frequentare nuova gente che mi stimava e apprezzava, donne e uomini. Devo premettere che quest’uomo di cui sono innamorata era comunque sempre presente nella mia vita. Era l’uomo che avrei voluto sposare se fossi stata libera. Lui è sempre stato un po’ geloso, forse perché sapeva anche di quell’altro ragazzo. All’inizio mi chiese le password delle mie email e io non avendogli nulla da nascondere, gliele ho sempre date. Un po’ alla volta però questa sua gelosia è aumentata, soprattutto quando ho iniziato ad avere altri interessi e quindi meno tempo per lui. Non voleva mi collegassi dopo una certa ora su whatsapp, che il primo messaggio del giorno fosse a lui. E così via, cose che io facevo per farlo stare tranquillo visto che non avevo nulla da nascondergli. Ma lui forse dentro di se già pensava che io avessi un altro, sbagliandosi. Tre anni fa è successo che ho organizzato insieme a mio marito e altri una festa per un amico che lui ha sempre conosciuto e frequentato qui. Un amico che è come uno di famiglia, lavora nell’azienda di famiglia, testimone di nozze a mia cognata e mio marito a lui. Molto amici anche con la moglie e le famiglie reciproche. Una persona quindi molto presente nella mia vita. L’uomo con cui ho una relazione, da quella festa ha concentrato tutte le attenzioni su di lui, convincendosi che io abbia avuto e abbia tuttora una relazione con lui. Da allora la mia vita è un inferno. Dice che non può controllarmi perché è lontano e spia i collegamenti di entrambi su whatsapp. Usandolo entrambi molto, trova tantissime coincidenze di orari. Ogni messaggio che mi arriva da lui per qualsiasi ragione è motivo di discussione violenta. Mi proibisce di frequentare luoghi che frequenta lui, mi dice di non rispondergli ai messaggi, di non rivolgergli quasi la parola. Ho dovuto mettergli posizioni su whatsapp, dargli il mio whatsapp cosicché potesse seguire tutto quello che facevo. Ogni volta che per motivi familiari mi ritrovo questa persona, mi dice di trovare scuse per non andare o se sono obbligata, quelle giornate diventano tremende. Litighiamo in continuazione. Il rapporto bellissimo che avevamo è scomparso. È diventato violento verbalmente, mi offende pesantemente e mi minaccia di dire a tutti della nostra storia. Devo dire che nel frattempo le nostre vite familiari si sono invertite. Mio marito è molto più presente e attento a me e questo mi ha fatto sorgere dei fortissimi sensi di colpa. A lui invece è successo il contrario, la moglie poco presente, il lavoro gli sta dando problemi, per seguire continuamente me, ha passato giornate intere su whatsapp e quindi ha allontanato amici e situazioni che prima lo facevano stare bene. Vede la sua vita distrutta e da la colpa a me perché dice che l’ho tradito con quell’amico e perché per causa di questo ha rovinato tutti gli altri suoi rapporti personali. Io non so più che fare. Penso che la sua sia diventata un'ossessione per me ed ora anche voglia di vendetta. Ho provato ad accondiscendere alle sue richieste ma non è servito, ha chiesto sempre di più. Ho provato ad allontanarlo ma mi perseguita e non mi lascia in pace. Vuole che rompo definitivamente con quell’amico ma io non so come fare perché lavora con mio marito, è come uno di famiglia e non so come evitare situazioni con lui perché me lo ritrovo dappertutto. Lui lo odia e lo vuole solo fuori dalle nostre vite. Ho perso interesse per tutto quello che avevo iniziato a fare e anche mio marito ha capito che c’è qualcosa che non va. Ho paura che vengano a scoprire tutto. So che ho sbagliato con questa relazione, ci siamo davvero innamorati, ma non abbiamo avuto il coraggio di lasciare le nostre famiglie. Ora lui vorrebbe farlo e vorrebbe che lo facessi anche io perché la sua vita è un disastro ed io mi sento tradita da lui perché ci eravamo sempre promessi che le nostre famiglie non avrebbero pagato per la nostra mancanza di coraggio. Ho bisogno di consigli per piacere. Non trovo via d’uscita e nel frattempo la mia vita è diventata invivibile

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 16 LUG 2020

Gentile Cd1975
Credo che solo con l'onestà e il senso di responsabilità possa porre fine a questa situazione che definisce invivibile. Le sue scelte passate e presenti stanno influendo sulla sua vita e il suo matrimonio oltre ad avere ripercussioni sulla vita di terzi, come il suo amante e la famiglia di quest' ultimo.
Definisce il suo amante ossessivo, scrive tuttavia di amarlo; si chieda e provi a capire se voglia proseguire una relazione con un uomo che voglia controllarla fino allo sfinimento. In tutto questo suo marito non crede abbia il diritto di sapere?

Un percorso psicologico può aiutarla a fare chiarezza dentro di sé rispetto a ciò che sente più importante e a prendere coraggio, quello stesso coraggio che dice di esserle mancato a lasciare un uomo che non amava prima di sposarlo e che a distanza di anni continua a mentire e tradire.
La saluto cordialmente

Dott.ssa Jessica Agnelli

Dott.ssa Jessica Agnelli Psicologa Psicologo a Santa Teresa

78 Risposte

29 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

17 LUG 2020

Gentile utente,
tralasciando gli aspetti morali della faccenda e prendendo in considerazione esclusivamente la sua percezione di benessere, sembra che questa sia stata fortemente compromessa dalle esplosioni di gelosia e rabbia del suo amante che stranamente è diventato molto geloso del suo amico di famiglia ma per niente di suo marito.
E' evidente che il suo rapporto con quest'uomo al momento attuale è deteriorato al punto tale da renderle, come lei dice, la vita invivibile.
Ritengo che la via di uscita sia quella di allontanarlo definitivamente svelando a suo marito, con l'aiuto di un percorso di psicoterapia, le problematiche che si è ritrovata ad attraversare in modo da vanificare le minacce ricevute ed assumersi eventualmente quella parte di responsabilità che è di sua spettanza.
Cordiali saluti.
Dr. Gernnaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7458 Risposte

20924 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18300

psicologi

domande 28900

domande

Risposte 98900

Risposte