Aiuto,depressione

Inviata da Antonio · 6 feb 2020 Depressione

Ciao,mi chiamo antonio
La mia storia inizia alle feste di compleanno dei miei compagni di classe (asilo e elementari),ero terrorizzato dai palloncini e i bambini e le bambine si divertivano a farmeli scoppiare vicino
Dopo 2 o 3 feste smisi di andarci fino alle medie ma mi segnò molto,mi fece fragile e indifeso ma soprattutto dannatamente solo
Alle medie iniziò il periodo peggiore della mia vita,ero grasso,basso,timido e balbettante...una preda perfetta per i bulli
Passai 2 anni tremendi,fino a quando all'inizio della terza media mi misi a dieta,persi più di 20 chili e mi alzai molto in altezza. Nessuno provava a darmi fastidio dato che ero alto 20 centimetri più di loro ma continuavo a soffrire dentro,senza una ragione ben precisa,però avevo tutti i brutti momenti a perseguitarmi
Alle superiori della mia vecchia scuola non c'era nessuno fortunatamente
Feci nuove amicizie e tutti mi consideravano carino e simpatico,sono stato molto bene in quel periodo,conobbi una ragazza bellissima,di nome Martina
Il nostro rapporto inizialmente era strano,lei mi stava addosso e io la ignoravo ( mi stava proprio sulle pa..e)
Un giorno capi con che persona avevo a che fare e me ne innamorai,non eravamo fidanzati ma grandi amici e le volevo un bene dell'anima
Poi per motivi ancora poco chiari abbiamo tagliato i rapporti,senza farlo apposta,al punto che nemmeno ci salutiamo più quasi
Finito il primo superiore mi rubarono la mtb con la quale avevo iniziato a gareggiarci a livello agonistico
Essendo molto costosa feci molta "pubblicità" ma non la ritrovai (era giugno)
Ad agosto ero ad una sagra del paese e mia nonna mi chiama molto preoccupata dicendo che dei ragazzi l'avevano chiamata insinuando che la bici si trovasse in un determinato posto,essendo tardi era molto preoccupata
La mattina dopo mi presentai in quel posto,ma nom fu come mi aspettavo
Mi trovai un gruppo di ragazzi più grandi di me (vecchie conoscenze delle medie) a deridermi e a insultarmi
Non vi dico l'umiliazione
A Novembre provai a scrivere alla Martina,gli chiesi di riprovarci ma venni rifiutato...ci rimasi malissimo,sono stato male per settimane
A scuola se la incontravo non riuscivo a guardatla in faccia
I mesi a seguire furono abbastanza duri ma passarono in fretta,poi ad aprile successe inimmaginabile
Tornado da scuola con la moto il giorno Prima delle vacanze di Pasqua mentre svoltavo in un incrocio una macchina mi superò
Io volo sbattendo con la schiena sull'asfalto,7 vertebre fratturate e sterno rotto
L'incidente mi ha destabilizzato molto mentalmente,non riuscivo più a camminare,avevo un problema al midollo e mi dissero che sarei rimasto paralizzato
Ho passato 3 mesi da incubo,alternati a ospedale,letto,qualche passeto con il busto con un supporto per casa e la paura di svegliarmi paralizzato una mattina
Ora dopo tanti mesi ancora sono scosso per l'incidente,da quel giorno vedo il mondo con una prospettiva diversa,tutto negativo
Gli amici li vedo diversi,non riesco a ridere più come prima
Molte persone mi hanno abbandonato nel periodo più difficile della mia vita
Sono caduto in una specie di depressione che combinata all'ansia sociale (sviluppata per via degli episodi elecanti sopra) mi rende la vita impossibile
Non so con chi confidarmi,vedo solo il marcio delle persone e purtroppo sovrasta anche quella piccola parte di bene
Sono circondato da persone che non mi rappresentano nulla
Ho gli stessi amici da sempre,ma dopo l'incidente non li vedo più come prima
Nei loro discorsi vedo solo superficialità,perciò non riesco ad andare oltre
Come potrei uscire da questo tunnel dove non vedo la luce?
Grazie dell'attenzione

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 7 FEB 2020

Gentile Antonio,
il suo scritto è ricco di esperienze passate e presenti che meritano una conoscenza su dinamiche di esclusione, sofferenza, difficoltà nel rapporto con gli altri e un esperienza (incidente) che l’ha segnata. Lo descrive un tunnel, credo un aiuto psicoterapeutico l’aiuterebbe a considerare ed elaborare i suoi vissuti e trovare la luce.
Disponibile per approfondimenti
Dr.ssa Elisabetta Ciaccia

Dott.ssa Elisabetta Ciaccia studio di psicologia Psicologo a Milano

504 Risposte

174 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 FEB 2020

Buonasera Antonio,
ho letto con attenzione le sue parole, questo brevissimo riassunto della sua vita. Questo incidente che le è capitato è come se avesse fatto riaffiorare quei vecchi ricordi dolorosi, o meglio è un qualcosa che si è aggiunto al peso che già portava sulle spalle. Come ha detto anche Lei stesso certe esperienze ci fanno cambiare, ci fanno cambiare modo di pensare, percepire, vedere, vivere. Conclude quanto ha scritto domandando come si potrebbe uscire da questo tunnel dove si è ritrovato. Un percorso psicologico potrebbe aiutarla a far luce, potrebbe aiutarla ad alleggerirla dai suoi pesi, potrebbe aiutarla a percepire se stesso da un'altra prospettiva. Non è facile accettare certe "ingiustizie" ma sarebbe un'ingiustizia anche farcene carico. In aggiunta ad un percorso psicologico/psicoterapeutico potrei suggerirle di dedicarsi a qualche hobby, di coltivare una passione o di prendere l'iniziativa con i suoi amici o con nuovi conoscenti, ma prima di tutto ciò, prima del diritto di stare bene c'è il diritto di stare male, di dare voce alla sua sofferenza per liberarla. La saluto caro Antonio.
Dott.ssa Claudia Florea

Psiche ••• Dott.ssa Claudia Florea Psicologo a Viterbo

72 Risposte

32 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Depressione

Vedere più psicologi specializzati in Depressione

Altre domande su Depressione

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28950 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18350

psicologi

domande 28950

domande

Risposte 98950

Risposte