Aiuto, per favore

Inviata da Sarah94 · 22 gen 2018 Crisi adolescenziali

Buongiorno, prima volta in questo sito scoperto per caso.
Non voglio andare da nessun specialista però vorrei sapere cosa mi succede.. mi capitano dei momenti in cui mi sento triste, vuota e inizio a piangere (anche pensando a cose positive o "frivole"). Perchè?
Ho 23 anni e un carattere molto chiuso, sto con un ragazzo da 3 anni e sto benissimo con lui.
Mi sento demoralizzata a volte perchè non riesco a trovare lavoro (mentre lui lo ha fisso), ma non è il motivo per cui piango spesso!
Grazie per le risposte.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 23 GEN 2018

Ciao Sarah,
beh.... quello che ti accade mi immagino tu riesca a sentirlo molto bene: tristezza, senso di vuoto e pianto. Il motivo di tutto ciò purtroppo non posso saperlo. Del resto provare, in alcuni momento della propria vita (o perché no della giornata), questo tipo di sensazioni, è una cosa "umana", nel senso che fa parte della nostra natura come essere viventi. Per questo ti invito a vivere questi tuoi momenti di tristezza e senso di vuoto, tentando di sentirli a pieno senza scacciarli, in modo da riuscire ad intravedere cosa si cela dietro di loro, cosa ti vogliono comunicare e in che direzione vorrebbero farti andare. Tutte le emozioni vogliono comunicarci qualcosa e hanno una loro funzionalità, solo soffermandosi su di esse riusciamo a svelare la loro natura.
Non so se queste poche parole ti potranno essere utili, spero di si.
Rimango comunque a disposizione per qualsiasi altra richiesta o domanda.
Un saluto
P. Salvi

Dott. Pierluigi Salvi - Associazione di Promozione Sociale LOGOS Psicologo a Empoli

146 Risposte

54 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 GEN 2018

Cara Sarah
Se le capitano questi momenti di immensa tristezza in cui sente la necessità di piangere, le suggerirei di accettare il suo stato emotivo. La tristezza é un’emozione primaria e comune che si alterna alle altre ed appartiene alla dimensione del quotidiano.
Le suggerirei se desidera comprendere meglio le ragioni e la causa di questi stati emotivi che vive come estranei e slegati a ciò che crede di vivere, di parlarne con uno psicologo professionista. Probabilmente c’é qualcosa che fatica ad emergere alla sua coscienza e che le genera tristezza.
Un caro saluto
Dott.ssa Fabiana Nicolini

Dott.ssa Fabiana Nicolini Psicologo a Bologna

124 Risposte

51 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 GEN 2018

Cara Sarah94, avrai le tue buone ragioni per non voler andare da uno specialista, ma noi non abbiamo la sfera di cristallo per capire dalle tue 6 righe cosa ti passa per la testa!
Depressione?
Ce ne sono di 2 tipologie:
Depressione anaclitica caratterizzata da sentimenti di impotenza solitudine. Paura di essere abbandonati e bisogno di essere accuditi protetti e amati.
Depressione introiettiva,ci si sente inutili, falliti e inferiori. Autocritici e timorosi della critica e della disapprovazione degli altri.
Scegli. Ciao

Dott. Luciano Malerba Psicologo a Torino

125 Risposte

43 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 GEN 2018

Gentile Sarah, perché non vuoi andare da uno specialista? Non é necessario avere una sintomatologia importante per rivolgersi ad uno psicologo o psicoterapeuta, anzi, chiedere aiuto prima che il disagio diventi forte permette di risolvere la situazione critica più velocemente e con minor fatica. Forse nella nostra cultura non è ancora chiara la funzione preventiva che può avere iniziare un percorso psicologico, e non è detto che debba durare mesi e anni. Tornando al tuo problema, il senso di vuoto potrebbe essere significativo di una mancanza di progettualità, di insoddisfazione per la tua condizione attuale, di mancanza di stimoli. Sei giovane e hai molte risorse ed energie da investire, non avere "nulla" di stimolante da fare porta sicuramente a un malessere, ad un non riuscire a realizzare se stessi e quindi nel tuo caso a sentimenti di tristezza e sconforto. Il consiglio che ti do è di aprirti a nuove possibilità, continua a cercare lavoro, fai corsi professionalizzanti, stage, volontariato, esci con altre persone, non solo col tuo ragazzo, pratica sport... Più la nostra vita è ricca e varia più siamo tutelati nel momento in cui qualcosa non va bene perché abbiamo anche altro. Se hai difficoltà a metterti in gioco, qualsiasi sia il motivo, ti consiglio di fare qualche colloquio con uno psicologo, può bastare veramente poco per cominciare a stare bene. Ricevere aiuto è un nostro diritto, chiedere aiuto è un dovere verso noi stessi e tu hai già fatto il primo passo. Brava!

Dott.ssa Sabrina Burato Psicologo a Pordenone

21 Risposte

6 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Crisi adolescenziali

Vedere più psicologi specializzati in Crisi adolescenziali

Altre domande su Crisi adolescenziali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27800 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18050

psicologi

domande 27800

domande

Risposte 95850

Risposte