Aiuto per capire cosa succede

Inviata da Rudy69 · 6 lug 2020

Circa due mesi fa ho cominciato ad avere problemi di insonnia e piccoli attacchi di ansia fino ad arrivare a non dormire x 28ore di seguito in preda ad un agitazione Cioè camminare all’infinito x casa senza potermi fermare,preso dalla disperazione sono andato dallo psichiatra che mi da depakim 300mg la sera e xanax alla bisogna,premetto che tt ciò comincia x vari eventi avvenuti nella vita è l’enorme carico di responsabilità piovute addosso dalla morte di mio padre dalla fine di una relazione che però va avanti in modo clandestino,dall’essere un padre divorziato di una bimba di 6anni e da tante altre vicissitudini,ora mi trovo col depakim la sera due xanax da 0,50 uno mattina uno la sera e comunque il sonno alle volte non è regolare tanto da ricorrere ad un sonnifero e durante i pasti vivere una sorta di ansia che in altri momenti della giornata nn c’è!mi chiedo dopo aver perso anche molto peso cosa fare?cosi non riesco nemmeno ad andare a lavoro facendo il camionista.sto sbagliando in qualcosa?la cura nn va bene?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 7 LUG 2020

Buongiorno Rudy,
e grazie per la storia che ha scritto.
Condivido la sua preoccupazione di salvare il lavoro; in fin dei conti è ciò che ci fa vivere. Il suo e' anche un mestiere impegnativo che richiede un'attenzione costante e il riposo notturno.
La scelta del farmaco da parte dello psichiatra mi rimanda ad una problematica, forse inespressa, forse nemmeno chiaramente formulata nella sua mente, che credo beneficerebbe di sedute terapeutiche volte a capire le ragione dell'ansia e i mezzi per stemperarla. Spesso il farmaco deve essere aiutato da una percorso fatto di dialogo con un'altra persona che la aiuti a dare un significato alla sua ansia, a trovare le parole per descriverla e che la aiuti ad imparare a calmarsi autonomamente. Le attuali tecnologie le consentono di seguire una terapia anche a distanza e di poter riprendere il lavoro. Spero di esserle stata utile.
dott. Giuliana Gibellini, Psicologa Psicoterapeuta, Specialista in Psicologia Clinica ad orientamento Psicoanalitico.

Dott.ssa Giuliana Gibellini Psicologa - Psicoterapeuta Psicologo a Carpi

372 Risposte

261 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 LUG 2020

No, la cura va bene. Ovvero fai bene a metterci una pezza con dei farmaci, magari andando da uno specialista che ti segua. Ma questo deve servirti a darti uno spazio mentale da dedicare a te stesso. uno spazio da cui rimettere al centro te stesso . dare una nuova importanza ai tuoi bisogni laddove invece l'importanza è stata presa dalle preoccupazioni e dalle situazioni esterne a te. Per l'insonnia possono essere molto efficaci Training Autogeno e Yoga, ma prima ancora è importante che ti dia uno spazio nuovo da cui rivedere le tue priorità. Un percorso psicologico può diventare una base solida.

Dott. Francesco Drigo Psicologo a Latina

16 Risposte

9 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 LUG 2020

Buongiorno Rudy,
il problema non è la cura che non funziona, il punto è che deve focalizzare i motivi che hanno fatto nascere la sua insonnia e la sua ansia, i farmaci lavorano sul sintomo ma non sulla causa.
Circa due mesi fa eravamo in pieno lockdown in una situazione paradossale che ha coinvolto vita privata e lavorativa cambiando ritmi e routine, ansia e insonnia sono sintomi di un malessere dovuto a questo terremoto di emozioni che hanno portato alla luce ciò che si teneva dentro.
Deve fermarsi e riflettere su questo "carico" che ha sulle spalle imparando a gestire ciò che può e chiedendo aiuto per ciò che non riesce a fare da solo.
Siamo noi responsabili di ciò che ci accade, possiamo gestire le situazioni ma abbiamo bisogno di cambiare la nostra prospettiva per vederle meglio, le consiglio di parlarne con qualcuno.

Dott.ssa Veronica Cardinale Psicologo a Modena

1 Risposta

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 LUG 2020

Buongiorno. Emergono moltissimi temi che devono essere approfonditi in un colloquio dedicato, perchè sono importanti e delicati e meritano un proprio spazio. Mi limito a restituirLe che 1) la cura può essere stabilita e/o modificata solo dal medico curante che conosce le Sue comorbilità e 2) non è necessariamente un problema di "Non efficacia farmacologica": il farmaco agisce in modo sintomatico ma nulla modifica dei motivi sottostanti il sintomo, pertanto va associato a un percorso psicoterapeutico. E' evidente che ci sono significati che Lei non afferra, tanto da riferire quest'ansia come quasi "esterna a sè", incontrollabile, indipendente dagli episodi di vita quotidiana (tanto che non comprende perchè in alcuni momenti della giornata c'è e in altri no!). Va fatto un lavoro di analisi di episodi e situazioni, individuando i motivi dell'ansia, e agendo per modificarli. Contatti uno psicoterapeuta e associ il lavoro psicologico al farmaco: andrà meglio. In bocca al lupo, DP

Dott. Daniel Michael Portolani Psicologo a Brescia

998 Risposte

1024 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30150 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18850

psicologi

domande 30150

domande

Risposte 103050

Risposte