Aiuto? Divisione interiore!

Inviata da Alessandra · 9 dic 2019

Buongiorno dottori! La mia domanda è riferita al fatto che da qualche tempo a questa parte mi sento divisa a meta. Sono stata una ragazza sempre estremamente disponibile.. e possiamo dire non autentica per prendere la benevolenza di tutti. Ho una rete di amici e studio alluniversita. Sono una ragazza carina, intelligente e ben voluta. Ultimamente ho avuto un periodo molto stressante in famiglia e anche con il mio fidanzato e ho sofferto di episodi di depersonalizzazione.. molto dolorosi perché soffro di ansia gia e queste cose mi spaventano un po. Ma attraverso fiori di bach e attenzioni alla mia persona va un filo meglio... solo che ecco.... ho vissuto una intera vita fino ad oggi almeno, ho 25 anni, a compiacere gli altri.... sebbene una parte di me è sempre stata in grado di ribellarsi anche se ad un prezzo spropositato di energia umana....ora forse è la parte che si ribella che vi parla... o forse quella mogia. Io non mi riconosco piu.. trovo insopportabile il fatto di sentirmi divisa a meta, nel senso buona/cattiva etc etc erano pensieri che in passato non ho mai fatto, come se la consapevolezza di vivere fosse fioccata tutta insieme nei giorni passati. Vi premetto che quest'anno ho avuto paura di perdere papa e questo mi ha distrutta....lui è sempre stato iperprotettivo e ho letto che da genitori cosi nascono figli che non sono bravi a stare con loro stessi perche ne hanno paura dal momento che il genitore ha sempre fatto tutto per loro.......e vi confesso che quando un giorno papa mi ha detto " se muoio io devi prenderti cura tu di tua sorella e mamma" ....il mio cervello è andato in tilt.....temo molto la loro perdita ed assenza.........solo loro mi fanno sentire sicura al mondo....e diciamo che la prospettiva di poterlo perdere che non mi aveva mai sfiorata in passato..beh è stata incisiva.......comunque ho difficolta ad accettare che io devo prendermi cura di me stessa fino in fondo e che solo io posso contribuire al mio benessere, non so come mai ma mi sembra di dover accudire un bambino e siccome non lho mai fatto bene fino ad oggi mi sembra una cosa di una difficolta immensa( parlo cosi perche questo è un periodo buio e stare male non mi piace) ... mi sembra che stare bene sia faticoso.... mi sento staccata da una parte di me come se dentro fossimo due e ho realizzato che io non mi sono mai vista davvero.. mi sembra di essere rinata o di aver cambiato atteggiamento verso me stessa. Solo che questa cosa mi mette ansia... non so perche... ho paura di stare male se non mi comporto bene. Come se fossi piegata di fronte ad una mia parte che se non faccio tutto come dice è pronta a distruggermi... mi rendo conto che il discorso sembra un po strano ed è proprio per questo che mi agita....la piu grande paura per me è perdere il controllo di me stessa...e sono una controllatrice incallita.
:( ci si puo sentire sfiduciati e male nei confronti di se stessi in questo modo?
Sto affrontando una terapia....ma è agli esordi... vorrei essere tranquillizzata.... perche ho paura di non accettarmi mai.... :(

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 10 DIC 2019

Salve Alessandra, ha fatto la scelta giusta ad intraprendere una psicoterapia. Vedrà che riuscirà a comprendere l'origine del suo malessere e a vivere un sé più autentico, cosa che finora non ha fatto per vivere secondo le compiacenze altrui. Sarebbe utile anche capire il perché di questa compiacenza. Deludere? Perdere l'affetto? Oppure la scarsa fiducia in se stessa? Approfondirà sicuramente tutti questi temi con il suo terapeuta. Cordialità. Dott.ssa Masserdotti Giulia

Dott.ssa Giulia Masserdotti Psicologo a Civitavecchia

169 Risposte

135 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 DIC 2019

Gentile Alessandra,
I dubbi, i timori, le paure sono legittimi, sono parte della nostra vita; la perdita e l'assenza anche presunta delle persone care sono temi centrali che ci toccano da vicino. Tuttavia lei ha appena iniziato una psicoterapia, in tale contesto avrà modo di affrontare queste tematiche e sviscerarle in ogni angolazione. Per tale motivo la invito sin d'ora a confrontarsi con il professionista esplicitando ciò che ha scritto...
Cari saluti
Dr.ssa Donatella Costa (Brescia e provincia)

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2762 Risposte

2296 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

10 DIC 2019

La cosa confornante che leggo è l'inizio di una terapia, che presto ti aiuterà a stare meglio e a focalizzare le diverse questioni che menzioni. Il mio consiglio è di affidarti al tuo terapeuta, mostrando tutte le due parti di te, la buona e la cattiva, la forte e la debole, senza avere paura di un giudizio. Vedrai che piano piano ne uscirai,
Saluti.

Dott.ssa Di Fiore Psicologo a Roma

43 Risposte

10 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18300

psicologi

domande 28900

domande

Risposte 98900

Risposte