Aiuto abuso sessuale e vita persa

Inviata da Ida · 30 giu 2020

Salve, ho 28 anni e una vita molto difficile e travagliata a livello emotivo.
Sono sola, vivo ancora con i genitori, ho lasciato i miei studi della facoltà di Medicina perché credevo di non essere in grado di fare il medico in quanto avevo e ho paura delle malattie, degli aghi e dell'ospedale.quasi una fobia.
Ho intrapreso due percorsi di psicoterapia fallimentari.
Ho intrapreso una relazione in cui credo di aver subito degli abusi sessuali , dico credo perché la mia mente non ricorda. Non guido e non ho un lavoro. Mi sono persa nel limbo della vita non.so più chi ero e credo che ciò sia dovuto a questa ultima relaizone tossica e maltrattante operata da una.perosna che ha subito l'abbandono del padre da piccolo...insomma sono nessuno ...ero una persona brillante a dire di altre persone, capace di ragionare da.sola.ora inceve devo chiedere sempre supporto a mia madre e senza non potrei vivere...mi.sento sola , non credo riuscirò più ad uscirne , probabilmente sono bipolare o borderline , non saprei...
Quello che chiedo è : sento che la mia vita abbia perso la direzione nel momento in cui ho lasciato di studiare ormai 5 anni fa e la mia mente sia regredita all'infanzia, ricordo tutto della mia infanzia...ho eliminato invece gli anni di relazione con questa persona che mi hanno letteralmente cambiata la mente già fragile di sui...sono un'automa, è come se avessi subito un plagio...come posso fare ora? Quale potrebbe essere la strada per recuperare anche solo un pezzetto di quella che ero, so bene che non si può tornare indietro e che probabilmente resterò per sempre sola poiché non ho nemmeno la voglia di incontrare qualcuno poiché sono rimasta legata a questa relazione abusante che mi ha segnato per sempre.
Ora passo le mie giornate in casa, con mia madre che ancora lavora ma a breve andrà in pensione, mi piace stare con lei perché mi vuole bene e stiamo bene insieme, certo simao sole ma io sono troppo sensibile per questa vita terrena e non riesco più ad affrontarla, ho pensato ad una leggera forma di autismo ma il mio psicologo mi disse di no ...però prima ero un'altra persona è come se avessi vissuto due vite....sperimento spesso anche episodi di dissociazione...
Grazie sarei grata se ci fosse anche solo un consiglio utile..

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 2 LUG 2020

Buongiorno Ida,
e grazie per la sua toccante storia.
emerge dalle sue righe il bisogno di trovare un rifugio come unica forma di vita. Lo aveva cercato anche nelle due terapie intraprese: che cosa non ha funzionato? A volte capita di trovare terapeuti che non rispondono alle esigenze personali ( capita anche, e lo dico con un tono di triste disappunto, di trovare degli abusivi, nella confusione che c'è fra counsellor, coach, sedicenti analisti....).
La situazione che lei descrive richiede invece un terapeuta di lunga esperienza e molto tatto. Richiede anche uno sforzo da parte sua, quasi una fede - che ora sembra mancare...o forse no?- nella possibilità di riconciliare le varie parti di sé e di ritrovarsi come persona integra e capace di muoversi nel mondo.
Dott. Giuliana Gibellini, Psicologa Psicoterapeuta, Specialista in Psicologia Clinica ad indirizzo psicoanalitico

Dott.ssa Giuliana Gibellini Psicologa - Psicoterapeuta Psicologo a Carpi

372 Risposte

260 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

3 LUG 2020

Capisco la sua immobilità dovuta ad un blocco emotivo. Ha pensato di rivolgersi ad un collega che pratica l' EMDR? Potrebbe risolvere il suo problema e far riemergere la ragazza che lei racconta di essere stata.

Dott.ssa Rosaria Pompeo Psicologo a Aprilia

30 Risposte

12 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

2 LUG 2020

Buongiorno Ida,
è molto importante che lei intraprenda la strada verso la guarigione. Purtroppo non tutti i percorsi psicologici funzionano ed è importante che lei trovi il suo. Ciascuno è psicologo di se stesso in primis. È fondamentale che in una terapia scatti il transfert col proprio analista per poter instaurare un rapporto di fiducia e lavorare sulla propria storia.
Il mio consiglio è quello di riprovarci e di impegnarsi con costanza in una terapia di analisi, per rielaborare il suo vissuto con l’aiuto di un professionista.
Rimango a disposizione.
Un cordiale saluto.
Dott. G. Gramaglia

Gramaglia Dr. Giancarlo Psicologo a Torino

708 Risposte

333 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 LUG 2020

Per difficoltà di lunga data e che non sono stati risolti da prevedenti terapie possono trovare soluzione con là Schema Therapy che è un approccio cognitivo comportamentale di terza generazione particolarmente indicato in queste situazioni.
A volte non è facile trovare il terapeuta “giusto” di cui fidarsi, ma questo può proprio diventare il primo argomento da affrontare con lui/lei. Affrontare schemi che si ripetono nel tempo, nella vita può essere inizialmente doloroso, attraversare emozioni spiacevoli è più facile se accompagnati da un buon terapeuta e alla fine diventa incredibilmente liberatorio, per riuscire a vivere una vita felice.

Dott.ssa Lisa Bortolotto Psicologo a Conegliano

3 Risposte

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 LUG 2020

buongiorno Ida,
rispetto il suo dubbio di aver subito abusi sessuali nell'infanzia credo basti per rendere reale un presente rivolto verso mete di evitamento del confronto . Aghi, malattie, richiedono la gestione della sofferenza all'interno della relazione pertanto non è insolito che chi ha traumi nelle prime relazioni utilizzi ogni strumento a disposizione della propria mente per ripararsi dal sentimento di inferiorità.
Forse andrebbe da lei compreso anche il rapporto con sua madre per svelare eventuali mascheramenti . Le consiglio vivamente di intraprendere nuovamente un percorso di psicoterapia che peró necessiterá di una relazione terapeutica molto lunga . Dalla descrizione fornita e dalle emozioni che ha trasmesso appare una disregolazione emotiva ,una difficoltà nella gestione delle emozioni e forse nel contestualizzarle. La psicoterapia andrebbe da lei affrontata con una buona dose di pazienza e fiducia vedendola come un rapporto di anni.

Saluti.

Dott.re Lorenzetto Claudio Psicologo a Ferrara

360 Risposte

122 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 GIU 2020

Cara Ida, lei non ricorda quanto accadutole. Ma quale che sia la realtà storica che le è impossibile al momento ricostruire, c’è la realtà dei suoi vissuti che sembrerebbero parlare di un vissuto per lei traumatico. Non è possibile sapere in anticipo quanto di quei ricordi siano recuperabili, ma bisogna sicuramente cominciare a dare una narrazione e un significato a quanto lei ha vissuto, a ciò che ricorda e persino a ciò che non riesce a ricordare. Parallelamente a questo bisognerebbe che lei si facesse aiutare a ritrovare una parte di sé desiderante che potrebbe aiutarla a ridare una direzione alla sua vita.
Il passato in un certo senso non è mai passato, contamina il suo presente. E’ come se lei, a causa della percezione di un pericolo, fosse in modalità sopravvivenza: quando ci si sente in pericolo, o ci si è sentiti in pericolo a lungo, il tempo si ripiega su se stesso, né c’è spazio per i propri desideri quando tutto lo spazio psichico è occupato da bisogni basilari di sicurezza e sopravvivenza psichica.
Cerchi un/a collega che le ispiri fiducia e con cui intraprendere un percorso che la aiuti a ridare orizzonte alla sua vita, con cui la terapia possa essere per lei un luogo sicuro. Se volesse parlarne mi contatti.

Dott. Antonino Puglisi Psicologo a Torino

55 Risposte

28 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18650

psicologi

domande 29750

domande

Risposte 101200

Risposte