Aiutatemi ad uscirne

Inviata da Laura il 1 dic 2016 Autorealizzazione e orientamiento personale

Salve,
sono una ragazza bisessuale di 22 anni e vi scrivo perché ho tremendamente bisogno di sfogarmi, perché non riesco proprio ad uscire da questa situazione particolare.
Per farvi capire devo iniziare a spiegarvi la cosa partendo da quando ho conosciuto questa persona due anni fa, ad aprile 2014 per essere precisi. Io giocavo su un gioco online, e li ho conosciuto una ragazza con cui andavo parecchio d'accordo e con cui giorno giorno dopo è nato qualcosa.1
In questi giochi online però io mi sono sempre finta uomo per evitare le avance dei ragazzi, che spesso di divertono a scocciare sopra sto giochini. Lei pure era convinta che fossi uomo e quando ci siamo innamorate io non sapevo come dirglielo. Alla fine lo ha scoperto e con mia sorpresa anche lei era bisessuale e ha deciso di restare insieme a me.
Io però per paura di avere una storia con una donna (era la prima) ho iniziato a trascurarla e sentire altre persone per poi accorgermi che finalmente potevo essere me stessa con lei e che ero innamorata di lei per lasciare tutto così.
Lei però si era legata al migliore amico, mi ha lasciata i primi di luglio di quest'anno e poi tempo dopo ho scoperto che il tipo era invece il suo nuovo ragazzo. Nonostante ciò io vedevo dai suoi atteggiamenti che ancora amava me, e che stava usando lui per dimenticarmi perché aveva paura di affrontare la situazione in quanto anche io ero la prima donna per lei.
Ad ottobre di quest'anno ho deciso di venirla ad incontrare per la prima volta, sono stati 4 giorni stupendi insieme, è stato come se non ci fossimo mai lasciate. Quando sono tornata a casa però, dopo due settimane lei ha ricominciato ad essere strana e distaccata da me, fino ad arrivare ad una settimana prima che io tornassi da lei in cui mi ha detto "io non ti amo più..mi sono accorta di questo da qualche giorno". Inutile dirvi come mi sia sentita.
Ora io sono qui da lei da circa due settimane, ha evitato di vedermi perché non voleva crollassi ed io, ho deciso di raccontare ogni cosa al suo ragazzo che era all'oscuro avessimo ancora qualcosa, ma sapeva che eravamo solo amiche.
Mi pento di aver fatto sta cosa, ma non ne potevo più di essere l'unica presa in giro. Di sapere che lui è stato finora il pupazzetto per scordarsi di me, e che ora usava me come giocattolino per non perdere l'amicizia, in quanto era consapevole che io amicizia non riuscivo a darle è una volta tornata a casa sarei sparita per sempre.
È una settimana che non vuole sentirmi più per il mio gesto ed io sto malissimo perché dopo due anni in cui abbiamo parlato e condiviso tutto, ce sempre stata per me e tutto il resto non riesco a staccarmi e dimenticarmi di lei.
Non so come uscirne, vorrei solo averla ancora qui con me.
Che posso fare? Scusate il lungo sfogo.
Laura.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Cara Laura,
immagino si renda perfettamente conto che non può agire sulle decisioni della sua ex ragazza e quindi non sia in suo potere canalizzarla verso un ritorno o una definitiva rottura.
La sua sofferenza è tuttavia sicuramente comprensibile.
Il mio invito è quello di elaborare quanto sta succedendo, cercando di comprendere in primis cosa abbia significato per lei, quali cose abbia smosso, cosa può farsene di questa esperienza, anche in terapia se lo dovesse ritenere opportuno.
Rimango a disposizione.
Cordialmente,

Annalisa Anni
Psicologa Psicoterapeuta Padova

Dott.ssa Annalisa Anni Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Padova

505 Risposte

910 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Laura, hai canalizzato la tua rabbia sul ragazzo della tua "ex" ,che in fondo era nella tua stessa barca, piuttosto che affrontare la tua lei e analizzare la vostra situazione di coppia. Utilizza questa rabbia per chiudere questa storia.
Buona giornata

Dottoressa Rosa Ranieri Psicologo a Bari

68 Risposte

23 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Laura,
la realtà delle cose è che tu, per due anni e mezzo, con questa ragazza hai avuto soltanto un rapporto virtuale se è vero che a ottobre di quest'anno l'hai incontrata per la prima volta.
Dico questo perchè una relazione virtuale non può mai essere paragonabile ad una relazione reale e non vorrei che tu enfatizzassi eccessivamente la prima.
Quanto al tuo comportamento di svelare la sua bisessualità al nuovo ragazzo, è evidente che è stato scorretto e che perciò lei si sia risentita.
Purtroppo, più che scusarti per lo sbaglio fatto e tornartene a casa, non puoi fare molto altro.
Per quanto sia stato forse usato poco tatto nei tuoi confronti, devi riconoscere che una relazione sentimentale non può essere una costrizione e che ognuno è libero di gestire come vuole (nei limiti della legalità) il proprio orientamento sessuale (e questo vale anche per i bisessuali).
Se poi dovessi accorgerti che fai veramente fatica a riprenderti emotivamente, puoi valutare di farti aiutare in psicoterapia.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6467 Risposte

18117 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamiento personale

Vedere più psicologi specializzati in Autorealizzazione e orientamiento personale

Altre domande su Autorealizzazione e orientamiento personale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15300

psicologi

domande 19700

domande

Risposte 77250

Risposte