Aiutare mia sorella

Inviata da Katia · 14 ago 2017 Terapia familiare

Buongiorno, siamo tre fratelli, il primo di 50 anni, la seconda di 46 ed io di 38. Nostro padre e' morto undici anni fa, dopo due anni mia sorella si e' trasferita ad abitare vicino a mia madre (mentre io e mio fratello abitiamo a 15 min) e dopo altri due, hanno diagnosticato a mia madre l'alzheimer. La malattia sta progredendo ed e' ormai da due anni che con mia madre vive una signora che la controlla. L'accordo con questa signora e' che tutti i pomeriggi per due ore ed il sabato per quattro fa una pausa, pertanto qualcuno deve stare con mia mamma. Mio fratello lavora tutta la giornata e non ha figli, mia sorella e' casalinga con un figlio di 14 anni ed io lavoro part-time ed ho due figli 5 e 9 anni, quindi mio fratello durante la settimana non c'e' mai, mia sorella fa 3 pomeriggi ed io 2, i weekend ci alterniamo tutti. Nei giorni in cui mia sorella non e' di "turno" con mia mamma lei passa comunque, si ferma a chiaccherare del piu' e del meno e controlla mia mamma, anche se sia io che mio fratello le abbiamo detto di non venire. A febbraio ho cambiato casa e mi sono trasferita in un paese sempre a 15 min. Mia sorella si aspettava che mi trasferissi nel loro. Circa un mese fa abbiamo discusso (faccio notare che non era mai accaduto) ed e' "uscito" che lei si sente oppressa, mi ha rinfacciato che con la mamma c'e' sempre lei, che e' lei che fa praticamente tutto, che potevo trasferimi al paese e che da qualche mese sta andando da uno psicologo per farsi aiutare. Questo professionista le ha detto che non ha elaborato il lutto per mio padre e non ha accettato la malattia di mia madre. Quello che vi chiedo e' un consiglio per aiutarla ad affrontare la situazione. Spero di essere stata abbastanza chiara, grazie Katia.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 15 AGO 2017

Gentile Katia,
gestire una madre con tale patologia non è facile, si prospettano molti anni di sacrificio.
Forse la sorella è troppo coinvolta e riversa la rabbia su di lei. E' preferibile attuare un confronto al fine di ridistribuire i carichi di turnazione o trovare altre risorse.
Il fratello potrebbe essere maggiormente presente? Se lui non è disponibile può mettere una sostituta per bilanciare la situazione?
Non escluderei in futuro la possibilità di inserire la madre in un centro specializzato per tali patologie.
I costi emotivi e psicologici dei familiari che si occupano di tali persone sono elevati come sua sorella sta già sperimentando.
Cerchi di starle vicino emotivamente e le spieghi con calma quello che lei è in grado di fare.
D'altra parte sua sorella non può decidere il luogo della sua residenza e decidere per lei.
I miei migliori auguri
Dott.ssa Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2641 Risposte

2198 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 AGO 2017

Gentile Katia,
Dover affrontare l'Alzheimer di un famigliare per alcune persone non è facile. Ciò che lei può fare per dare una mano a sua sorella potrebbe essere chiederle che cosa può fare per sgravarle il compito di badare così spesso a vostra madre: magari lei, Katia, potrebbe cercare di essere presente più spesso da sua madre, in modo da lasciare più tempo libero alla sorella. Lo stesso potrebbe fare vostro fratello, nei tempi liberi che gli rimangono.
Faccia presente a sua sorella che nonostante non abitiate nello stesso paese, 15 minuti sono una distanza abbastanza comoda da percorrere e non impediscono certo che lei aiuti sua sorella nel prendervi cura di vostra madre.
La mia impressione è che sua sorella le rinfacci alcune cose a causa delle difficoltà personali che fortunatamente però sta risolvendo anche grazie all'aiuto dello psicologo. Con un po' di pazienza e rinegoziando i turni di sostegno alla mamma sono sicura che troverete una soluzione migliore per sgravare vostra sorella di questa situazione.
Vi auguro tutto il meglio.

Cordiali saluti,

Dott.ssa Elisa Canossa, psicologa psicoterapeuta a Padova e Sustinente (MN)

Dott.ssa Elisa Canossa - Studio di psicologia e psicoterapia Psicologo a Sustinente

726 Risposte

2184 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia familiare

Vedere più psicologi specializzati in Terapia familiare

Altre domande su Terapia familiare

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22950 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16600

psicologi

domande 22950

domande

Risposte 84300

Risposte