Adhd problemi

Inviata da Kinder · 5 feb 2018 Autostima

Buongiorno, ho problemi di adhd e di narcisismo. Ho un serio problema: ha parole dico una cosa, ma nella mimica ne dico un'altra: tipo ho sempre il sorriso stampato in faccia. Uno mi dice che le è morta la madre, e a me non fregando niente, mi viene da sorridere( è una cosa che più o meno fanno tutti....per carità...alla fine neanche la media delle persone è così empatica) il problema è anche sul lavoro, se mi sgridano spesso, a un certo punto mi viene da ridere. Ho rinunciato al lavoro per cui mi sono laureata perché non lo potevo assolutamente fare: troppo abitudinario e tranquillo e statico, e poco cognitivo; e io ho bisogno di un lavoro dinamico e cognitivo, invece. Quindi ho preso una seconda laurea, e ho cambiato completamente settore: un settore dove le mie difficoltà non sono d'inpiccio. Mi chiedevo però se qualcuno potesse prendermi ad odio ( mi è successo) perché mi viene da sorridere se mi sgridano: in pratica io sono sempre anestetizzata e pacata; e ho visto che questo snerva molto. In più avendo atteggiamenti ( senza volerlo) abbastanza arroganti, sprezzanti, e oppositivi, o paura che senza aver fatto niente di ché, io venga odiata. Eseguo gli ordini senza lamentarmi, ma qualcosa nella mimica e gestualità mi tradisce, e mi è stato fatto notare. Per me è fonte di sofferenza questa cosa: non mi piace che gli altri vedono il mister hide dentro di me. Alla fine dovrebbe rimanere tra me e me. Io non voglio fare nulla di male, e voglio vivere una vita più serena possibile. Non è colpa mia se non sono empatica e non provo sentimenti!!! Anche perché qualcosina provo, se no non sarei qui a soffrire!! Il problema è che gestisco quello che provo male, forse...Per la paura che la gente veda non dottor jeckil, ma mister hide, mi è venuta pure l'ansia sociale, che ho imparato a controllare! Inoltre ho paura di passare per una sfigata e una perdente. Per fortuna. Il problema è che io delle complicanze date da problemi di concentrazioni e iperattività, curati con dosi massicce di caffeina e sport agonistico a manetta...e in effetti il timore di perdere, fallire ed essere vista male, è molto razionale, perché le probabilità sono molto alte e non è esattamente una paranoia. Poi non è colpa mia se mi viene da ridere se mi sgridono! Vorrei vedere chi mi giudica a prendersi urla e sgridate, e cose poche carine ogni 15 minuti; a un certo punto il cervello si anestetizza per non andare fuori. Mica si può avere una reazione a ogni sgridata rimprovero dopo anni e anni e anni di sgridate e urla quotidiane. Né potrei provare empatia! Personalmente trovavo una contrarietà al 100% ogni santo giorno, e per ogni cosa: magari solo perché respiravo o masticavo! Non fa bene portare rancore: in fin dei conti mi vuole bene, e non l'ha fatto apposta. Sottolineo che in realtà non è mia intenzione essere insensibile e arrogante, o altro: mi viene così senza volerlo. Sarà che le fantasie e i pensieri influenzano un sacco, anche se nei fatti vuoi rendere un'altra impressione...Tipo se ti senti Dio e pensi di essere superiore agli altri, forse è normale risultare arroganti senza volerlo! Che strategie potrei addottare per controllare la mimica?? E non farmi odiare da tutti? Come controllare l'arroganza?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 6 FEB 2018

Il suo racconto è piuttosto singolare, sembra quasi che lei stia descrivendo una terza persona. Anche il suo modo di esprimere la sofferenza è molto "cognitivo". Dal suo racconto sembra che non sia in perfetta sintonia con gli altri, che non riesca ad anticipare le loro reazioni o non le consideri e per questo non riesca neanche a modulare il suo comportamento tenendo conto dei feedback sociali. Presumo che lei sia già stata da psicologi se si definisce adhd e narcisista... Ha mai provato a intraprendere un percorso cognitivo comportamentale incentrato su problemi di relazione sociale ed empatia? Se non vengono spontanei certi adattamenti agli altri per poter mantenere relazioni adeguate ci sono dei percorsi terapeutici che possono fornire un "manuale di istruzione" per migliorare le proprie abilità sociali. Per vari motivi, culturali, esistenziali, traumatici o strutturali come nel caso del Disturbo della Comunicazione Sociale o Dello spettro dell'Autismo si possono incontrare difficoltà nelle relazioni che provocano indubbiamente sofferenza, comprenderne l'origine esatta è importante per scegliere la terapia più adatta. In bocca al lupo!

Dott.ssa Sabrina Burato Psicologo a Pordenone

21 Risposte

6 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 FEB 2018

Cara Kinder,
Forse il problema non è tanto quello di controllare l'arroganza o la mimica facciale, ma affrontare in profondità il problema che ti porta da sempre a confliggere con gli altri. Mi par di capire che già ti sforzi molto di controllare te stessa e le tue reazioni, forse è il caso invece di guardare in faccia un malessere e provare gradualmente a ritrovare le tue emozioni e a riconoscerle come valide, questo sarà utilissimo anche per creare un rapporto più sano con gli altri. Io ti consiglio quindi di confrontarti con un terapeuta della tua zona per valutare se sia il caso di intraprendere un percorso mirato alle tue necessità.
Cordialmente
Dr.ssa M. Sara Sanavio

Dr.ssa M.Sara Sanavìo Psicologo a Perugia

227 Risposte

105 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Autostima

Vedere più psicologi specializzati in Autostima

Altre domande su Autostima

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18650

psicologi

domande 29750

domande

Risposte 101250

Risposte