Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Abuso Codice Deontologico?

Inviata da Carmelo G il 7 giu 2019

Fino alla settimana scorsa, ero alla ricerca di un terapeuta per intraprendere una psicoterapia adatta alle mie esigenze.

Arrivo dal nuovo collega, dopo aver visto l’altra nella giornata di sabato, mi siedo, lui mi fissa e subito mi chiede sorridendo: cos’è quell’orecchino che hai?

E io ho risposto spiegando.. dopodiché inizia a farmi parlare della situazione col mio ex ragazzo, e notava che mi fissava con uno sguardo strano, quasi malizioso, toccandosi il mento e la guancia.. quasi come se non prestasse attenzione alle parole che stavo dicendo. Mi sembrava di stare di fronte ad un maniaco, sfortunatamente, tutto fuorché un dottore.

Mentre parlo noto che mi fissa la bocca etc. mi interrompe, facendomi ragionare sui miei discorsi in generale, e dicendomi che ero dipendente affettivo di questo ragazzo.

Dopodiché e’ passato ad offenderlo, dicendo che ero io un ragazzo dolce ed affettuoso a volere cose serie da parte di lui, ma lui un bambino superficiale che in realtà mi ha solo usato e non ha fatto nulla. Sinceramente ha urtato i miei sentimenti, sentirmi dire quelle cose mi ha fatto male. Lui ha notato che stavo iniziando a diventare più serio..

Tuttavia, mi ha parlato anche di un paziente che non voleva accettare la sua omosessualità dicendo che era pazzo, io sempre sconvolto..oppure mi ha chiesto se mio padre fosse un mafioso solo quando gli ho detto che aveva la mentalità di strada..

D’un tratto, preciso e sottolineo sempre fissandomi con sguardo malizioso e a tratti seducente, mi dice cosa facevo a letto con il mio ex. Anzi, mi chiede proprio: ma a letto ti divertivi? Era bravo? Era bello no?

Cioè ma che domande sono? Io ero in imbarazzo e stavo per piangere.. non sapevo cosa fare o cosa dire.

Ha utilizzato dei termini scurrili come per esempio: “quello che ha detto la collega sul trauma sono minchiate.. ma si solo cazzate, non hai un trauma, sei tu che sei ancora bambino, devi diventare UOMO. Ecco perché pensi costantemente a lui. Ritengo che la collega abbia proprio sbagliato.”
Poi con voce dolce mi diceva: certo ancora sei piccolino.. quando hai fatto quell’esperienza eri un bimbo..

Io sempre in silenzio freezato... allorché aggiunge e riprende il discorso del sesso: ma tu a letto eri attivo o passivo? Facevate dei giochi?

Io cambio discorso dicendo: il mio ex mi scrive ancora e non so perché.
E lui risponde: perché ti vuole come scopamico!! Ma tu non devi permetterlo perché sei un ragazzo bello e ne avrai altri 1000.
Cioè era necessario dire una cosa così? Che c’entra scopamico se gli ho ripetutamente detto che non mi voleva più fisicamente? Il tutto sempre coi sorrisetti strani.
Infine ha cercato di essere serio dicendomi che il problema sono io, interiormente e che devo crescere. E vorrebbe aiutarmi lui.


Cosa SCANDALOSA alla fine del colloquio: mi accompagna alla porta, mi dà la mano e mi dice: posso darti 2 baci sulla guancia?
Sempre con tono dolce e tipo commosso, e io sempre bloccato.. mi saluta e mi accompagna alla porta con la mano sulla schiena.


In questo momento mi sento come se fossi stato usato, mi sento arrabbiato e ho perso speranza. Non credo che qualcuno possa aiutarmi. Non è ciò che voglio da una terapia, non voglio sentirmi chiedere se sono attivo o passivo, se sono bimbo o se devo diventare uomo. Io voglio essere AIUTATO, ma per davvero, e nessuno lo sta facendo.

Il bello è che tutti mi incitano a chiedere aiuto, lo faccio, e come risultato trovo questo. Non so bene se segnalare tutto o meno, ma penso che sarò costretto ad abbandonare l’idea della terapia e a lasciare tutto. Ci ho provato.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Carmelo,
credo che tu abbia avuto un incontro sfortunato con un terapeuta poco sensibile o poco cauto ma non spieghi per quale motivo anche il colloquio con la prima terapeuta non è andato a buon fine.
E' probabile che nonostante il dolore per la fine della tua relazione sentimentale, vi sia in te ancora una tendenza eccessiva ad idealizzare e proteggere il tuo ex e che ciò possa interferire con una corretta elaborazione del lutto per questa perdita.
In ogni caso è un errore generalizzare pensando che tutti i terapeuti siano insensibili, sfrontati o cinici.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6564 Risposte

18380 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gent.le Carmelo,
quanto lei racconta mi lascia piuttosto perplessa. Pur tenendo conto che le domande o i modi o gli esempi di un terapeuta possano essere fraintesi o riletti dal paziente a seconda del proprio vissuto ecc, mi rende basita quanto accaduto, in primo colloquio. Comprendo il suo stato d'animo. Se ritiene, può certamente segnalare all'Ordine, garante della nostra professione e del paziente. Mi sembra utile allo stesso tempo suggerirle di valutare altro terapeuta con calma, facendo passare il momento di sfiducia, senza cadere nella trappola delle generalizzazioni negative dei terapeuti. Troverà certamente un/a collega che la saprà aiutare con serietà e professionalità, cui lei cercherà pian piano di affidarsi. Cordiali saluti

Dott.ssa Elisa Fagotto Psicologo a Portogruaro

334 Risposte

182 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Carmelo,
è davvero ingiusto che non abbia trovato un ascolto accogliente e un vero aiuto nella sua ricerca di un terapeuta! Non è facile decidere di farsi aiutare e quando ci si trova male si rischia di mollare tutto. Ma non si arrenda, merita di trovare un supporto autentico e utile.
Le consiglio anche di rivolgersi all'Ordine degli Psicologi della sua regione per segnalare il comportamento inadeguato del Collega, ma prima si occupi di sè e del suo benessere e prosegua nella ricerca. Se lo desidera rimango a disposizione.
Un cordiale saluto
drs Lucia Mantovani, Milano

Studio di Psicologia Dott.ssa Lucia Mantovani Psicologo a Milano

993 Risposte

458 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Carmelo, non ho parole per esprimere la mia indignazione verso il collega. Sono senza parole. In oltre dieci anni di professione non avevo mai sentito niente di simile. E' evidente che lei è stato estremamente sfortunato. Il terapeuta è senz'altro da denunciare, farebbe una cosa molto utile anche verso tutti. A volte la vita è strana, e ci propone il peggio, che non si sarebbe trovato neanche a cercarlo per mesi, ma basta girarsi dall'altra parte. Sicuramente troverà facilmente un professionista di ben altra serietà. Non si arrenda!
Cordiali saluti
dr. Leopoldo Tacchini

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

758 Risposte

312 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buonasera Carmelo, il tuo dolore, rabbia e delusione sono comprensibili. Purtroppo nel nostro lavoro non contano solo le lauree e i master, ma è essenziale il rispetto per la persona che hai davanti, il suo vissuto e la sua storia, qualsiasi essa sia. Dispiace sapere che ti sei arreso. Da professionista e ancor prima da persona, ti sono vicina nella tua brutta esperienza. Le parole possono far male quanto le armi, per di più se male usate verso una persona che si sta mettendo a nudo, a fatica, per essere aiutata. Dott.ssa Laura Ceccoli

Dott.ssa Laura Ceccoli Psicologo a Genova

36 Risposte

63 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15450

psicologi

domande 20050

domande

Risposte 77800

Risposte