Abusi familiari

Inviata da Silvia Natta · 23 ott 2020

Buongiorno,
sono una donna di 36 anni. Sono cresciuta in una famiglia con un genitore (mia madre) con gravi problemi, abusivo dal punto di psicologico e talvolta fisico, venivo isolata dai coetanei e se disobbedivo mi venivano messe le mani addosso, venivo bloccata con la forza in camera mia, mia madre spesso mi metteva le mani al collo, gridava, aveva scoppi di rabbia violenta.
Ora io sono uscita di casa da anni, mi sono fatta una vita, sto abbastanza bene pur non essendo stata seguita da psicologi.
La mia difficoltà è che in alcuni periodi soffro di ansia, durante il precedente periodo di lockdown sono stata poco bene e ho effettuato alcune sedute da uno psicologo, senza però seguire una linea precisa di trattamento. In particolare, in alcuni momenti delle sedute, se venivano richiamati alla memoria alcuni episodi del passato, venivo presa da ansie e tremori. Ho interrotto con questo terapeuta perchè appunto non capivo "dove si andava a parare", vorrei sapere un vostro parere riguardo che tipo di terapeuta (e che tipo di psicoterapia) sarebbe più corretta nel mio caso. Grazie, buona giornata

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 24 OTT 2020

Buongiorno,
Leggendo le sue parole sembra che lei potrebbe beneficiare di una psicoterapia con un terapeuta esperto ( non solo psicologo, quindi).
Dei vari tipi di trattamento, sceglierei quello psicoanalitico perché i traumi delle violenze che lei ci riporta suggeriscono la necessità di riuscire a ripensare a quei momenti senza subirne ancora le conseguenze psicologiche.
Naturalmente, ciò non significata rievocare e rivivere senza fine le stesse emozioni, al contrario: attraverso la relazione analitica, tranquillizzante, riuscirà a lasciarli finalmente alle spalle.
Giuliana Gibellini

Dott.ssa Giuliana Gibellini Psicologa - Psicoterapeuta Psicologo a Carpi

298 Risposte

218 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 OTT 2020

Salve Silvia,
Nessuno di noi conosce quale terapia sia esattamente la migliore per ognuno finché non la proviamo su noi stessi. Ci sono ovviamente dei criteri ma la verità è che non si può mai dire. Vede accade un po come quando si va a scuola: un buon rapporto alunno-insegnante può far amare anche la materia più ostica. Nel suo caso questo parametro è ancora più importante, dato che ha avuto un problema con il rapporto primordiale, quello con sua madre. Lei necessita di un terapeuta che sia prima di tutto una "persona" con cui sente di trovarsi a suo agio, e sentirsi a suo agio per lei significa essere in un rapporto limpido, granitico e determinato, poiché rivivere l'instabilità e l'imprevedibilità di sua madre la fa tremare ancora oggi.
Non sarà un lavoro facile né per il terapeuta né per lei, ma sarà possibile se lo farete insieme.
Il mio approccio è ovviamente Sistemico-Relazionale, ma non lo ritengo l'unica soluzione. Tenti Silvia e non si arrenda.
Costruire una relazione solida oggi per lei potrebbe essere una risorsa impagabile.
Le auguro un rapporto rigoglioso.


Dr.ssa
Michaela Mortera

Dr.ssa Michaela Mortera Psicologo a Civitanova Marche

32 Risposte

13 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 OTT 2020

Gentile Silvia,
Innanzitutto ha tutta la mia stima per essere riuscita a crearsi una nuova vita . Indica che possiede una buona resilienza, cioè una grande capacità di far fronte alle situazioni problema.
Vivere il trauma del lockdown con l’imposizione dell’isolamento e la limitazione della libertà, ha risvegliato i vecchi traumi del passato.
Le suggerisco di tentare un percorso con un’altro terapeuta, indipendentemente dall’approccio che utilizza, ( Esistono molti approcci per raggiungere lo stesso obiettivo, come molte strade che portano ad una stessa città) l’aspetto più importante è la relazione che riesce ad instaurare, dovrebbe essere in grado di infonderle fiducia per potersi affidare e sostenerla.
Resto a disposizione.

Dott.ssa Roberta Sossai
Psicologa clinica

Dott.ssa Sossai Roberta Psicologo a Pordenone

19 Risposte

9 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 OTT 2020

Carissima, ogni psicoterapeuta ha una sua specialità e le dirà che va bene quella, perché in realtà ogni disturbo può essere affrontato in maniera diversa. Sta a lei scegliere l'approccio che più la facilità nel tirare fuori il suo disagio. Forse il percorso di ricordi è rivissuti non le si adduce, forse potrebbe pensare ad uno basato più sul "fare", quindi sul comportamento, come l'approccio cognitivo - comportamentale. Le consiglio però di trovare il coraggio di affrontare il suo disagio in merito a quanto vissuto. Non è vero come avrà avuto modo di accorgersi, che è scivolato via. Certo il lockdown ha causato disagio a molti, ma ognuno di noi ha dei motivi diversi per sentirsi a disagio.
Resto a disposizione.
Cordiali saluti.
Dott.ssa Barbara De Luca

Dott.ssa Barbara De Luca Psicologo a Catanzaro

463 Risposte

218 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 OTT 2020

Cara Silvia,
posso comprendere l'ansia legata al dover portare l'attenzione sui ricordi di un'infanzia così difficile. Tuttavia, credo che sia un passo decisivo per poter imparare a gestire l'ansia che sovviene in momenti come il lockdown (che potrebbe aver vissuto come un'altra delle chiusure forzate imposte da sua madre). Un percorso psicologico può senz'altro essere utile per affrontare queste memorie traumatiche ed elaborarle, accettendole per ciò che sono state ma che non sono più. Pur avendo una vita sana e piuttosto equilibrata, questi ricordi sono rimasti come degli "isolotti" nella sua mente e, inserirli in una narrazione coerente del suo passato tramite un percorso psicologico, credo sia la scelta più sana per il suo benessere psicofisico. Come le è stato già suggerito, volendo, può orientarsi un professionista che possa sottoporre l'EMDR.
Le faccio i migliori auguri per il suo futuro!
Un caro saluto
Dott.ssa Federica Beglini

Dott.ssa Federica Beglini Psicologo a Milano

20 Risposte

13 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 OTT 2020

Buongiorno Silvia. Potrebbe essere utile prima stabilizzare le sue ansie e angosce del moemnto per poi lavorare in kodo specifico sulle situazioni traumatiche che ha vissuto per bonificarle, cioé per trasformare le energie emotive legate a quelle situazioni e trasformarle in qualsosa di diverso. Dallimpotenza alla possibilità di sentire di aver un valore e dignità e di poter agire nel mondo con uno scopo e un progetto che "sgorga" dal cuore. Con la psicosomatica e LEMDR in particolare si può fare questo lavoro insieme a un terapeuta idoneo. Rimango a disposizione.

Dott. Davide Milanese Psicologo a Tortona

210 Risposte

65 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 OTT 2020

Buongiorno, secondo me per liberarsi del fardello pesante del suo passato le servirà molto coraggio, costanza, disciplina e tempo. Le servirà prendere una decisione se tita e profonda, perché la strada non sarà semplice né indolore. Si affidi a qualcuno che le ispiri fiducia e vada avanti. Tutti i metodi possono andare bene, ma lei non può sapere tutto prima.
Dr.ssa Anna Agresti
Psicologa psicoterapeuta

Dr.ssa Anna Agresti Psicologo a Prato

60 Risposte

78 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 OTT 2020

Cara Silvia, il fatto che abbia iniziato e terminato una terapia a causa del fatto che non sapesse dove il terapeuta volesse "andare a parare", potrebbe essere collegato al fatto che, avendo toccato dei punti dolenti che l'hanno fatta soffrire, si é ritirata su se stessa. Penso però che, per il Suo benessere, sia fondamentale riparare i traumi che ha subito. Ovviamente, un passo alla volta, rispettando i Suoi tempi. Le consiglierei, per questo, una terapia del profondo, quindi psicodinamica, che vada ad elaborare la Sua sofferenza, per risolverla.
Le auguro Buona fortuna e serenità.
Dr.ssa Amanda D'Ambra.

Dr.ssa Amanda D'Ambra Psicologo a Torino

610 Risposte

472 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 24800 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17250

psicologi

domande 24800

domande

Risposte 88350

Risposte