abbandono relazione problematica

Inviata da ale il 10 mar 2018 Terapia di coppia

Buongiorno , dopo due anni e mezzo ho lasciato il mio compagno non per mancanza di sentimenti ma per sfinimento paura e disperazione. Premetto che io sono una cinquantenne senza figli e che deve gestire anche due genitori ormai anziani. Come in tutte le storie l'inizio è stato meraviglioso ma dopo i primi mesi l idillio si è trasformato in una galera . Sono stata stretta in una morsa da una persona paranoica che soffriva di gelosia ossessiva , ho più volte assistito a crisi psicotiche che mi hanno spaventata a morte. La mia vita lentamente e inesorabilmente si è trasformata in un inferno. E io mi sono trasformata in una bestiolina impaurita. Grazie ai miei sforzi perché la sua famiglia d'origine lo supporta poco e fa finta di non vedere ora il mio compagno che ha 47 anni è in cura da circa nove mesi e prende un antidepressivo associato ad un antipsicotico. Ho fatto insieme a lui un incontro con la psicoterapeuta ma purtroppo sebbene glielo abbia chiesto molto esplicitamente non mi ha detto effettivamente cosa ha e che prospettive possiamo avere per il futuro ha accennato vagamente ad una mania di persecuzione. Ad ogni buon conto la cura sembra positiva e lui è un altra persona nonostante gli effetti collaterali pesantissimi e che pesano anche su di me perché mi sembra di convivere con una persona spenta . Insomma ora il mio compagno è normale diciamo così ma sembra morto dentro. Se è questo il prezzo per evitare crisi maniacali deliri aggressività e sbalzi di umore ok ci sta. Il problema ora è che non ci sto più dentro io e non riesco ad accettare questa nuova situazione. Da una parte perché lui è "diverso" dall'altra perché io non ho superato tutti i traumi del mio recente passato che lui mi ha inferto e quindi sono sempre li ancora a giustificarmi se mi squilla il telefono o il terrore che un uomo mi guardi e io senza volere lo guardo. Non avevamo ovviamente vita sociale prima ma anche ora facciamo fatica e sembra che gli vada bene così . Io non riesco più a vivere questo rapporto così simbiotico inoltre vivo nel terrore degli incubi del passato e in quelli futuri se per caso si dimenticasse di prendere le pastiglie e si ritrasforma in un orco. Alla fine ho chiuso il rapporto dicendo semplicemente che non ero felice. Ovviamente mi sono stati buttati addosso sensi di colpa che io lho abbandonato. Si è vero sono scappata per paura e per sfinimento nel gestire la situazione dove ripeto ho sempre dovuto combattere da sola nonostante lui abbia una sorella e i genitori . E proprio perché sono sola anche io e ormai ho i miei anni non riesco a vedere il mio futuro e la mia vecchiaia con una persona che versa in queste condizioni. Aggiungo che è vero che si cura ma non abbandona l'alcool dal quale penso stia andando versa la dipendenza . Io lho lasciato ma mi manca ovvio e non so se ho fatto bene e non so come gestire i miei sensi di colpa.. Vi ringrazio anticipatamente per una vostra risposta. Qualsiasi vostra parola sono sicura riuscirà ad essermi di conforto.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Ale,
comprendo sinceramente le emozioni che vive compresa la fatica e il peso associati ad una situazione complessa e difficile. Credo che lei sia giunta ad una scelta ponderata dopo diverse riflessioni, valutando costi e benefici di questa relazione. Lei ha genitori anziani di cui occuparsi, non vede futuro con questa persona, teme il peggio. La realtà infatti non è rosea, chiudendo la relazione ha tutelato se stessa pur tra sensi di colpa e critiche altrui. Le consiglierei di pensare ad uno spazio solo per se di ascolto empatico in cui reincontrare se stessa ed elaborare questi vissuti intensi e pregnanti. Resto a disposizione per qualsiasi informazione
Cordialmente
Dott.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2422 Risposte

2048 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15300

psicologi

domande 19750

domande

Risposte 77350

Risposte