A 55 anni la vita mi pare non avere più un senso....

Inviata da Siria · 17 giu 2021

Buongiorno, sono una donna di 55 anni. Insegno e ho un figlio di 19 anni che vive con me. Cinque anni fa mio marito se n'è andato di casa: era da tempo che il rapporto tra noi era in crisi per svariate ragioni ma non avrei mai immaginato che lui avesse trovato la soluzione ai nostri problemi in un' altra donna. Dopo avere scoperto questa relazione clandestina, il mio ex fu posto di fronte all'alternativa tra rimanere con me o scegliere l'amante. Lui scelse l'altra, separata a sua volta, con la quale forma adesso una coppia "ufficiale". In questi anni ho dovuto digerire mio malgrado tutte le scelte del mio ex con il quale ho cercato di mantenere rapporti civili soprattutto per il benessere psicologico di mio figlio che ha sofferto molto per l' allontanamento del padre, cui è molto legato. Ma mentre il mio ex marito portava avanti la sua vita libero da ogni obbligo, lontano tra l'altro dalla città dove abito, io mi sono trovata completamente da sola dopo tanti anni, a dover non solo ricostruire ma anche gestire quello che rimaneva della mia famiglia distrutta. Anche da un punto di vista economico. E' stato molto difficile ricominciare una "nuova esistenza" a 50 anni. Ho mantenuto me stessa e mio figlio praticamente senza aiuti economici, con un modesto stipendio, provvedendo anche a pagare il mutuo di una casa all'epoca appena acquistata. Mi sono rimboccata le maniche, ho affrontato tanti momenti bui, ma i frutti delle mie fatiche sono stati in parte ripagati: adesso mi ritrovo con una casa di mia proprietà, ho un lavoro che fortunatamente mi rende autonoma, e mio figlio è un bravo ragazzo che ha completato gli studi ed è pronto per fare l'università in un'altra città. Dovrei essere orgogliosa di quello che sono riuscita a realizzare nonostante tutto, invece sento un grande vuoto dentro, sono rimaste profonde cicatrici e tanta rabbia che mi rendono profondamente infelice.... Devo dire che in questi anni non sono sempre rimasta sola: sono fortunatamente ancora una bella donna e le occasioni per ripartire affettivamente non mi sono certo mancate in questo periodo, ma purtroppo sono state tutte deludenti. Tre anni fa ho incontrato un uomo separato di 60 anni di cui mi ero molto innamorata. Ho pensato di aver trovato una persona affidabile e seria e ho creduto di poter ricominciare a sorridere alla vita. Invece, dopo due anni di relazione, anche lui mi ha lasciata.... per un'altra donna! Non mi dilungo in particolari, ma questo secondo abbandono, arrivato tra l'altro in un momento fisiologicamente difficile, è stato una batosta così grande che mi ha fatto vacillare....Ora mi ritrovo a camminare ancora una volta tra le macerie della mia vita, di cui non riesco più a trovare un senso. Provo rancore per chi mi ha fatto del male, e mi sento davvero priva di speranze per il futuro, sola e senza più voglia di ricominciare....

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28950 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18350

psicologi

domande 28950

domande

Risposte 99050

Risposte