Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

37 anni e una vita buttata, che faccio?

Inviata da paolo il 3 dic 2014 Depressione

a 15 anni prima depressione seguita da un bel DOC. A 16 taccio per non far stare male i miei e dico che tutto va bene. Non va bene niente. Lascio l'università per i sensi di colpa verso di loro perchè non riesco a superare gli esami. Trovo un lavoro che non mi piace ma lo faccio al meglio solo per non avere guai ma vengo sfruttato sempre di piu'. Cambio posti di lavoro ed è sempre peggio: colpa mia, non so difendermi, mi faccio usare e se solo dico 'a me non sta bene' mi fanno capire che i miei ragionamenti sono stupidi ed inutili. Relazioni? Sono gay. Il primo amore mi tradisce e scopre di essere sieropositivo, il che mi fa ripiombare nella fobia totale di malattie. Ma non lo mollo perchè avevo piu' paura della solitudine che della malattia. Lo lascio dopo un po' quando mi accorgo che sempre mi tradisce. Il secondo amore era una persona impegnata che pero' mi ha dato tutto l'amore di cui avevo bisogno e anche la 'protezione' quando avevo bisogno, l'affetto. Ma mi lascia perchè non riessce a staccarsi dall'altro. Il terzo amore è a distanza meno passionne ma molto amore, piu' suo che mio (che brutta cosa dire cosi) e intanto io mi chiudo sempre dentro me stesso. Lavoro-casa casa-lavoro. Amici? Faccio fatica. Sono complessato dalla mia voce (orrenda a mio dire, femminile). Tento vari approci grazie a chat varie ma boicotto tutto perchè non riuscirei a fare semplice sesso senza pesnare a malattie varie. Mi sentirei in colpa tradendo il mio compagno anche se a disatanza. Il lavoro sempre peggio: trattato come una bestia, e umiliato quotidianamente ma non trovo un altro posto (ma alla fine sono io quindi inutile scappare). Arriva natale? Sempre solo. Provati antidepressivi diversi. Benzodiazepine come acqua. Tecniche di training autogeno. Se tutto va bene....sto meglio per un po' ma poi torna tutto come prima. Io stanco morto. Non parlo di suicidio (non ho nemmeno il coraggio) ma obiettivamente che vita è questa? A cosa serve? A chi? A me? Ogni giorno penso che sarebbe meglio che la mia vita la vivesse qualcun altro magari un ragazzo su una sedia a rotelle o qualcun altro. Io non son capace. Sono inutile. Depressione? Mah....di fatto non si guarisce mai. E io di tentativi ne ho fatti...ma ora sventolo bandiera bianca.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Caro Paolo, stai lasciando correre la mente verso pensieri negativi. Fermati un attimo perché i pensieri negativi si auto alimentano da soli se non li blocchiamo noi.

Hai bisogno di "pensare" con qualcuno, magari uno psicoterapeuta. Una persona che ti aiuti prima di tutto a riprendere fiato, e quindi a prendere in mano la tua vita. Nella tua storia c'è tanta sofferenza e da molto tempo. Credo che abbia bisogno di capire cosa è successo e, per poterlo fare, hai bisogno di costruire una relazione di fiducia con un terapeuta. Credo che questo ti restituirà la speranza.

Dalla depressione si può guarire. Sono certo che hai molte risorse e molte qualità, e che la tua voce, "anche se" femminile, non è così male come dici. Credo che la percezione di molti aspetti della tua vita, e di te stesso, si trovi impigliata in quel circolo di pensieri negativi di cui parlavo prima.

Probabilmente avrai già incontrato molti terapeuti nella tua vita. Credo però tu non debba mollare. Cercane uno con cui iniziare un percorso a medio lungo termine, una persona che possa vederti con occhi diversi da quelli con cui ti guardi tu adesso. Forse potrebbe aiutarti trovarne uno che abbia una buona esperienza nella psicoterapia con persone gay. Un caro saluto e un grosso in bocca al lupo. Dott. Massimo Perrini

Dott. Perrini Massimo Psicologo a Roma

86 Risposte

134 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Paolo,
lei, per qualche motivo risulta molto simpatico.
Certo la sua vita è stata molto difficile e travagliata ed è comprensibile
un senso di stanchezza, tuttavia ha conosciuto l'amore ed è stato amato,
poi, le relazioni vanno un pò così così... che vuole farci "c'est la vie".
La sua vita a 37 anni non può essere certo "buttata via" in quanto lei ha
ancora tanta vita davanti a lei.
Lei mi ricorda Dante che "nel mezzo del cammin di nostra vita, mi ritrovai
in una selva oscura che la diritta via era smarrita"... a questo punto il
poeta intravvide una luce (sono convinta che anche lei la sta vedendo) e poi
tre donne: Beatrice, Lucia e Maria...cosa significa?
Beatrice l'amore umano, Lucia la consapevolezza e Maria la speranza nella
salvezza (io la chiamerei motivazione).
Ora io auguro anche a lei di trovare questi tre aiuti, li metterei in questo
ordine: Motivazione al progresso e alla guarigione, acquisizione di
Consapevolezza con l'aiuto di uno Psicoterapeuta, e, il motore di tutto il
percorso sarà l'Amore per se stesso, per la vita e per gli altri.
In quanto alla sua voce il fatto che lei dice di odiarla credo sia relativo
alla sua difficoltà di "dare voce" ai suoi pensieri e sentimenti, quando
avrà imparato a farlo amerà anche la sua voce che, in modo molto delicato,
grazie alle sfumature femminee, saprà esprimere anche profondi sentimenti.
Ha mai pensato di prendere lezioni di canto? Le potrebbero servire molto.
Coraggio e tenacia dunque!
Spero non averla annoiata coi riferimenti Danteschi ma d'altronde vivo e
lavoro a Ravenna da trent'anni e in questa città dove il Sommo Poeta visse e
morì il suo richiamo è molto forte.
Un caro saluto
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6735 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Paolo, ce la puoi fare, hai forza e coraggio, necessitano di essere orientati in modo efficace. Lasciati guidare dalle persone che potrai scegliere in questo sitom siamo orientati al benessere del prossimo, anche del tuo. Il primo passo lo hai fatto scrivendoci. Continua così.
Dalla depressione e dal DOC si può guarire, nel mondo ci sono persone speciali per cui merita esser nati! Sono rare, è vero, ma esistono.

Cordiali saluti

Dottor Cristian Sardelli
Psicologo, Psicoterapeuta
Specialista in Psicoterapia Breve Strategica

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Paolo
lei, per qualche motivo risulta molto simpatico.
Certo la sua vita è stata molto difficile e travagliata ed è comprensibile
un senso di stanchezza, tuttavia ha conosciuto l'amore ed è stato amato,
poi, le relazioni vanno un pò così così... che vuole farci "c'est la vie".
La sua vita a 37 anni non può essere certo "buttata via" in quanto lei ha
ancora tanta vita davanti a lei.
Lei mi ricorda Dante che "nel mezzo del cammin di nostra vita, mi ritrovai
in una selva oscura che la diritta via era smarrita"... a questo punto il
poeta intravvide una luce (sono convinta che anche lei la sta vedendo) e poi
tre donne: Beatrice, Lucia e Maria...cosa significa?
Beatrice l'amore umano, Lucia la consapevolezza e Maria la speranza nella
salvezza (io la chiamerei motivazione).
Ora io auguro anche a lei di trovare questi tre aiuti, li metterei in questo
ordine: Motivazione al progresso e alla guarigione, acquisizione di
Consapevolezza con l'aiuto di uno Psicoterapeuta, e, il motore di tutto il
percorso sarà l'Amore per se stesso, per la vita e per gli altri.
In quanto alla sua voce il fatto che lei dice di odiarla credo sia relativo
alla sua difficoltà di "dare voce" ai suoi pensieri e sentimenti, quando
avrà imparato a farlo amerà anche la sua voce che, in modo molto delicato,
grazie alle sfumature femminee, saprà esprimere anche profondi sentimenti.
Ha mai pensato di prendere lezioni di canto? Le potrebbero servire molto.
Coraggio e tenacia dunque!
Spero non averla annoiata coi riferimenti Danteschi ma d'altronde vivo e
lavoro a Ravenna da trent'anni e in questa città dove il Sommo Poeta visse e
morì il suo richiamo è molto forte.
Un caro saluto
Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicoterapeuta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Quanta tristezza e senso di inutilità trapelano dalle sue parole..
Ha 37 anni e delle esperienze che lei ritiene essere negative alle spalle, ma si ricordi che niente è perduto,mai!
So che non è facile, ma se fino ad ora ha solamente cercato di sopravvivere, perché non decidere di vivere in prima persona la sua vita? Non le piace la sua voce, si sente inutile e così anche gli altri la fanno sentire tale, crede che tutto di lei sia negativo ma ne è davvero sicuro? I suoi compagni l'hanno scelta per un motivo..molto probabilmente è un uomo attraente e che sa essere accattivante ed interessante. Ha un lavoro..tutti la trattano male e con supponenza? Non lo permetta..ma lo faccia con veemenza. Deve credere in se stesso perché gli altri credano in lei.
È un uomo dalle mille risorse e sono certa che sarà in grado di usarle al meglio: scelga di cambiare oggi stesso. Inizi col fare piccole cose che l'appagano e si senta felice di ciò.
Si faccia forza e si ricordi che "non può piovere per sempre".
Un ultima cosa...essere gay non è una colpa.

Tanti cari auguri.
Dott.ssa Giulia Coatti psicologa psicoterapeuta

Psicologa/Psicoterapeuta Dott.ssa Giulia Coatti Psicologo a Monte San Vito

3 Risposte

6 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Paolo,
questa tua accorata richiesta di attenzione mi suscita una particolare forma di interesse ed empatia. Sei una gran bella persona dentro, e non credo di illudermi dicendo che sento il tuo richiamo come fosse l'ultimo canto del cigno all'incontrario.

Arriva come segnale di rinascita che con la sua 'voce', attrae verso di sé l'attenzione di due psicoterapeuti (dott.Massimo Perrini e sottoscritta)sensibili e disposti a mettersi in relazione con te per instaurare un dialogo di cui tu ha urgente bisogno.
Mi e ti auguro che tu possa cogliere e fare tue le parole ristoratrici del collega Dott.Perrini , dopo le quali io non ho nulla da aggiungere. Puoi contare da questo momento sulla mia disponibilità . Un caro saluto
Dott.ssa Carla Panno
psicologa-psicoterapeuta

Dott.ssa Carla Panno Psicologo a Milano

1057 Risposte

620 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno. Ho letto attentamente la tua storia e per prima cosa devo dirti "Grazie !"
Ma non a te, grazie a qualcosa dentro di te che sta facendo di tutto per salvarti.
La tua saggezza interiore e li intatta dalla tua nascita, conosce ciò che ti farebbe ri-nascere ma sembra che la confusione del mondo esterno ti influenzi troppo.
Riparti da te. Cambia dentro e vedrai cambiare le cose fuori. E' necessario però prima tutto il tuo amore per te stesso (piuttosto che aspettarlo da altri). Sappi che tutto è possibile, senza fretta, ma con idee chiare. Ciò che ti fa sabotare è la confusione del mondo esterno, devi viverlo e non lasciarti vivere da esso. Ringrazia il tuo Sè, ascoltalo, fai chiarezza del perchè sei ciò che sei adesso e chiediti cosa vorrai essere. E' solo il primo giorno...del resto della tua vita. Francesco PdM

Psicologia Del Miglioramento - Holistic Coach Psicologo a Casamassima

17 Risposte

10 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Paolo,
comprendo lo sconforto che stai vivendo. Non accenni ad alcun percorso terapeutico nella tua mail...hai provato ad affrontare queste problematiche con uno psicologo o magari ad intraprendere una psicoterapia? Credo che ti aiuterebbe molto a rinforzare la sicurezza in te stesso e ad accrescere la tua auto-stima, per trovare la forza e la motivazione di guardare oltre queste esperienze negative in direzione di nuove possibilità di una vita più serena ed appagante. Resto in ascolto,
D.ssa Ilaria Beltrami, Psicologa Clinica - Roma

Dr.ssa Ilaria Beltrami Psicologo a Roma

76 Risposte

109 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Depressione

Vedere più psicologi specializzati in Depressione

Altre domande su Depressione

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19250 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15550

psicologi

domande 19250

domande

Risposte 78200

Risposte