Universita: scelta sbagliata? Che mi succede?

GinevraottimiGinevraottimi
modificato June 2018 in Orientamento scolastico
Salve mi chiamo Ginevra, ho 21 anni e sono di firenze. Sono in crisi con l’universita ben da due anni e non so come risolverla.
Alle superiori ero brava, senza dover studiare poi cosi tanto, anche perche sono una persona super attiva: sport, volontariato, amici, animali... non mi piace stare ore ed ore sui libri. Avevo tempo libero a sfare e avevo la possibilita di fare sport. (Cosa che con l’universita non posso fare, ho dovuto rinunciare anche alla nazionale)
Nel 2016/2017, dopo essermi diplomata, faccio il test di entrata in medicina, infermieristica e biotecnologie. Entro nelle ultime due, anche se il mio sogno fin da piccola era diventare medico. Per ripiego scelgo infiermieristica e dopo i primi 4 mesi ed il tirocinio, capisco che non fa per me. (Forse a causa dei 2 lutti ravvicinati che ho avuto e dei due morti che mi hanno fatto mettere a posto ,2 settimane, dopo in reparto durante il tirocinio). Nel frattempo mi fidanzo con un ragazzo che fa il meccanico, una persona importantissima nella mia vita e che mi sprona a studiare ed a non andare a lavorare. (Premetto pero che a me fa invidia il fatto che lui possa fare, a livello economico, cose che io non posso permettermi non lavorando e facendo un universita che non ti permette in nessun modo di fare nulla, inoltre stiamo parlando di andare a convivere dopo la laurea ovviamente) Da febbraio ad giugno, sono stata a ripensare se era o meno la mia strada, indipendentemente dall’esperienza dei morti in tirocinio. Ripensando assiduamente alla mia esperienza ho capito che a livello relazionale cio mi aveva dato mi piaceva. Decido allora di rimettermi a studiare e ripartire con piu calma nella stessa facolta ma con un anno di ritardo. Finisco il primo semestre, anche se con delle difficolta nelle materie, spesso mi ritrovavo a piangere dicendo che forse l’universita non fa per me, che non sono in grado di fare nulla, che sono vecchia, che ho perso un anno, che dovrei andare a lavorare perche non sono capace. Ma i miei genitori insistono che devo fare questa universita e forse qualche volta mi sono lasciata convincere. Adesso ho iniziato il secondo tirocinio e sono di nuovo nella situazione dell’anno scorso, non ci voglio andare, preferirei fare altro, ma dall’altra parte ho una serie di problemi:
1. Mi sento in colpa nei confronti dei miei genitori che mi sostengono a livello economico gia da due anni.
2. Mi piacciono le materie che studio ma non la pratica.
3. Non voglio fare medicina perche sono troppi anni di studio.
4. Cosa scelgo adesso? Se smetto di fare infermieristica? Economia? Veterinaria? Di nuovo medicina? Sono nel panico, dove vado a battere la testa? E se non fossi capace nemmeno in quella facolta? (Vorrei una facolta che mi permetta di respirare ogni tanto: senza dover stare dalle 8 alle 18:40 a lezione, senza rinunciare allo sport, agli amici, al ragazzo.. ed a una vita normale. )
5. Sono gia “vecchia” e ho perso 2 anni. Mi metto a fare un altro percorso di studi? Vado a lavorare? Ma che lavoro posso trovare? (Non voglio fare la cameriera tutta la vita)
6. Voglio una laurea a tutti i costi, preferibilmente in un ambito che mi piace.
7. E se non fossi in grado di fare l’universita? Se fossi troppo “stupida”?

Commenti

  • ModeratoreGuidaPsicoModeratoreGuidaPsico
    Ciao Ginevra,
    benvenuta nella Comunità di GuidaPsicologi.
    Per prima cosa ti direi di non pensare che non sei capace. Sei una persona attiva e quindi sicuramente con una buona autostima. Detto questo tutti i percorsi di studi richiedono sacrifici. Bisogna capire se si è disposti a farli. Fa parte della crescita, le difficoltà aumentano e non si può sempre evitarle. Per crescere si devono anche affrontare ostacoli che ci sembrano insormontabili. Medicina è dura ma le soddisfazioni dopo le avrai.
    Puoi anche fare una domanda pubblica ai nostri esperti, sono certa che sapranno dirti come è meglio comportarti: https://www.guidapsicologi.it/domande

    Tienici aggiornati.
    Un abbraccio
  • MaxBrainsMaxBrains
    Ciao, io sono convinto che si debba fare ciò che ci piace, senza imposizioni, ma nel tuo caso ti direi di non mollare. Esistono molte facoltà dure e comunque quando andrai a lavorare le 8 ore + 2 di trasporto al giorno le dovrai dedicare. Anche se facessi il meccanico... Per cui credo che tu debba fare un salto mentale e passare dalla spensieratezza delle superiori alla maturità dell'università e poi del lavoro. La vita non è semplice, ma spesso più è dura la salita più saranno grandi le ricompense.
Accedi oppure Registrati per commentare.
Nuovo tema

Categorie