Tornare con ex che genitori odiano

LucianaDipaolaLucianaDipaola
in Dipendenza affettiva

Sono stata fidanzata 2 anni con un ragazzo, di cui gli ultimi due mesi di convivenza andati male e ci siamo lasciati... però la situazione è stata sempre abbastanza travagliata.

I miei dopo pochi mesi hanno avuto dei disguidi con lui...premessa i miei sono molto all’antica è molto rigidi, e dicono di non aver visto in lui la persona che volevano accanto a me... lui d’altro canto ha fatto qualche tentativo per ripristinare la situazione con loro ma non abbastanza per la loro mentalità rigida, quindi alla fine si è arreso e ha lasciato perdere loro! Mi sono ritrovata in mezzo a due fuochi, i miei che mi facevano passare i guai per lasciarlo e lui che ormai arrabbiato con i miei e non li sopportava... decidiamo di andare a convivere e i miei diciamo che me lo lasciano fare perché erano convinti che tra noi finisse male! Così è stato... litigi continui, io non ero serena perché vuoi o non vuoi avevo a casa una situazione pessima, battutine dei miei... Non erano partecipi della mia nuova convivenza/, lui che non voleva fare più nulla per aggiustare il rapporto coi miei... E le cose andavano male tra noi... ci siamo amati tantissimo e nel frattempo mi ha chiesto di sposarlo... Ma dopo la convivenza io decido di far finire tutto perché ero all esasperazione... Dopo un mese ci vedemmo di nascosto e volevamo tornare insieme... Ma appena lo accenai a casa successe il macello e lasciai perdere tutto...dopo due mesi ora ci siamo rincontrati...È inevitabile dire che qualcosa c’è da parte mia e da parte sua, Ma le mie mille paure coprono le piccole gioie... Ho paura che le cose vadano male di nuovo perché abbiamo due caratteri forti e ho paura della reazione dei miei... abbiamo io 26 e lui 28 anni... chiedo un consiglio...con mia madre non si può avere un confronto, ma partono urla e ricatti e dispetti

Commenti

  • Clau43Clau43

    È sempre una battaglia difficile da combattere tra compagno/a e genitori che non accettano questa relazione.

    I tuoi genitori devono capire che è la tua vita e che tu sei padrona di decidere ciò che vuoi. Loro possono non essere d'accordo ma questo non giustifica questo atteggiamento di odio nei confronti del tuo compagno e quindi ti rendono la vita impossibile ed anche la relazione.

    So che la famiglia è molto importante, ma non può prendere delle decisioni che spettana soltanto a te e al tuo partner in questo caso.

    Se vuoi un consiglio, vivi la tua vita e fai ciò che senti, i tuoi se lo accettano bene e se non l'accettano pazienza.

    Forza!!!

  • LucianaDipaolaLucianaDipaola

    Si Claudia, è vero !ma la cosa che mi dà rabbia è che loro non accettano proprio ne ascoltare il mio punto di vista e ne farmi fare delle scelte autonomamente... d’altronde l’hanno fatto con tutti i miei ex fidanzati! Nella mia famiglia funziona che se non fai quello che loro dicono, passi i guai..... non mi sono mai sentita libera di scegliere senza oppressioni e ricatti e frecciatine continue e sta cosa mi ha logorato a tal punto che ho iniziato a sfogare sul mio compagno , facendoci arrivare alla fine della convivenza! Ma sono stanca di queste dinamiche

  • Clau43Clau43

    Rompere con queste dinammiche dipende molto anche da te perché bisogna mettere un freno alla tua famiglia e dire BASTA.

    La vita è tua e sei abbastanza madura per poter prendere le tue decisioni. Non è giusto sottomettersi sempre alle decisioni dei nostri genitori e spero che questa mentalità possa cambiare nel tempo per i figli futuri.

    In alcune famiglie manca proprio la livertà di espressione a volte e non è giusto. Parlo così perché anche io ho subito in qualche modo questa oppressione quando vivevo con i miei.

  • LucianaDipaolaLucianaDipaola

    Grazie Claudia , mi dai sostegno

  • Clau43Clau43

    E di che Luciana!

    Un piacere 😀

Accedi oppure Registrati per commentare.
Nuovo tema

Categorie