Tagliarmi mi da piacere

Denny2Denny2
modificato February 2016 in Dipendenza
Quando la punta delle forbici inizia ad accarezzarmi la pelle sento un brivido scorrermi lungo la schiena e frizzare nelle vene...quello è il momento in cui ho bisogno di tagliarmi per far uscire fuori quel fiume di piacere. ....

Tutto è cominciato agli 8 anni quando mi sono tagliato per sbaglio con un foglio di carta. Quel sapore acido e vivo di sangue in bocca ha svegliato qualcosa in me che non conoscevo...è come se più mi taglio più mi sento vivo....A volte non so fino a che punto potrò spingermi ma ho bisogno di quest'adrenalina.....

I miei non se ne accorgono e io con loro non mi espongo mai più di tanto. Ho conosciuto una ragazza che ha la mia stessa passione e devo dire che la cosa mi eccita particolarmente. Non avrei mai pensato di poter condividere il mio mondo con qualcun altro.

Lei però è passata da qualche psicologo perché i suoi l'avevano scoperta e dice che le stanno sempre addosso. Questa cosa mi ha fatto riflettere sui miei..Come è possibile che loro non se ne siano mai accorti sinora? Gli interesso veramente? Bisogna finire dallo psicologo per forza in questi casi??

Commenti

  • Fra_GuidaPsicologiFra_GuidaPsicologi
    Caro @Denny,
    prima di tutto vorrei invitarti a riflettere facendoti qualche domanda: perché provi piacere in questo modo? Cosa nasconde questa che tu chiami "passione"? Ti sei mai posto domande simili?
    Ti invito a leggere un articolo a riguardo, potrebbe aiutarti a prendere consapevolezza; https://www.guidapsicologi.it/articoli/12-punti-per-rabbia-e-paura-lautolesionismo
    Non credo che i tuoi genitori non nutrano interesse nei tuoi confronti...penso piuttosto che forse sei stato molto bravo a tenere loro nascosto il tuo mondo.
    E ricorda: si può e si deve chiedere aiuto a un terapeuta!
  • Arianna_Arianna_
    Ciao @Denny ma veramente ti sei sempre tagliato? Mamma mia, a me vedere il sangue mi fa proprio svenire...immagina provare piacere!!..però penso che alla fine sia solo una questione di sfogo...boh...non lo so- non ho mai conosciuto qualcuno a cui piace tagliarsi....Mi sembra un poco eccessivo, a te sembra naturale?
  • Fra_GuidaPsicologiFra_GuidaPsicologi
    Ciao @Denny, vorrei invitarti a fare una riflessione: non ti sembra contradditorio quello che dici? Nel senso: dici di non farlo per attirare la loro attenzione ma allo stesso tempo ti lamenti del fatto che ancora non se ne siano accorti. È se in realtà, da qualche parte dentro di te, stessi cercando il loro interesse e le loro premure? Forse ti senti in qualche modo trascurato? Pensaci.
    Forse allora tagliarti è un modo per percepire di esistere ed essere vivo? Un modo per ritrovare un qualche equilibrio, per trovare posto nella tua vita, per manifestare indipendenza affettiva dai tuoi genitori? Non so, mi sembra quasi che tu voglia affermarti come libero e incondizionato pur rimproverando la loro noncuranza...cosa pensi a riguardo?
  • Fra_GuidaPsicologiFra_GuidaPsicologi
    @Denny il fatto che tu non senta di avere problemi non significa che tu non ne abbia! Con questo voglio cercare di dirti che spesso si collocano e rimangono su un piano decisamente più inconsapevole. Ti senti trascurato, e se stessi inconsciamente cercando di attirare la loro attenzione? Per quanto tu non abbia ormai aspettative nei loro confronti! Non avercela troppo con loro. Sono essere umani e come tali possono sbagliare. Ed essere genitori non è poi così semplice!
Accedi oppure Registrati per commentare.
Nuovo tema

Categorie