Spasmi, pianto e ansia prima di addormentarmi

MikkyMikky
modificato 5 May in Paure, ansie e fobie

Nel 2019 mi sono sottoposto ad un intervento apparentemente banale ma che si è rivelato estremamente travagliato con dolori lancinanti durante l'intervento stesso ma soprattutto un post operatorio sconvolgente fatto di mesi di sofferenza, difficoltà a muoversi e dormire, dolori continui e manovre da film horror che hanno lasciato in me un segno indelebile e che hanno sconvolto la mia vita.

Durante quei momenti se avessi potuto mi sarei sparato un colpo in testa piuttosto che continuare quel supplizio.

Uscito da quella brutta esperienza mi sono rimasti comunque i segni fisici e mentali di tutto quello che avevo passato e per un intero anno, quasi ogni volta che mi mettevo a letto per dormire, scoppiavo a piangere per 15/30 minuti prima di prendere sonno.

Per tutta la mia vita quando mi domandavo se fossi felice la risposta era sempre stata un netto sì ma da quell'evento non riesco più a rispondere positivamente a questa domanda.

Col tempo queste "crisi di pianto" si sono affievolite anche grazie ad un'altra situazione che è subentrata e che mi ha distratto.

Anche nel periodo più "roseo" comunque e ancora oggi, quando mi ritrovo davanti lo specchio o mi capita di ripensare a quei momenti mi vengono i brividi, mi vengono come degli scatti alle spalle o mi diventano gli occhi lucidi.

Passano altri mesi e nuovamente inizia a capitare spesso che mettendomi a letto ricomincio a pensare a quelle cose e questa volta non mi vengono più delle crisi di pianto ma bensì una sorta di spasmi di braccia, gambe, mani, testa e spalle o tremori alle mani che è come se mi sentissi di dover assecondare.

Certe volte non serve neanche più che sia quello l'evento a cui pensare ma basta una qualsiasi situazione di ansia o preoccupazione per scatenare questa reazione notturna.


Di giorno quasi non mi sembra un problema e mi viene da pensare che sia una mia esagerazione però sono anni ormai che sento queste cose e non so esattamente come gestirle.

Durante la giornata scherzo, rido, sono spensierato e se qualcuno prova ad accennare a quella storia del mio intervento svio il discorso anche se a volte non riesco a non incupirmi internamente se qualcuno ne parla.

Sento che sono cambiato in peggio ma allo stesso tempo non capisco se è un qualcosa di reale o una mia fisima mentale inutile che forse dovrei semplicemente ignorare e calmarmi...


Non so neanche esattamente quale sia la domanda da porre... come dovrei affrontare la situazione?

Pensate che siano i postumi di un trauma che gradualmente spariranno?

Commenti

Accedi oppure Registrati per commentare.
Nuovo tema

Categorie