Sono ipocondriaca ma di sicuro stavolta i miei sintomi non sbagliano. Aiuto

Miriana5Miriana5
in Ipocondria

Sono ormai lontani i tempi in cui scrivevo sempre su questo forum, la mia ipocondria per due anni circa si è placata, qualche piccola ricaduta ma sembrava essere superata. Anche se poi ho fatto psicoterapia per un doc da pensieri intrusivi 😭

Ho 23 anni, ho avuto da un mese e mezzo il mio secondo bambino finalmente nato dopo una gravidanza emotivamente tosta dove ho avuto il ‘piacere’ di sperimentare gli attacchi di panico e 1000 paure. Alla nascita ho avuto una piccola emorragia risolta subito ma che per una che soffre d’ansia come me è stato come toccare la morte nonostante sia andato tutto per il verso giusto. A casa ho cominciato ad avere sintomi terribili.. intanto da tachicardica quale sono sempre stata i miei battiti si sono inspiegabilmente abbassati tantissimo, oppressione al petto, e insomma mi sono convita che stessi per avere una trombosi, faccio una prima visita cardiologica dove risulta tutto perfetto, sembrava mi stessi tranquillizzando un po’ ma dagli esami risulta il d-dimero altissimo, allora mi convinco al 100% che un’embolia stesse per arrivare, il mio medico di base mi dice che è normale avere questo valore così alto subito dopo un parto ma non ci credo così vado da un’altra cardiologa che oltre a dirmi la stessa cosa fa un’altra visita completa e risulta tutto perfetto ‘basso rischio cardiovascolare, ansia’, per sicurezza faccio qualche puntura di eparina e i risultati si sono stabilizzati. Sto meglio per qualche giorno, di muovo oppressione al petto queste fitte che partono dal torace che salgono fino alla gola, e sensazione che peggiora con gli sforzi o se mi abbasso e rialzo..dispnea..nausea..unica cosa che mi distoglie dal cuore è che insieme a questi sintomi è il fatto che ho eruttazioni frequentissime, sempre, soprattutto quando mi vengono le fitte così ho fatto l’altro giorno una visita da un gastroenterologo che mi ha dato una cura per due mesi, possiamo dire che anche lui pensa sia ansia. 

Dopo tutto ciò adesso posso dirvi che ho un altro sintomo, anche questo terribile. 

L’altra mattina ho notato che la mattina al risveglio sento come ‘debolezza’ alle mani, quando le stringo soprattutto quasi come non avere forza non so spiegarlo, credo di avere da tempo questo problema la mattina talvolta ma lo sto attenzionando solo adesso e ne sto facendo una malattia poiché continuo a sentire anche di giorno questa sensazione al braccio sinistro, il fatto è che non so spiegare cos’è! Tensione, riesco solo un po’ a paragonarlo alla sensazione che si ha agli arti quando si ha un attacco d’ansia, come un solletichino interno che sento di più nella mano se stringo il pugno. Credo però di poter affermare che se sono completamente distratta e serena non lo sento, oggi è il primo giorno che lo sento da stamattina praticamente quasi senza sosta ma in realtà totalmente tranquilla non lo sono stata nemmeno per un attimo. Inutile dirvi che sto già pensando alla sla, o ad un tumore in testa o a qualche malattia neurologica. Non ce la faccio più, vivo perennemente pensando che mi sta per venire un infarto e quando non penso all’infarto penso a 1000 malattie. 

cosa può essere questo fastidio al braccio? Pensate che i miei dolori al petto siano correlati al cuore?

Grazie di cuore a chi risponderà

Commenti

  • Luca_NpLuca_Np

    Non penso che questi sintomi siano correlati al cuore perché hai fato molte prove e tutte sono risultate negative.

    Se soffri di ipocondria è normale avere tutti questi sintomi e stare perennemente in ansia.

    Purtroppo, penso che nessun medico potrà toglierti la paura di avere una malattia grave o non, solo tu stessa potrai farlo, ma a volte si ha bisogno di un aiuto.

    Se la psicoterapia in passato ti ha dato dei frutti perché non ritenti? Magari potrebbe aiutarti.

    Se facendo le prove scarti qualsiasi cosa a livello organico, allora i sintomi vengono dalla tua stessa paura.

  • [Utente Cancellato][Utente Cancellato]

    Buongiorno Miriana,

    se dopo tutti gli esami effettuati, lei resta sicura, sicura, ma davvero sicura, di avere una patologia organica, allora questa è un'ulteriore conferma che si trova in uno stato di ansia ipocondriaca. E i sintomi da lei descritti sono tutti compatibili.

    Bisogna adoperarsi prima che questa ansia ipocondriaca degeneri in un disturbo ossessivo compulsivo. Quindi smetta di consultare le pagine mediche su web, consulti un medico che eventualmente, se lo riterrà opportuno, le prescriverà dei farmaci e uno psicologo con cui riprendere la terapia. Questo è un buon inizio per riuscire a gestire il disagio.

    Infine le suggerirei di praticare ogni giorno al meditazione: le sarà di grande aiuto a trovare ordine nel vortice del rimuginio ansioso, quindi di rasserenarsi e gestire il suo disagio.

  • Morgana26Morgana26

    Ciao Miriana,

    Non sono una psicologa, ma una paziente che soffre di ipocondria e che l'ha "superata" anche se ogni giorno è un lavoro su noi stessi.

    Ho 24 anni e capisco molto bene come ti senti. Forse chi non è ipocondriaco fa fatica a capire, ma io no. La vita diventa un incubo. Andavo dal medico di base una volta a settimana per un mal di testa continuo che mi infliggevo. Pensavo di avere il cancro, di avere la sclerosi, la SLA, l'infarto l' ictus. Ho fatto mille esami diagnostici e tutto era nella norma, ma non ero comunque sicura. L'unico aspetto positivo è che adesso le persone chiedono a me dei pareri medici perché so tutte le patologie esistenti :D

    Ho iniziato a prendere gli SSRI sotto controllo psichiatrico e la mia vita ha ripreso ad essere sgombra dagli incubi. Nel frattempo continuo la psicoterapia che mi aiuta molto. Ho ripreso a fare quello che facevo prima: uscire con gli amici, truccarmi, fare sport e lavorare. Personalmente l'ipocondria nasconde qualcosa sotto: la paura di un grande cambiamento. Perché non provi in questo momento importante della fine della gravidanza a tornare da una terapista? Io sto molto bene ora.

Accedi oppure Registrati per commentare.
Nuovo tema

Categorie