Senso di abbandono che mi porto da sempre e che influisce sulla mia relazione

Clara113Clara113
modificato 22 February in Dipendenza affettiva

Salve a tutti.

A me capita spesso, quando litigo con mio marito, di sentirmi disperata. Lui non è molto sensibile al mio malessere e questo mi porta ad amplificare il mio dolore, la mia disperazione.

Piango tantissimo e mi sento morire dentro. Lui mi dice che esagero, il che è vero, ma io vorrei che mi capisse e mi facesse passare tutto quel dolore. Ovviamente va sempre a finire che dopo un po' si irrita e tutto precipita.

So che è dovuto alla mia infanzia. Non sono stata amata dai genitori ecc. Non ho mai avuto affetto e attenzioni. Questo porta a sentirmi la vittima del mondo. Ed è un problema che coinvolge anche altri ambiti della mia vita, oltre che nella coppia.

Non sono mai riuscita a fortificarmi. Non mi sento mai abbastanza amata. E mi sento sempre sola e abbandonata. Anche se probabilmente non è così.

Grazie per l ascolto.

Nina

Commenti

  • Chiara1910Chiara1910

    Ciao Nina, purtroppo questi sono, li possiamo chiamare, "i fantasmi del passato".

    È incredibile come l'infanzia possa influenzare tanto il nostro presente e futuro, i rapporti con gli altri, ma soprattutto il rapporto con sè stessi e la propria personalità.

    È vero che forse duranti i litigi potresti esagerare, ma lui potrebbe anche esser più empatico e cercare di capirti meglio.

    Tu dovresti fare un lavoro interiore con te stessa per cercare di superare i "traumi" dell'infanzia e lui dovrebbe fare un lavoro empatico verso di te.

  • Clara113Clara113

    Sono d'accordo. Adesso inizio una terapia con il psicologo sennò non ne vado fuori.

    Sapersi proteggere è un'arma che ci difende e ci aiuta a sopravvivere

Accedi oppure Registrati per commentare.
Nuovo tema

Categorie