Raccontaci la tua esperienza, aiuta la comunità e potrai vincere 150€ da spendere su Amazon

CquarantaCquaranta
modificato 10 June in Autorealizzazione e orientamiento personale

Buongiorno a tutta la comunità,

Spero che stiate tutti bene e che stiate recuperando questi mesi di confinamento nel migliore dei modi.

Oggi vi scrivo per proporvi la partecipazione ad una nostra iniziativa con l’unico scopo di poter essere d’aiuto ai nostri utenti grazie alla condivisione delle vostre esperienze.

In questo caso, aiutare altre persone con dei consigli su come affrontare un problema psicologico, ti farà vincere 150€ che potrai spendere su Amazon scegliendo ciò che vuoi. 

Come fare? É molto semplice:Accedi al Forum in  www.guidapsicologi.it/comunita cliccando su “Accesso utenti

  1. Inserisci i tuoi dati di accesso (indirizzo e-mail e password). Se hai dimenticato la password, clicca su: “Hai dimenticato la tua password?”
  2. Clicca su “Nuovo Tema”, seleziona la categoria appropriata al tuo caso, puoi scegliere qualsiasi categoria (ad esempio: Terapia di coppia; depressione; etc.) e spiega cosa e come fai per affrontare i tuoi problemi. Per esempio: Come affronti le dure giornate di depressione? Come affronti la fine di una storia d’amore?

Racconta la tua storia affinché possa essere d’aiuto ad altri utenti del nostro Forum. Tra un mese, un comitato di esperti sceglierà il migliore, l’esperienza più utile ad aiutare gli altri e l’utente scelto riceverà un Voucher di 150€ da poter spendere su Amazon.

Perché si fa? Qual è lo scopo di questa iniziativa?

La comunità di Guidapsicologi è uno spazio virtuale in cui i nostri utenti condividono le loro esperienze, dubbi, paure e problemi dovuti a qualche tipo di disturbo psicologico o semplicemente da un’esperienza vissuta. L’effetto terapeutico, dato dalla condivisione di esperienze e consigli, aiuta i nostri utenti a gestire più facilmente questi momenti difficili.

Se avete dubbi o incertezze al riguardo, potete rispondere lasciando un commento a questa discussione e risolveremo i vostri dubbi il prima possibile.


Grazie e buona fortuna!😉

Cquaranta - Amm del Forum



Commenti

  • AlfredoPannoAlfredoPanno

    Salve. Complimenti per la bellissima idea; è una iniziativa molto interessante. Poter condividere le proprie esperienze può essere importante perché si danno degli spunti di riflessione importanti. Vorrei partecipare: è possibile farlo inserendo la mia esperienza nella categoria "coming out"? Grazie

  • CquarantaCquaranta

    Buongiorno Alfredo,

    Certo! Puoi scegliere qualsiasi categoria appropriata al tuo caso e raccontarci la tua esperienza in modo che possa aiutare altre persone che si ritrovano nella tua stessa situazione.

    Grazie a te per l'interesse e buona fortuna!😉

  • AngelaRapettiAngelaRapetti
    modificato 12 June

    Buongiorno a tutti,

    Sono Angela, mio figlio minore, 19 anni, mi ha detto di sentirsi attratto da entrambi i sessi, pur avendo una preferenza per le ragazze. Io non mi reprimo per questo, dico sempre che sarà come l'ho fatto. Vorrei però dargli sostegno nel caso avesse bisogno. Ditemi qualcosa!

    Grazie

  • CquarantaCquaranta

    Ciao Angela!

    Sono Cristina, benvenuta nella comunità di GuidaPsicologi.

    L'unico consiglio che posso darti e di sostenerlo sempre, qualsiasi sia la sua orientazione sessuale. La società, purtroppo, ha ancora gli occhi un poco bendati di fronte alla sessualità, quindi biosgna stargli vicino nel caso in cui dovesse averne bisogno. Il fatto che te l'abbia raccontato, è già un passo avanti perché vuol dire che c'è comunicazione tra di voi, dato che pochi sono i ragazzi che confessano questo tipo di sentimenti ai propri genitori.

    In tutti i casi, ti consiglio di rivolgere una domanda pubblica ai nostri professionisti, sapranno orientarti al meglio su cosa fare: https://www.guidapsicologi.it/domande 

    Grazie e buona fortuna!


    Cquaranta - Amm del Forum

  • Piera46Piera46

    Cara ANGELA l importante e sostenerlo e stargli vicino,io ho problemi con una adolescente di 17 anni e che Dio me la mandi buona,con tutto che ho altre due figlie e son da sola

  • AngelaRapettiAngelaRapetti

    Grazie Piera,ciao

    Tosta la faccenda, con vuole occhio, pazienza e tanto ascolto con attenzione....

    Mio figlio è molto tranquillo, con questo amico hanno un rapporto d'elezione, ora stanno studiando insieme via whatsapp per la maturità!! Come facciano è un mistero, ma ci riescono....

    Noi abbiamo un rapporto aperto, dove io non controllo telefono o computer e lui si confida senza essere sottoposto a interrogatorio....se noti qualcosa chiedo senza invadenze. Fino ad ora ha funzionato. Un grande in bocca al lupo

    Angela

  • Piera46Piera46

    Grazie mille,neanche io la controllo più di tanto ma non ho molta fiducia in lei,oltre che a stare dietro a sue sorelle controllo anche lei.anche se mi ha detto che con me ha l astio.non mi importa molto dato che e una ragazzina ancora,anche se sembra una donna rimangono fragili ma non dano a vederlo,e già dura gestire tutto figuriamoci con lei

  • AngelaRapettiAngelaRapetti

    Piera naturalmente non intendo mettermi a fare la psicologa, visto poi ci sto andando io, ma confrontarsi non fa mai male.

    Anche mio figlio mi ha parlato dell'astio che nutriva nei miei confronti, è naturale, chi più chi meno,.noi sì sbaglia sulla loro pelle, come medici...buffa eh

    L'ho ascoltato a più riprese con l'intento di permettergli di parlarne apertamente senza fare commenti e senza contraddittorio.

    Per quanto riguarda la fiducia bisogna anche permettere loro di sbagliare e rimediare, noi ci siamo, ma a richiesta. Per farti un esempio al mio è venuta l'idea folgorante di fare parkour sul tetto di una scuola durante il lockdown.. .e di anni ne ha 18. Risultato: denuncia penale. Rischia di non poter fare concorsi pubblici per quel che si chiama una ragazzata. Ma niente scenate, si andrà davanti a un giudice e si accorgerà che le azioni hanno conseguenze a volte più gravi di quel che si è fatto.

    Il cosiddetto rinforzo positivo funziona nonostante qualche episodio fuori le righe, che ci sta dai.

  • Piera46Piera46

    Grazie ,si vede sbaglio in qualcosa anche se ammetto di aver sbagliato.ho rimediato da sola e senza nessun aiuto.ma questo non da nessun diritto di disprezzare la propria Mamma e farla sprofondare a sentire certe cose,forse sono cresciuta senza nulla ma con dei valori, anche se qualsiasi cosa cerchi di fare non è mai abbastanza,avolte la vedo molto dura sinceramente

  • AngelaRapettiAngelaRapetti

    Non c'è dubbio, il mestiere di genitore è il più difficile del mondo. Io non sono sola, e non è poco, anche se i miei due figli li ho allevati 3/4 da sola. Ho il vantaggio che sono due maschi, credo più facili per la mamma. Disprezzare la mamma non va bene, ma tu fai un bel respiro e prendi le distanze, dai meno peso personale a questo, è ancora immatura e non ha un valore morale quello che dice, non è la verità. Usa un po' di diplomazia per fare in modo che tiri fuori il più possibile, ciò che dice a te lo pensa di se stessa, senza capirlo. Fa parte dell'età contestare genitori, ma c'è un limite come in tutte le cose. Oltrepassato il quale il danno è soprattutto per lei. Dopodiché fai un altro, ennesimo, bel respiro e con calma mettila al suo posto. Tutto in un giorno no, prendi il tempo vostro. E osserva bene la tua fiducia nei suoi confronti, non giudicare né lei né te. Perdonami, te lo dico perché mi ci sono picchiata per anni, decenni, sia da figlia sia da madre, volendo evitare di fare tombola un'altra volta, nella mia famiglia.

    Un abbraccio

  • Piera46Piera46

    Grazie Angela per quanto possa essere difficile cerco di evitare di rispondere , o di scontrarmi anche perché avolte continua a istigarmi,non deve prendersela se continuo con le punizioni se non si fa per migliorare,per quanto possa fare del mio meglio non va mai bene,capisco adolescenza oppure ormoni a mille ma un freno ci vuole ,se questo non basta prenderò seri provvedimenti per il suo bene stesso,grazie di vero cuore ,serena notte 😃

  • AngelaRapettiAngelaRapetti

    Buongiorno Piera,

    Occhio con le punizioni, rischi di ottenere l'effetto paradosso, cosiddetto. Non conosco la problematica, quindi ti chiedo scusa in anticipo, ma sono abituata a parlare fuori dai denti, e qui entra in gioco la responsabilizzazione dei ragazzi. Il che significa permettere loro di rimediare personalmente a un danno fatto, o a un eccessivo allargarsi. Ad esempio i miei durante questo periodo sotto maturità vogliono uscire la sera, soprattutto dopo il lockdown. Io ho detto loro: ragazzi, bene, ma a parte la domenica, la sveglia non cambia orario. Volete tornare alle 5 di mattina?va bene, alle 8 giù dalle brande, e non voglio problemi. Il vostro lavoro è studiare, e il capo reparto sono io. Fate voi.

  • Piera46Piera46

    Buona sera.Purtroppo non va così di scuola ormai e andata un po così.neanche la scuola va bene e ora sto guardando per farla cambiare anche se non sono molto d accordo,la cedo dura un po in tutto,ma come si dice non bisogna perdere la speranza ,forse

  • AngelaRapettiAngelaRapetti

    Ma certo che no, una soluzione c'è sempre

  • Fran25Fran25

    Da sempre la mancata autostima è stata un grande ostacolo nello studio, portandomi a dubitare delle scelte prese. Spero di poter trovare una strada che mi porti a prendere consapevolezza davvero di ciò che sono.

Accedi oppure Registrati per commentare.
Nuovo tema

Categorie