Perdita di un figlio

Ho perso il mio bambino a soli 2 mesi di vita a causa di una meningite fulminante.. è accaduto il 14 maggio e da quel giorno la mia vita è inesistente..

Commenti

  • Non credo che la tua vita sia inesistente,nel qui ed ora esisti ed occupi uno spazio con la tua emozione di profondo dolore.Davanti al tuo dolore io non posso far altro che dirti posso solo immaginare.Quello che pero' puoi fare tu e' con il tempo avere rispetto della Vita della tua Vita.Il tuo piccolino dalla mia angolazione e' oltre la Vita.Esserci e' un viaggio per tutti.Il Vuoto enorme che lascia questa perdita,in cui erano riposte le tue emozioni piu' vere piu' intime e piu' umane non le hai perse continuano ad essere parte di Te che prima di essere Mamma rimani chi Sei.Non dico oggi non dico domani ma ripensa con il tempo a cosa hai cmq vissuto di Te che rimane parte di Te.Dalla mia angolazione sono proprio le tue emozioni di Mamma che testimoniano il senso della Vita e Della Creazione.Dalla mia angolazione la Mamma con il suo bagaglio emotivo e' la persona che piu' si avvicina all'Amore incondizionato e Totale.Questo Miracolo che voi Donne vi portate in grembo e' la testimonianza a mio avviso piu' sicura e certa di cosa sia essere oltre la Vita.Tu da la Vita e hai lo stesso Cuore a mio avviso di CHI l'ha data a tutti i viventi.Essere oltre la vita per me e' un ritorno alle emozioni che fanno Te una Mamma.Se ci pensi quando si dice che siamo a Sua Immagine e Somiglianza non si riferisce la visione Cristiana (che e' la Mia)al Volto ma al meglio della Nostra Anima.
  • Ciao Angela,
    benvenuta nella Comunità di GuidaPsicologi. Mi spiace enormemente per la tua perdita, penso di non poter arrivare neanche lontanamente a immaginare il tuo dolore. Ti consiglio di porre una domanda pubblica ai nostri professionisti: https://www.guidapsicologi.it/domande Sono certa sapranno indirizzarti al meglio.
    Puoi anche prendere in considerazione la possibilità di intraprendere un percorso terapeutico, ti lascio di seguito la lista degli psicologi presenti sul portale specializzati in elaborazione del lutto in provincia di Foggia: https://www.guidapsicologi.it/studio/elaborazione-del-lutto/foggia
    Vorrei anche invitarti a leggere qualche articolo:
    - https://www.guidapsicologi.it/articoli/cosi-ho-superato-il-lutto-per-mia-madre-testimonianza-reale
    - https://www.guidapsicologi.it/articoli/lasciar-andare-il-lutto-in-eta-adulta
    - https://www.guidapsicologi.it/articoli/accogliere-il-dolore-ed-elaborare-il-lutto
    (In alcuni casi si tratta di situazioni differenti ma le fasi sono le stesse)

    Facci sapere e ricorda che noi siamo qui.
    Un abbraccio,
    Francesca
  • Buongiorno Angela, prima di tutto le mando un forte abbraccio. Ciò che ha passato non è descrivibile. Non so darle consigli, ma credo che appoggiarsi a un professionista, magari coinvolgendo anche il suo compagno potrebbe aiutarla. Queste cose è meglio non affrontarle da sole. Un saluto
  • Cara Angela, l'evento è ancora molto molto fresco. È importante che in questo passaggio si faccia sostenere e che si focalizzi su quanto di bello ha sicuramente attorno, a partire dagli affetti. Non si isoli e nemmeno rimuova il lutto che, per quanto sembri impossibile, va accettato e piano piano potrà ripartire.
  • Signora Angela, in modo indiretto posso immaginare il suo dolore.
    Credo non ci sia perdita più grande della morte di un figlio.
    Le sono vicina.
  • Sia forte e si afferri agli affetti che sicuramente ha. La vita, nonostante tutto, deve andare avanti.
Accedi oppure Registrati per commentare.

Categorie