Non riesco più a vivere per colpa di mia madre.

RainaiRainai
modificato June 2020 in Stress

Buongiorno, mi chiamo Diana e ho 19 anni.

Non so più dove sbattere la testa per cercare di vivere tranquillamente e con felicità, non so cosa sia. E' una storia lunga ma non ce la faccio più a tenermela dentro.

Mia madre è russa ed è venuta in Italia 20 anni fa. Si vanta sempre della sua laurea in Storia, della bellissima vita che aveva lì e della vita da schifo che ha qui. Sempre se ne lamenta. Da quando sono piccola. Ha incontrato mio padre e lo ha sposato subito in un paesino qui in Italia.

Si lamenta della famiglia del cavolo che aveva e di come non la accettavano e, automaticamente, non accettavano me. Non ho mai avuto una famiglia. E nemmeno degli amici.

Da piccola nessuno si avvicinava a me e mia mamma dava sempre la colpa a tutti perchè è straniera e a nessuno piacciono, ma mi sembra così strano aver subito così tanto solo per sto motivo.

Adoravo la mia famiglia, aveva i suoi problemi come tutte le famiglie le avevano, ma a mia madre in primis non piacevano per gli scherzi, i modi di vivere e tutto. Per lei sono tutti "stupidi contadini/operai". Dice di essere nobile e di meritare di più.

Mi ha cresciuta con questa mentalità, allontanandomi da tutti. Non ho mai avuto un amico.

I pochi che ho avuto li ho dovuti abbandonare per vari motivi, tra cui la mia ansia e depressione.

Mi ha negato la continuazione dell'asilo perchè secondo lei mi volevano uccidere e mi odiavano tutti.

Prima di fare le elementari ero sola. Come ovviamente anche dopo. Ma ero sola e costretta a imparare a leggere, scrivere perfettamente in corsivo e stampatello e leggere in russo e italiano (se no ero una contadina che non andrà mai all'università eh) e mi metteva in punizione quando, ovviamente, non volevo passare intere giornate a studiare a 4/5 anni.

Alle elementari se non prendevo tutti 10 mi picchiava e mi dava della operaia. Utilizzava classe sociali inesistenti e io ovviamente, da bambina e senza amici, non potevo fare altro che seguire ciò che diceva.

Sono cresciuta con l'ansia, la depressione e non tranquilla.

Vivevamo in povertà e mia madre era costretta a cucirmi i vestiti da piccola e a lavorare in un magazzino al freddo restaurando mobili per qualche anno e mi dispiace, ma continua a rinfacciarmelo ogni giorni da anni.

Mio padre era malato di mesotelioma pleurico e morì quando ebbi 10 anni.

Le medie le ho passate da bullizzata e da sola perchè non sapevo interagire con le persone.

In prima superiore iniziai ad uscire di casa per la prima volta. Prima se non mi accompagnava lei non potevo uscire da nessuna parte. Nessuna.

Vivevo in un paesino piccolissimo ma nemmeno sapevo come fosse.

Iniziai ad avere i miei primi amici e a notare come il mondo non fosse nell'Unione Sovietica del 1970 ma fosse più libero, bello e vivibile.

Iniziai ad odiare mia madre e ancora a non capire perchè perdevo i miei amici, perchè non stavo bene e soffrissi di ansia.

Per anni ho fatto migliaia di sbagli, per anni sto sopportando una donna che appena qualcosa non va mi urla come una pazza, mi da della operaia e appena cerco di parlare ripete tutto ciò che ho passato. Non sorride mai, non posso scherzare con lei o mi urla che sono una puttana o operaia ignorante che non avrà mai nulla nella vita e che lei con sua madre non scherzava. Soffro di ansia e di sensi di vuoto enormi che non riesco a gestire. Ho sorpassato la fase da autolesionista e da anoressica da poco. Odio il mio aspetto e non so parlare con le persone.

Sto soffrendo e ho idee suicide. Se gliene parlo si mette a insultarmi e a urlare.

Non lavora e prende una pensione di reversibilità (grazie a mio padre) e quindi è costantemente a casa.

Pensa di essere la donna migliore del mondo e di avere sempre ragione.

Mi ha rovinata.

E sto soffrendo da morire. Non riesco più a vivere e non ho i soldi per uno psicologo.

Ho paura. Aiutatemi.

Commenti

  • Cristina - AmmCristina - Amm

    Buongiorno Diana,

    Sono Cristina, benvenuta nella comunità di GuidaPsicologi.

    Mi dispiace per ciò che stai vivendo e spero riuscirai a trovare presto una soluzione.

    Ti consiglio di rivolgere una domanda pubblica ai nostri professionisti, sapranno orientarti al meglio su cosa fare: https://www.guidapsicologi.it/domande 

    Forza!💪

    Cquaranta - Amm del Forum

  • Andrea-xxAndrea-xx

    Prova ad iniziare la meditazione e la tua reattività nei confronti di tua madre e la tua sicurezza in te stessa miglioreranno e ne avrai beneficio.

Accedi oppure Registrati per commentare.
Nuovo tema

Categorie