Non riesco a lasciare andare via il mio amante

Laura_D_Laura_D_
modificato December 2016 in Dipendenza affettiva
Vi scrivo perchè non so più come fare e ho davvero bisogno di aiuto.
Ho 27 anni e sono fidanzata da 9 anni , di cui 2 anni e mezzi di convivenza.
Circa un anno fa incontriamo casualmente un amico del mio fidanzato che col tempo era diventato anche un mio caro amico con il quale però avevamo perso i contatti da qualche anno.
Dopo questo incontro , l'amico mi ha chiesto di vederci e dopo qualche uscita da amici mi ha confessato di provare attrazione per me da diversi anni , quasi 6 e che solo ora che il rapporto con il mio fidanzato si è freddato e visto l'immediato feeling che è scattato dopo esserci ritrovato si è sentito di farsi avanti.
Inizialmente gli dico che la cosa mi lusinga ma che voglio solo restare amici ma col tempo inizio a sentirmi attratta da lui , a provare qualcosa quando mi abbraccia.
Arriva il giorno in cui cedo , e da lì inizia la nostra relazione segreta.. relazione che però spaventa entrambi e lui non fa che ripetere che non vuole che lasci il mio fidanzato per lui ma che io decida di chiudere perchè mi sono accorta di non trovare in lui quello che cerco.
Passa il tempo..e crescono anche i sentimenti.. siamo amici amanti e fidanzati clandestini.. mi di ce di amarmi , a me sembra di volare ma qualcosa continua a non convincermi di lui.
Se mi fermo a pensare vedo in lui difetti e lati della sua persona molto diversi da me e molto poco sopportabili in chiave futura.
Nel frattempo il rapporto con il mio fidanzato si fa sempre più freddo , ho la testa altrove.. ma ogni tot basta un suo gesto per ricordarmi la persona meravigliosa che è e mi rendo conto che voglio lui come mio marito e padre dei miei figli.
Così penso di chiudere la relazione con l'amico ma ogni volta non ci riesco.. mi ha lasciato lui per tre volte.. tornando ogni volta punto capo perchè io lo incateno a me.. se mi lascia io vado in crisi, mi sembra di non riuscire a vivere.. basta un sms per cambiarmi la giornata.. però non riesco a sceglierlo.. non riesco nemmeno a pensare di lasciare il mio ragazzo per lui. Con questo amico ho la costante sensazione che sia un fuoco di paglia... una passione fortissima ma destinata a spegnersi.. ma non riesco a fare a meno di lui..
Da qualche giorno lui ha preso le distanze da me, non vuole vedermi e in teoria nemmeno sentirmi fino a che non avrò preso una decisione.. ma alla fine continuiamo a sentirci..
Io sono in crisi totale perchè vorrei tanto prendere del tempo lontano da lui per capire davvero cosa provo per lui , ma non riesco a farlo perchè mi trasmette l'ansia di perderlo..continua a dirmi che il tempo passa e si rifarà una vita.. Ma io non voglio chiudere una storia di 9 anni rischiando di essere solo acciecata dalla passione.
Perchè non riesco a fare a meno di lui ???
Grazie per le risposte.
L
«13456719

Commenti

  • ModeratoreGuidaPsicoModeratoreGuidaPsico
    Ciao Laura, benvenuta nell Comunità di GuidaPsicologi.it Credo che tu debba cercare di fare un po' di chiarezza per capire cosa realmente vuoi. Potresti metterti in contatto con qualcuno dei nostri esperti in dipendenza affettiva per capire perchè non riesci a fare una scelta: https://www.guidapsicologi.it/psicologi-dipendenza-affettiva-vsubservizi-3094.html Un saluto
  • GianninaGiannina
    ma non sara mica che ti sei innamorata dell amante e che del fidanzato tra virgolette ufficiale non ti importa piu di tanto
  • Fra_GuidaPsicologiFra_GuidaPsicologi
    Ciao Laura,
    come va?

    Un saluto,
    Francesca
  • Laura_D_Laura_D_
    Ciao Francesca ,
    purtroppo non sto facendo grandi passi da gigante anche se ho da poco iniziato un percorso con un professionista che piano piano mi sta aiutando a vedere le cose con più oggettività.
    Ma faccio ancora tanta fatica a chiudere definitivamente e sono sempre sull'attenti appena mi cerca il mio "amico".
    Grazie.
    L
  • Fra_GuidaPsicologiFra_GuidaPsicologi
    Cara Laura,
    mi raccomando, non arrenderti! L'aver iniziato una terapia mi sembra già un enorme passo avanti!
    Coraggio!

    Facci sapere come procede.
    Un saluto,
    Francesca
  • sorrisoallalunasorrisoallaluna
    a me fa pensare che la passione che provi per il ragazzo con cui hai una storia parallela ti faccia paura. senti un legame molto forte che ti spaventa, come tutte le cose travolgenti. Cerchi sicurezza, ma la sicurezza non la puoi pretendere a priori, come non puoi sapere a priori come sarà la storia con lui. Coraggio, ti auguro che la terapia dia i suoi frutti, e che tu recuperi la tua stabilità interiore.
    Un saluto
  • Paranoica666Paranoica666
    Sorrisoallaluna: il tuo ragionamento mi sembra piuttosto interessante...
  • Laura_D_Laura_D_
    Ciao Sorrisoallaluna , grazie per il tuo augurio e la tua risposta.
    Spesso anche io ho pensato che fosse paura , di qualcosa di così forte ma nello stesso tempo sconosciuto e privo di certezze... però non posso smettere di notare atteggiamenti e tratti caratteriali in lui che mi spiazzano.. che lo fanno sembrare una persona "cattiva" e machiavellica ma ogni volta per via dei sensi di colpa che mi insinua dentro di me penso che sia io e la mia indecisione a farlo comportare così...
  • PabloEscobarPabloEscobar
    Laura_D_ alla fine per cosa hai optato? Per il tuo fidanzato storico o per la passione travolgente? È interessante leggere come ragiona una donna!
  • ElenitaElenita
    Si anche a me interessa sapere l'evoluzione della storia, è molto molto simile alla mia...
  • Fra_GuidaPsicologiFra_GuidaPsicologi
    Laura_D_: qui è richiesta la tua presenza!
    ...io ti auguro che tutto si sia risolto per il meglio!
  • Laura_D_Laura_D_
    Ciao Elenita , ciao PabloEscobar ...
    Ci credete che ancora non ho risolto ? Sto facendo un percorso con una psicologa davvero molto brava e mi sta tanto aiutando a ritrovare sicurezza in me stessa. Il primo risultato che ho visto è che sto finalmente spezzando le catene di completa dipendenza verso il mio amante .. il quale ahimè , pare essere un manipolatore che fa leva proprio sulle mie debolezze .. ma purtroppo ancora non riesco a essere indipendente completamente da lui !!! Ma spero davvero di riuscire a sentire dentro quella forza che mi faccia prendere in mano la mia vita ..
    grazie per il vostro interessamento !!
    Elenita , potremmo consigliarci un po' se abbiamo due storie simili ...
    Laura
  • Fra_GuidaPsicologiFra_GuidaPsicologi
    Laura_D_: sono felice di sentirti dire che le cose stanno migliorando! Intuisco da quello che scrivi che c'è ancora un po' di strada da fare, ma mi fa piacere che tu stia riuscendo a trovare sicurezza in te stessa. Vedrai che quelle catene riuscirai a tagliarle una volta per tutte!
  • ElenitaElenita
    Ciao Laura...posso solo dirti che la mia è decisamente molto più complicata, per il semplice motivo che io sono sposata e ho figli...adesso sono separata legalmente ma il mio è un percorso che dura da 3 anni, quindi non mi stupisco che tu non abbia ancora risolto. A volte entro ancora in crisi anch'io, nonostante la psicoterapia che ha messo in evidenza alcune cose fondamentali... la cosa più importante è il sostegno da parte delle persone che ti vogliono bene, senza che ti giudichino nè che ti facciano sentire sbagliata. Io non ho putroppo nemmeno quelle. Tutti contro. Soprattutto mia madre, che, detto proprio sinceramente, mi ha solo rovinato la vita. Quindi vedi tu... non sei sola credimi.
  • PabloEscobarPabloEscobar
    Elenita.... :( Purtroppo hai ragione, troppo spesso si giudica senza sapere ed è una cosa molto triste. Ti sono vicino per quanto poco possa contare.
  • Fra_GuidaPsicologiFra_GuidaPsicologi
    Elenita, mi spiace davvero per quello che hai vissuto e allo stesso ti ringrazio davvero per aver condiviso la tua esperienza. Dici benissimo: la sospensione del giudizio è fondamentale!
  • Laura_D_Laura_D_
    Ciao Elenita ,
    mi dispiace molto per quello che stai vivendo dentro di te perchè non avere appoggio o essere addirittura giudicata provoca una gran devastazione interiore.
    Io ho l'appoggio delle mie amiche per fortuna , ma la mia famiglia è all'oscuro di tutto e spesso mentire anche a loro mi fa malissimo.. perchè non sono ma stata una persona così.
    Ogni singolo giorno vivo delle guerre interiori pazzesche... in alcuni momenti vorrei lasciare tutto e andarmene , in altre vorrei lasciare il mio amante ma senza la paura di sentirmi persa senza di lui... poi però lo vedo... e chi si stacca ????
    Come cavolo è possibile se vedi tanti difetti in una persona non riuscire a farne a meno?! e al contrario.. se vedi tanti pregi in un 'altra persona non riuscire a valorizzarli e amarli??
    Che situazione complicata...
    Però grazie per la tua condivisione... ti sono vicino anche io per quanto ovviamente possa aiutarti..
    Laura
  • ElenitaElenita
    Ringrazio tutti, veramente :)... guarda Laura, non immagini nemmeno quanto ti capisca... anche io sono passata da convinzioni prima in un senso, che duravano pochi minuti, ad altre che andavano in tutt'altra direzione. La mia situazione ideale? Stare con tutti e due. Ovviamente non è possibile, quindi a poco a poco, lentissimamente, sono riuscita a prendere le distanze da mio marito (20 anni non sono pochi), con cui ho sempre avuto un rapporto affettuoso ma molto poco di coppia. Conoscere un altro uomo mi ha fatto capire che quella che stavo vivendo non era una relazione di coppia, ma una sorta di convivenza amicale. Non ti dico quante resistenze ho messo in atto per cercare di restare con mio marito, ma alla fine tornavo sempre da lui... adesso che viviamo separati sto un po' meglio, ma con l'altro ho comunque un rapporto che ancora non mi sento di consolidare. Sto cercando faticosamente di trovare una sorta di equilibrio che mi permetta di essere serena, o almeno di andarci vicino... ti abbraccio :)
  • Laura_D_Laura_D_
    Elenita...capisco davvero benissimo quello che hai provato e che stai tutt'ora vivendo.. ma sono molto felice per te che anche se con fatica sei riuscita piano piano a realizzare e capire ciò di cui avevi più bisogno..
    Scusa se te lo chjiedo , ma cosa non ti fa consolidare il rapporto con l'altro ?
    Il mio problema enorme è che più guardo il mio amante più mi rendo conto che non è fatto per stare con me , mi immagino un futuro di manipolazione e anche di infedeltà ( non so perchè ) .. non riesco a guardarlo e pensare con sguardo a cuore " che persona fantastica".. PER NIENTE !!!! eppure lui a volte mi fa sentire la sua eccezione... e questo mi disarma.. completamente..
    Invece se guardo il mio fidanzato penso che sia una rarità al mondo.. una persona stupenda che se solo io gli lasciassi più modo di esprimersi sarebbe ancora più fantastico... eppure è palese che mi manchi qualcosa.. e forse è proprio il fatto che io per lui non mi sento mai L'ECCEZIONE.. lui è bravo e premuroso con tutti.. e so che è una qualità immensa.. ma volte credo che vorrei sentirmi un po' più unica per lui....
    Un abbraccio anche a te !!!
  • ElenitaElenita
    Sembra l'esatta descrizione di mio marito quella che fai del tuo fidanzato! Anche lui è la persona più affidabile del mondo, con lui posso mettere tutte e due le mani sul fuoco e andare in giro ad occhi chiusi... la sicurezza e la stabiilità che mi ha dato in tanti anni difficilmente credo che riuscirei a trovarla in un altro uomo. Anche l'altro è un uomo che mi dà una certa sicurezza....però... non mi sento di dire che sarebbe come con mio marito...mi spiego... con mio marito stavo bene per tutta una serie di motivi di tipo pratico, era sempre pronto a dire di si e ad accontentarmi in tutto e per tutto.. con l'altro ovviamente le cose sono molto diverse, lui ha il suo temperamento... è molto presente, forse troppo, a volte quasi opprimente e spesso sento il bisogno di allontanarlo. Mi sento quasi controllata, come sotto un microscopio. Gli ho parlato molto chiaramente. Con lui sto bene, però gli ho detto che non deve avere aspettative su di me. Non me la sento, non ancora... la psicologa dice che io ho bisogno di non sentirmi legata, forse non ci sono abituata, mio marito non mi è mai stato troppo addosso, mentre l'altro fin troppo. Anche se è veramente una persona che mi ha dimostrato in mille modi quanto tiene a me, mi aiuta in tutto e per tutto... sono io che non voglio dargli troppo spazio nella mia vita. Sono stata malissimo per due anni... ogni volta che sentivo che mi allontanavo da mio marito per stare con lui definitivamente poi tornavo indietro...e lo stesso con mio marito... ero su un'altalena...e non credo di essere sicura che le cose vadano tanto meglio... solo un po'... ma non mi sbilancio... Sicuramente tu avrai trovato nell'altro delle caratteristiche che ti soddisfano, che ti fanno sentire completa, ma poi razionalmente ti rendi conto che è una persona non proprio "trasparente"... che ha magari un lato o dei lati oscuri che sai che il tuo fidanzato non ha e che ti fanno sentire tranquilla... ti capisco perchè anch'io a volte ho questa sensazione con l'altro... l'unico consiglio che mi sento di darti è di cercare di capire che cosa provi per il tuo fidanzato... solo così potrai poi non pentirti di un'eventuale decisione di lasciarlo. Io alla fine ho capito che la mia decisione di separarmi non è dovuta al fatto di avere conosciuto un altra persona ma semplicemente perchè non amavo mio marito. Non importi niente, fai quello che senti, quello che ti fa stare meglio... vedrai che un po' alla volte le cose si sistemano... ma soprattutto pensa a stare bene per te stessa e con te stessa. Se non lo fai tu non può farlo proprio nessuno :)
  • ElenitaElenita
    Vorrei aggiungere una cosa... se hai la fortuna di avere persone che ti sostengono e ti supportano allora sei già a buon punto... io ho solo un'amica a cui ho raccontato tutto, parlo con mia figlia che ormai ha 20 anni, e la psicologa... l'unica parente che ho è mia madre, ma come ho già scritto è un muro contro cui vado a sbattere ogni volta che la cerco in cerca di conforto... non hai idea delle cattiverie che è stata capace di dirmi, tanto che sono arrivata a troncare ogni contatto. Però c'è dietro anche tutto un discorso di disagio familiare pregresso che sarebbe troppo lungo da spiegare. Posso dire che la mia vita, forse, sta iniziando adesso, con o senza l'altro :)
  • Laura_D_Laura_D_
    Grazie davvero di cuore !!!!!! Mi sento molto compresa da te .. e può riuscirci solo chi ci è passato !!!
    Hai detto bene ..... io dovrei prima di tutto capire cosa provo per il mio fidanzato , ma non riesco affatto a concentrarmi su di lui ..
    L'altro ragazzo ha tante pretese , mi manipola molto mentalmente e mi fa spesso sentire in colpa .. io a volte mi sento quasi in dovere di portare avanti la cosa per quello che gli ho promesso e per avergli detto che lo amo .. io sono sempre stata onesta con le emozioni che ho provato con lui , perché le ho sentite davvero , ma a volte mi sembra come di aprire gli occhi e rendermi conto che mi sto immaginando un mondo che in realtà non so quanto esista per davvero ..
    lui non sarebbe mai come il mio fidanzato , mi sembra una persona che sa una bella teoria di coppia ma che nella pratica invece è molto individualista .. e questo spesso è motivo di litigio .
    È molto egoista e superbo , il mio opposto , ed esattamente ciò che detesto in una persona , ma ovviamente lui lo nega e dice di comportarsi così per colpa mia .. perché io non sblocco la situazione .. qualsiasi cosa faccia Lui o dica io la colpa è sempre mia , che porto avanti la situazione a " tre" .. anche se di tre non c'è poi molto perché io mi sento forse più fidanzata con lui che con il mio fidanzato ufficiale ..
    scusa per il Monologo !!
  • ElenitaElenita
    La stessa cosa che è capitata a me....anch'io l'ho accusato di manipolarmi, di farmi arrivare con le sue domande, a dare delle risposte che voleva sentirsi dire per poi magari rinfacciarmele... forse è anche per questo che non riesco a lasciarmi andare completamente...e voglio mantenere una mia indipendenza emotiva, almeno per ora... prima devo metabolizzare la separazione da mio marito poi vedrò come procedere con lui...a volte mi sembra che vorrei stare con lui a volte no... hai provato a pensare come sarebbe se non ci fosse il tuo fidanzato? Pensi che sceglieresti l'altro? sapendo di non avere niente da perdere, pensi che riusciresti a viverti una storia con lui? Oppure lo vedi sotto una luce così negativa che pensi non potresti starci?
  • Laura_D_Laura_D_
    Mi sono chiesta spesso questa cosa ... se fossi single penso che proverei ad avere una storia con lui ma non so quanto durerebbe .. a volte ho anche l'impressione che se lui fosse il mio TUTTO , non riuscirebbe nemmeno a darmi ciò di cui ho bisogno .. non so come spiegarmi .. adesso vedo certi suoi atteggiamenti che cerco di non esasperare perché incidono relativamente con me .. perché io mi sento divisa tra due persone .. ma se le mie attenzioni fossero tutte per lui , lui sarebbe in grado di compensare i miei bisogni ??
    Ora lui occupa il mio 60% e non so se mai potrebbe darmi il 100% .
    Quello che ancora non mi spiego è come possa averlo d'un tratto averlo visto come un uomo da far perdere la testa quando per anni interi eravamo solo amici e mai avevo pensato a lui con occhi diversi .. proprio per niente !!!
    Anche la mia psicologa mi ha detto che lui è un narciso manipolatore .. e che fa leva proprio sui miei punti deboli ..
  • ElenitaElenita
    A volte capita di innamorarsi a distanza di tempo dall'aver conosciuto una persona... dipende da come magari questa si pone nei tuoi confronti, magari fin quando ha mantenuto un atteggiamento amicale e distaccato non ha fatto presa...nel momento in cui lui ha iniziato a corteggiarti o a farti capire che gli piacevi molto hai iniziato a rivalutarlo come persona e ti è piaciuto...è capitato anche a me in passato...io alterno fasi in cui non voglio assolutamente nè vederlo nè sentirlo (come oggi) a giorni in cui vorrei stare sempre con lui... il fatto è che lo ritengo responsabile della fine del mio matrimonio e della vita familiare serena (almeno apparentemente) che mi ero costruita. E quando lui diventa troppo invadente o ha la pretesa che io stia il più lontano possibile da mio marito, allora mi allontano. Mi sento invasa nei miei spazi. Ed io ho e avrò sempre bisogno di mio marito, dal momento che abbiamo 3 figli. Sono situazioni veramente difficili Laura...
  • Laura_D_Laura_D_
    Io ho paura anche di questa cosa.. di addossare a lui le colpe di aver infranto la mia armonia di vita di coppia.. a volte vorrei tanto non aver ceduto quando mi era stata data la possibilità di scegliere facilmente.. e non impelagarmi in una cosa così grande impossibile da gestire.. e inoltre sono molto sensibile e non fanno davvero per me situazioni così contorte.. dove finisce che penso a non ferire gli altri facendo del male a me stessa..
    Io non capisco se ho iniziato io a vederlo con occhi diversi perchè ne avevo motivo.. o se lui è stato molto bravo a fare leva proprio là dove ero più debole..facendomi così rivalutare tutto quanto..
    Poi mi rimane sempre l'enorme dubbio, che ciò che più lega a lui è la passione e il travolgimento che ha ogni relazione all'inizio.. ma una volta passato quel periodo ? cosa mi rimarrebbe ?
    Sono tanto tanto difficili...
    Per quel poco che posso permetterti di consigliarti, mi sento di dirti che fai benissimo a difendere la tua persona, i tuoi spazi e i tuoi bisogni.. tuo marito non potrà mai essere escluso dalla tua vita e lui non può pretenderlo , vorrebbe dire non capirti fino in fondo ma essere solo egoista ed insicuro..
  • ElenitaElenita
    Lo so, è quello che succede anche a me... lo incolpo di tutto, di avermi rovinato le'quilibrio familiare che avevo, l'armonia in casa... adesso è tutto un gran caos, i figli ne risentono ovviamente... anche se si cerca di fare le cose nella maniera più civile possibile... ci sono sempre i litigi e le incomprensioni che i figli poi assorbono... e sto male anche per questo...posso solo dirti, per esperienza, che poi tutto il trambusto emotivo che provi per l'altro quasi sicuramente si affievolisce....una volta che sai che la situazione è quella potresti cominciare a renderti così che lui non è poi tutta sta gran cosa... sarà anche questione di abitudine, sarà che ognuno ha i suoi tempi... io per il momento faccio ancora fatica a vedermi con lui... se non a debita distanza :) Finita la passione iniziale, se davvero provi dei sentimenti profondi quelli restano...
  • PabloEscobarPabloEscobar
    Laura ed Elenita: scusate se mi intrometto! :)
    Non pensate più semplicemente che al cuor non si possa comandare...? So che può sembrare una frase fatta, o un luogo comune. Ma nelle vostre parole vedo: compagno ufficiale perfetto VS amante cattivo che però piace. No?
  • ElenitaElenita
    Si Pablo, è proprio così. Il discorso, almeno per quanto mi riguarda, è che l'amante cattivo piace però non al punto da stravolgere tutta la mia vita. Nel momento in cui mio marito sparisce e non ha più il suo ruolo ed io potrei vivermi la mia storia in tutta tranquillità con l'altro ecco che quest'altro quasi non mi interessa più. Non mi dice più nulla e vorrei tornare indietro. Alla mia vita di prima. Anche se poi non mi sento soddisfatta e torno a cercare l'altro. Sono due anni che vado avanti così e l'unico passo avanti che ho fatto è stato chiedere la separazione. Cosa che mi sembrava più che corretta nei confronti di mio marito. Però non è comunque sufficiente per farmi stare bene con l'altro...mio marito sarebbe disposto a tornare a casa, siamo separati sulla carta ma emotivamente non ancora... sia lui che io...e non so che fare...sto vivendo un incubo senza fine
  • Laura_D_Laura_D_
    Ciao Pablo, ciao Elenita..
    il tuo discorso Pablo è corretto per metà.. perchè è vero che il fidanzato è perfetto e l'amante è cattivo eppure fa perdere la testa, ma come dice Elenita non accade abbastanza intensamente da stravolgere la vita e rimettere tutto in gioco.. se fosse davvero amore io penso che anche se con una grande paura lo avrei già fatto.
    Il mio amante quando non c'è o si allontana mi devasta emotivamente , mi sembra di smettere di respirare..ma questo non mi fa cmq lasciare il mio fidanzato.. e quando il mio amante c'è ci sto molto bene ma dopo un po' sento nostalgia di "casa".
    Esattamente oggi il mio amante ha nuovamente deciso di lasciarmi.. dice che non regge più questa situazione.. si è preso tre giorni di silenzio ignorandomi completamente senza dirmi niente e oggi con tutta la cattiveria che ha in corpo ( che diventa la sua forza contro di me ) mi dice che non vuole più nè vedermi nè sentirmi fino a che non cambierò la situazione..e addirittura non mi vuole nemmeno vedere per parlarne di persona.....
    Io non so descrivere come mi sento .. le mie amiche mi dicono che è una grande opportunità per liberarmi di una persona così cattiva che mi manipola , io a tratti lo penso.. ma poi sento come il cuore sgretolarsi e allora mi chiedo se non è Amore questo... cos'è... vedo che mi tratta male , che mi manipola... eppure continuo a non riuscire a fare a meno di lui...PERCHè ??????????
    Scusate lo sfogo ma questa giornata per me è terribile....
Accedi oppure Registrati per commentare.
Nuovo tema

Categorie