Liti con marito a causa di mia cognata che penso nutri della gelosia

LauramazzaLauramazza
modificato 18 February in Terapia familiare

Premetto che con mio marito è tutto splendido, ho due figlie, una solo mia e la piccola anche sua, non ci sono differenze né problemi per nessuno, siamo felici insieme, ma la gelosia di sua sorella nei suoi confronti ha provocato una frattura insanabile nel nostro rapporto. Io e le bambine 2 anni fa abbiamo trascorso un mese di vacanza forzata dai miei suoceri e cognata da sole. Un disastro, senza la presenza di mio marito siamo state trattate veramente male, senza rispetto, altro che ospitalità del sud! Alla fame, ogni colpa era di mia figlia di 7 anni perché è solo mia non c'entra con loro, mentre i petulanti e dispettosi figli di mia cognata dei santi a dir loro, una denigrazione giornaliera, volevo andarmene ma dovevo aspettare mio marito e finalmente tornare a casa mia. Dopo aver addirittura assistito ai loro sbraiti nei confronti di mia figlia non ci ho visto più e ho dovuto reagire. Suocera e cognata a strillare contro una bambina piccola per diverbi fra bambini, (lei e i nipoti santi,piagnoni e spioni per farsi coccolare dai grandi), con quella insopportabile abitudine che hanno di gridare e fare scenate, cosa che a casa mia non esiste, mia figlia non ha mai sentito strillare nessuno, è bravissima, rispettosa, studiosa, timida e purtroppo beneducata...dico purtroppo perché l'hanno fatta molto soffrire. Ho reagito difendendola educatamente, promettendo di andare via da quell'inferno e non tornare più. Mio marito arriva finalmente, minimizza l'accaduto e non vede come mi trattano tranne poche volte dove comunque ha preso le mie difese, sempre tutti sbraitando nel loro dialetto dove io proprio sono completamente esclusa, come è successo per tutto il mese trascorso lì. Torniamo a casa e nemmeno mi saluta la cognata, salvo poi inviarmi un lunghissimo messaggio di insulti e cattiverie, al che finalmente a casa, la chiamo al telefono per chiarire e finirla, invece di accettare la mia deposizione dell'ascia di guerra, rincara la dose affibbiandomi comportamenti scorretti surreali. Concludo la lunghissima telefonata facendo cadere ogni buon proposito di riappacificazione, elencando tutte le cattiverie subite. Ha registrato la telefonata, l'ha fatta ascoltare a mamma, papà, marito, figli e chissà chi altri....questo non mi disturba in quanto ho detto solo verità, ma sono io in errore per loro. Mio marito continua a non volerne parlare, a distanza di quasi 2 anni lui ogni giorno parla con sua sorella al vivavoce (che non sopporto, non capisco cosa dicono e odio sentire quella voce), io per lei non esisto e viceversa, il problema e che ora mio marito vorrebbe tornare da loro per farli stare con mia figlia, ma senza di me non se ne parla, e da loro direi proprio di no comunque. Adesso litighiamo io e lui per questo, e litighiamo molto! Io giù non ci voglio andare, non da loro, molto lontano da loro, mia figlia grande neppure, la piccola non conosce nessuno, non sa ancora cosa le spetta e lui assolutamente vuole essere là. Premetto che anche con la nipotina "di sangue", a parte l'apparenza di parole, mai un regalo, un pensiero, nemmeno al battesimo nel quale hanno voluto interferire parecchio con le loro usanze per noi abbastanza in contrasto con la cerimonia, ma accettate a naso chiuso. Mentre noi inviamo sempre regali e soldi, io contraria, ma mio marito lo fa. Non mi sento rispettata in casa mia, mi spaventa il fatto di avere accanto un uomo che preferisce la famiglia d'origine alla sua vera famiglia. Il fatto è che per loro la vera famiglia è la vecchia.....ho esagerato a scrivere, scusate, ma è uno sfogo dal cuore, io penso a tutto, a tutti, anche molto economicamente, ma non mi sento apprezzata da mio marito, anzi, non mi sento rispettata, mi sta rendendo apatica questa situazione, grazie per l'ascolto .

Commenti

  • Barbara801Barbara801

    Capisco bene la tua situazione Laura e come ti senti.

    Purtroppo, però, chi dovrà fare qualcosa fondamentalmente è tuo marito perché è comunque la sua famiglia.

    Tu fai bene a dire la tua opinione e ad esporre come ti senti, soprattutto con tuo marito, fai bene a parlargliene perché lo deve sapere anche se alla fine da quello che ho capito non ha intenzione di rimediare un bel niente.

    Questo mi sembra un comportamento tipico di una famiglia tossica e di un uomo troppo legato alla famiglia (in modo tossico) e che è incapace di parlare e di dire la sua opinione perché magari non vuole ferire i suoi familiari.

    Per quanto riguarda, tua suocera e tua cognata, penso che sono gelose perché hai "rubato" loro suo figlio e suo fratello rispettivamente (l'uomo di casa). Mentalità che non convidivo, ma che purtroppo esiste ancora molto. A loro non potrai cambiarle, ma a tuo marito potresti farlo ragionare in qualche modo, non so quale, ma bisogna trovare il modo giusto perché a lungo andare la situazione diverrà sempre più insostenibile per voi come coppia.

    Facci sapere come va!!!

  • LauramazzaLauramazza

    Grazie per la risposta! Non saprei proprio come far reagire mio marito, le cose per ora non cambiano....

Accedi oppure Registrati per commentare.
Nuovo tema

Categorie